Contenuto sponsorizzato

La svolta dei No-vax trentini che sposano la linea di Putin sull’Ucraina: “Va denazificata, via la Nato e autonomia per il Donbass”

Fra un complotto e l’altro Casagranda offre la sua soluzione per la guerra in Ucraina (che è molto simile a quella di Putin): “È un problema che si può risolvere facilmente denuclearizzando e denazificando”, ma secondo l’ex sindacalista Usb servono anche libere elezioni ed “evitare che ci siano missili della Nato sul territorio ucraino” e l’autonomia al Donbass “non mi sembrano richieste fuori di testa”

Foto d'archivio
Di Tiziano Grottolo - 16 March 2022 - 15:07

TRENTO. “Siamo complottisti ma anche preveggenti”, ha esordito così l’ex sindacalista Usb (oggi alla Cub) Ezio Casagranda che nei giorni scorsi ha tenuto un nuovo discorso durante l’ennesima protesta che a Trento ha riunito No-vax e No-Green pass.

 

“Avevamo detto che il siero magico, perché non si può chiamare vaccino, non avrebbe risolto i problemi della malattia. Qualche mese fa abbiamo iniziato a parlare delle politiche del governo Draghi del fatto che dietro questa gestione pazzesca della pandemia ci stava un disegno più complesso, un disegno economico che era quello di immiserire l’Italia e gli italiani”. Come? Per Casagranda attraverso lockdown e Green pass. “Un attacco pesante alla piccola industria al commercio perché si doveva mettere sul mercato la capacità produttiva e le bellezze italiane a poco prezzo”.

 

Di fronte agli aumenti dei prezzi del carburante però, emerge una nuova faccia del movimento No-vax trentino che strizza l’occhio al presidente russo Vladimir Putin. “Questi sabotaggi che dovremmo fare li abbiamo fatti alla Russia o agli italiani? Perché quelli che oggi stanno pagando il prezzo di questa guerra siamo noi. La gente viene cacciata a casa perché non fa il siero magico ma anche perché c’è da sabotare l’Unione sovietica. Il progetto di Draghi sta andando avanti”.

 

 

Ovviamente se la stragrande maggioranza degli italiani non aderisce alle proteste No-vax la colpa “è della televisione”. Siamo in piazza per chiedere il rispetto dell’articolo 11 della Costituzione che dice che l’Italia ripudia la guerra”, ha aggiunto Casagranda per il quale Draghi dovrebbe mettersi alla testa di una delegazione e imporre a Ucraina e Russia di trattare per la pace.

 

Come al solito le soluzioni che arrivano dalla piazza No-vax sono facili e, se non vengo attuate, è perché dietro si nasconde sempre un qualche tipo di complotto. “Il problema dell’Ucraina non è irrisolvibile – ha detto Casagranda – è un problema che si può risolvere facilmente denuclearizzando e denazificando l’Ucraina”. A dirla tutta lo stesso Putin si era limitato a parlare di “denazificazione” visto che com’è noto, nel 1994 con il Memorandum di Budapest, l’Ucraina aveva consegnato le proprie armi nucleari dietro la garanzia che i suoi confini sarebbero stati rispettati. L’accordo che al tempo venne firmato anche da Russia, Stati Uniti e Regno Unito è stato violato una prima volta già nel 2014 quando Putin ha annesso la Crimea.

 

Tutto qui? No, secondo Casagranda sarebbe necessario garantire libere elezioni, “evitare che ci siano missili della Nato sul territorio ucraino” e dare l’autonomia richiesta alla popolazione del Donbass “non mi sembrano richieste fuori di testa, mi sembra che questa cosa è possibile, pertanto questo Governo non deve inviare armi ma deve essere a capo della diplomazia internazionale e già che ci sta vada anche da quel democratico fra virgolette Biden e gli dica che si prenda le sue basi militari e se le porti a casa sua”. Di fatto queste coincidono quasi perfettamente con quelle che sono le rivendicazioni russe.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 giugno - 10:53
I vigili del fuoco si sono serviti delle pinze idrauliche per estrarre uno dei conducenti intrappolato fra le lamiere del proprio mezzo, purtroppo [...]
Cronaca
28 giugno - 08:58
Il blitz della guardia di finanza è avvenuto all’alba: 28 arresti per associazione a delinquere finalizzata al contrabbando. Secondo le fiamme [...]
Società
27 giugno - 12:51
Novità in arrivo grazie a due nuovi decreti legislativi che aumentano il periodo di congedo parentale, per promuovere parità di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato