Contenuto sponsorizzato

Aveva aggredito un agente in Santa Maria. Arrestato a Trento nord dopo una violenza colluttazione un uomo di 39 anni

L'uomo, un tunisino, dovrà rispondere di minaccia, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, oltre che detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio

Pubblicato il - 31 July 2017 - 12:13

TRENTO. Minaccia, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, oltre che detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Questi i capi d'accusa per un tunisino 39enne che è stato arrestato ieri pomeriggio a nord di Trento da una squadra volante della Questura di Trento.

 

Tra i capi d'accusa, l'uomo è stato denunciato a piede libero anche per la violenta aggressione perpetrata ai danni di un agente della Squadra Volanti avvenuta la notte del 4 luglio scorso in Piazza Santa Maria Maggiore quando, per sottrarsi ad un controllo, ha colpito al capo un agente con un oggetto contundente, provocandogli lesioni giudicate guaribili in quasi 20 giorni.

 

Ieri si trovava a Trento nord in bicicletta. Alla vista della volante ha cercato di investire il senso di marcia per sottrarsi al controllo non esitando, allo scopo di guadagnare la fuga, a colpire uno dei due agenti intervenuti.

Dopo una colluttazione il tunisino è riuscito a liberarsi dalla presa degli agenti e a scappare, disfacendosi di alcuni involucri contenenti eroina. Giunto in prossimità di una ringhiera delimitante un garage sottostante, l'uomo ha cercato di saltare in un viottolo delimitato da un’altra ringhiera ma ha perso la presa ed è caduto nel vuoto.

 

Il soggetto è stato trovato in possesso di 3 grammi di eroina. Dopo essere stato accompagnato al Pronto soccorso il tunisino è stato trasferito alla casa circondariale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 February - 05:01

Il Cibio è stato tra i primissimi centri di ricerca in Italia a ipotizzare di sviluppare un vaccino per contrastare Covid-19. I laboratori coordinati da Pizzato e Grandi erano arrivati, anche piuttosto velocemente, a chiudere la fase pre-clinica. Poi a luglio ci si è fermati per l'impossibilità di raccogliere un finanziamento di un paio di milioni: "Ci sarebbe un modo anche per comprendere nel prodotto l’efficacia contro specifiche varianti del virus"

27 February - 08:02

L'allarme è scattato nella tarda serata di ieri e sul posto si sono portati diversi corpi dei vigili del fuoco. Sulle cause sono ancora in corso le verifiche 

27 February - 07:41

E' successo nella tarda serata di ieri all'altezza di Egna. Sul posto i vigili del fuoco e la polizia stradale 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato