Contenuto sponsorizzato

''Respira sei in Trentino'', dopo 20 anni si torna alla cronoscalata ''Levico-Vetriolo'' e si pensa così di rilanciare la zona

In un contesto internazionale che guarda sempre più all'ambiente e a valorizzare i luoghi nella maniera meno impattante possibile, mentre la Panarotta è costretta a dire ''no'' alla stagione sciistica invernale si lancia una gara automobilistica in salita su quattro giorni che non si correva più dal 2003. Entusiasmo tra gli appassionati

Di Luca Pianesi - 12 ottobre 2022 - 17:21

LEVICO. Mentre altrove si tagliano certi eventi e si guarda con sempre maggior preoccupazione al benessere degli ambienti naturali e a valorizzarli nella maniera meno impattante possibile alcune montagne trentine sembrano aver abdicato al futuro e si ancorano a modelli di qualche decennio fa. 

 

E così se mentre per la montagna di Trento, il Bondone, c'è chi pensa a mega impianti di risalita, ma al momento vede come grande protagonista la cronoscalata Trento-Bondone sopra Levico, c'è la Panarotta, che è costretta a rinunciare alla stagione sciistica, ufficialmente per i rincari energetici, e si pensa a un rilancio della zona con la vecchia cronoscalata ''Levico-Vetriolo''. Vecchia perché è dal 2003 che era stata abbandonata. Oggi, con l'attenzione che c'è all'ambiente, con i rincari sui carburanti, con il Parco Dolomiti Bellunesi che è riuscito a dire ''no'' alla Pedavena - Croce d'Aune si torna a scommettere sui motori (per la serie ''Respira sei in Trentino'' come recita il claim del Trentino).

 

E così il calendario annuale degli appuntamenti motoristici trentini nel 2023 si arricchirà di un nuovo evento. E' la cronoscalata ''Levico - Vetriolo'', una competizione che mancava agli appassionati dal lontano 2003, quando venne organizzata la 20ª edizione. Poi la Scuderia Trentina alzò bandiera bianca, soprattutto per le difficoltà che incontrò nel reperire le risorse economiche necessarie per la sua sopravvivenza.

 

''Nel 1982 l’Aci di Trento dovette rinunciare ad organizzare la celebre Trento Bondone - ha ricordato Giorgio Sala, oggi presidente onorario della Scuderia Trentina - e così ci siamo inventati qualcosa di nuovo per non togliere ai trentini il piacere di assistere ad una gara di velocità in montagna. Da ideatore di questa manifestazione non posso che essere entusiasta del suo ritorno sulle scene''.

 

In occasione della cerimonia organizzata per dare questo importante ed atteso annuncio, che si è svolta ieri pomeriggio al Nif Alpine Taste di Vetriolo, sono intervenuti anche il vice sindaco di Levico Terme Patrick Arcais, l’assessore agli eventi Moreno Peruzzi, nonché il sindaco di Vignola Falesina Mirko Gadler. Tutti hanno sottolineato il ruolo chiave che questa competizione può ritagliarsi nella promozione turistica della zona, non solo di Levico, ma anche di Vetriolo, località che è al centro di un progetto di rilancio, attraverso la riqualificazione delle strutture ricettive e non solo.

 

A svelare le caratteristiche della competizione ci ha pensato il pilota Diego Degasperi, nelle nuove vesti di presidente delle neonata Trentino Motorsport, l’asd creata proprio per organizzare la «Levico Vetriolo», che in una prima fase si appoggerà alla Scuderia Trentina. ''A stimolarci ad intraprendere questa nuova avventura - ha chiarito subito - è stato il desiderio di veder realizzato un sogno di Francesco Pera, scomparso nel 2017, colui che inventò questa gara insieme a Giorgio Sala. La manifestazione sarà organizzata in un weekend del mese di maggio, che deve ancora essere definito, ma non sarà sicuramente quello di Pentecoste. Abbiamo in mente un programma distribuito su quattro giornate e vogliamo rendere sempre più sicuro il percorso, anche a beneficio della viabilità ordinaria. Siamo contenti di poter ripartire dall’edizione numero 21, una storicità che potrebbe esserci di aiuto per portarla nel calendario del Tivm Nord fin dal 2023. Se non sarà così nessun problema''.

 

Il percorso non sarà identico a quello delle edizioni precedenti. ''Abbiamo dovuto accorciarlo un po’ per motivi di sicurezza - spiega Diego Degasperi - quindi la sua lunghezza sarà leggermente inferiore agli 8 chilometri, una misura che ci offre però l’opportunità di proporre due manche di gara, molto apprezzate dai piloti. La partenza sarà allestita in località Guizza, l’arrivo poco prima del Compet. Per quanto concerne il pubblico, non sono molte le aree che potremmo riservargli, ma ci stiamo organizzando per installare uno schermo gigante a Levico e uno dopo l’arrivo, nonché per produrre una diretta sulle frequenze di Trentino Tv''.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
30 marzo - 19:54
Alessio Less ricostruisce la storia dell’emigrazione brentegana a Milano. Il suo libro racconta della grande laboriosità di una comunità che in [...]
Cronaca
31 marzo - 11:17
Sul posto sono stati chiamati immediatamente i carabinieri con gli artificieri e l'unità antiterrorismo e intanto la psichiatra ha tenuto a bada [...]
Cronaca
31 marzo - 09:26
Dopo l’infortunio dell’infermiera, avvenuto nel mezzo dell’emergenza Covid, è stata aperta un’indagine ma a valutare l’operato [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato