Contenuto sponsorizzato

“Il livello delle spiagge è calato di circa 7 metri”: ecco gli effetti della siccità sul lago di Tenno (FOTO). Il sindaco: “Speriamo nell'arrivo della pioggia”

Il sindaco di Tenno Giuliano Marocchi: “Ciò che stupisce è che il lago normalmente si può trovare in questa situazione alla fine di un'estate particolarmente calda, verso gli inizi di settembre, non certo a fine marzo”

Di Filippo Schwachtje - 29 March 2022 - 17:16

TENNO. “Non ricordo di aver mai visto, in questa stagione, il livello del lago così basso: se non dovesse piovere probabilmente affiorerà la seconda isoletta”. Isoletta che, dice il sindaco di Tenno Giuliano Marocchi, ha fatto capolino per l'ultima volta dalle acque del lago durante una fase di estrema siccità risalente agli anni '80. “I cittadini allora – spiega Marocchi – ci sistemarono una targa per ricordare l'avvenimento con la scritta: 'Quando mi vedrai piangerai'. Speriamo di non arrivare a vederla ancora”.

Fortunatamente, dopo mesi di siccità nei prossimi giorni è previsto l'arrivo della pioggia in tutto il territorio provinciale (Qui Articolo) e quindi la situazione potrebbe migliorare. “Il problema però è legato da una parte alla mancanza di pioggia – continua Marocchi – ma dall'altra all'assenza di neve in montagna. In questa stagione normalmente il lago è ricolmo d'acqua anche grazie allo scioglimento delle nevi in quota, la situazione alla quale stiamo assistendo quest'anno è un'anomalia. Il livello delle spiagge al momento è calato di circa 7 metri, riducendo il perimetro del lago e quindi la superficie delle spiagge”.

 

Una situazione che in questa fase, quando mancano ancora diversi mesi all'apertura della stagione (che a Tenno coincide sostanzialmente con la chiusura delle scuole), non è ancora preoccupante ma che secondo il primo cittadino va comunque monitorata con attenzione: “Le condizioni del lago al momento non sono allarmanti – spiega Marocchi – basterebbero 3-4 giorni di pioggia per alzare il livello dell'acqua anche fino a 4 metri. Diciamo che a maggio bisognerà rivalutare la situazione. Ciò che stupisce è che il lago normalmente si può trovare in questo stato alla fine di un'estate particolarmente calda, verso gli inizi di settembre, non certo a fine marzo”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 5 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
06 luglio - 11:41
Alessandra De Camilli è scampata alla tragedia sulla Marmolada ed è stata ricoverata all’ospedale Santa Chiara di Trento, il compagno invece è [...]
Cronaca
06 luglio - 10:31
Dopo essere stato distrutto da una valanga a dicembre 2020 il rifugio Pian dei Fiacconi sul versante nord della Marmolada non ha più [...]
Cronaca
06 luglio - 11:36
L'autoscala dei pompieri è stato tamponato da un camper, il conducente però non si è fermato e ha continuato il viaggio. L'appello dei vigili [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato