Contenuto sponsorizzato

Aperti dalle 7 alle 23 i seggi per il referendum costituzionale. Ecco cosa c'è da sapere

Il numero di elettori per la Provincia di Trento è di 406.412

Pubblicato il - 04 dicembre 2016 - 08:05

TRENTO. Oggi, dalle ore 7 alle ore 23, si svolgono le operazioni di voto per il referendum costituzionale concernente le

 

Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione”.

 

 

 

 

COME SI VOTA:

 

Ogni elettore potrà votare nel proprio seggio, indicato sulla tessera elettorale personale presentando, assieme a quest'ultima, un documento di riconoscimento.

Trattandosi di un referendum confermativo, basato cioè su una legge di riforma costituzionale già approvata in Parlamento , ma senza la maggioranza qualificata dei due terzi, non è necessario alcun quorum, al contrario di quanto avviene per i referendum di tipo abrogativo. Ricordiamo che, se l'elettore ha esaurito tutti i diciotto spazi disponibili nella tessera elettorale per la certificazione del voto, può richiedere all’Ufficio Elettorale una nuova tessera .

 

Il numero di elettori per la Provincia di Trento è di 406.412 (198.009 uomini e 208.403 donne). Per quanto riguarda la città di Trento, gli elettori sono 87.332. Ecco i seggi della città capoluogo:

 

Lo scrutinio ha inizio subito dopo la chiusura della votazione e l’accertamento del numero dei votanti.

 

 

I dati dell'ultimo referendum costituzionale:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 18:14

La Provincia rinnova infine l'appello di seguire le regole: "Si devono tutelare il più possibile gli anziani, obiettivo che i giovani devono concorrere a raggiungere attuando le regole igieniche e il corretto distanziamento"

29 settembre - 17:44

L'approfondimento tecnico si è concluso, forse proprio quando è arrivato anche il ricorso del Codacons. L'associazione per la difesa dell'ambiente e tutela dei diritti di utenti e consumatori ha presentato al Tar di Trento, tramite l'avvocato Zero Perinelli, un ricorso contro la norma provinciale. La Pat: "Evitare disparità di trattamento tra gli esercizi commerciali"

29 settembre - 13:50

Bocciato uno dei provvedimenti bandiera della Giunta Fugatti, il tribunale condanna Pat e Comune di Trento a disapplicare la norma sulle case Itea. Gli avvocati: “Per il Trentino è un primo passo molto importante per rimuovere le norme introdotte dalla Provincia negli ultimi anni in materia di welfare che hanno determinato effetti gravissimi di esclusione in danno degli stranieri”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato