Contenuto sponsorizzato

La prof si rifiuta di indossare la mascherina Ffp2, gli studenti si alzano e la lasciano da sola in aula: multata e sospesa

I fatti sono successi in una classe terza media di Modena e ora la questione approda in Parlamento. Nicola Fratoianni ha depositato un'interrogazione: ''Gli studenti hanno dimostrato serietà e correttezza. Ora però le autorità scolastiche devono fare luce fino in fondo all’episodio

Pubblicato il - 15 gennaio 2022 - 11:33

MODENA. Si sarebbe più volte rifiutata di indossare la mascherina Ffp2 nonostante in classe ci fosse stato anche un caso di positività. E così gli studenti, stufi di avere a che fare con un'insegante che non rispettava le regole e accampava anche motivazioni di stampo negazioniste, si sono tutti alzati ed hanno lasciato l'aula abbandonando la prof, arrabbiatissima per quanto stava accadendo.

 

Sarebbero, quindi, fioccate le note sul registro, i richiami e le urla da parte dell'insegnante ma poi è stato il suo turno fare i conti con l'autorità e con l'arrivo della polizia locale che al controllo avrebbe accertato anche che la donna non aveva nemmeno il super green pass. Risultato: da quanto riporta la Gazzetta di Modena la donna sarebbe stata multata per violazione delle norme anti-contagio e sospesa dall'insegnamento in attesa di verifiche ulteriori.

 

Siamo a Modena, in una terza media e i fatti sono successi giovedì ma la vicenda si trascinava da giorni. La docente nonostante i casi di positività trovati si ostinava ad indossare la mascherina chirurgica e anche se gli studenti più volte le avevano chiesto di mettere la Ffp2 continuava a rifiutarsi adducendo anche motivazioni di stampo negazioniste sul fatto che tanto i dispositivi sanitari di sicurezza sarebbero inutili. Gli studenti a casa hanno riferito quanto stava accadendo ai propri genitori e un professore di matematica avrebbe suggerito loro, visto che ''dall'alto'' non arrivano inviti alla docente a mettersi in regola, di uscire dalla classe. E così hanno fatto. 

 

La vicenda raccontata dai giornali locali ha avuto una eco nazionale e sta approdando anche in Parlamento, dove il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni ha promesso di presentare un'interrogazione per chiarire tutte le responsabilità. specificando (come riposta il Corriere di Bologna) che gli studenti “hanno dimostrato serietà e correttezza. Ora però le autorità scolastiche devono fare luce fino in fondo all’episodio, perché vogliamo capire come sia stato possibile che sia accaduta una cosa simile. Sulla vicenda presenteremo un’interrogazione parlamentare al ministro dell’istruzione Bianchi perché vengano accertate tutte le responsabilità della docente e di chi ha permesso quello che è avvenuto”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 20 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 gennaio - 19:59
Trovati 2.669 positivi, 3 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 2.449 guarigioni. Sono 165 i pazienti in ospedale. Tutti i Comuni sul [...]
Cronaca
20 gennaio - 19:34
Il Partito democratico ha presentato in Consiglio un ordine del giorno (bocciato con voto contrario della maggioranza) in cui si chiedeva in [...]
Montagna
20 gennaio - 20:46
Gli esperti del Muse hanno raccolto la versione di Martino Raineri il proprietario del setter ucciso dal branco a Folgaria: “Per tutto il tempo i [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato