Contenuto sponsorizzato

Avrebbero compiuto 51 furti in Trentino per un totale di oltre 300.000 euro di refurtiva, arrestato uno della banda

L'uomo di origine albanese è stato fermato a Gorizia al casello autostradale, dalla guardia di finanza e arrestato perché ricercato attivamente dal 22 novembre 2016. L’indagine era stata condotta dalla stazione dei carabinieri della Vallelaghi

Pubblicato il - 05 gennaio 2017 - 11:49

TRENTO. E' considerato uno degli autori di 51 furti in abitazione commessi in provincia di Trento tra il 2015 e il 2016 per una refurtiva totale di oltre 300.000 euro. E' stato arrestato ieri a Goriza dalla Guardia di Finanza, uno dei tre albanesi ricercati attivamente dal 22 novembre 2016 poiché ritenuto tra gli  autori in concorso con altri connazionali di questa miriade di furti.

 

L’indagine condotta dalla Stazione di Vallelaghi e denominata “Mulli” (smerigliatrice) aveva permesso di individuare e smantellare un sodalizio criminale composto da 6 persone tutte di origine albanese. L'inchiesta, sviluppata da gennaio ad ottobre del 2016, era partita dopo un tentativo di furto a Terlago. In quel caso i carabinieri della stazione Vallelaghi avevano intercettato una Ford Focus con a bordo un giovane di 22 anni che a bordo trasportava utensili da scasso (su tutti una mole a disco). Da lì in poi si è aperta una importante indagine condotta dai carabinieri trentini ed è stato possibile ricondurre al sodalizio criminoso oltre 50 furti che si svolgevano tutti con un'impronta simile. Il gruppo criminale entrava nelle abitazioni e se individuava la presenza di casseforti a muro, provvedeva a tagliarle mediante proprio l’uso di una mola a disco professionale.

 

Prodotte le prove necessarie, forti anche delle intercettazioni telefoniche e ambientali, sono state emesse dal Gip di Trento su richiesta della procura 6 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettanti albanesi ritenuti responsabili dei delitti di associazione per delinquere finalizzata ai furti in abitazioni.

 

E ieri, alle prime luci dell’alba, a Gorizia, una pattuglia della Guardia di finanza impegnata in un servizio di controllo del territorio all'altezza del casello autostradale “lisert” direzione Venezia ha fermato un’autovettura Wv Golf con a bordo tre cittadini albanesi diretti a Trento.

 

Da un controllo effettuato nella banca dati, uno degli occupanti, tale P. D. è risultato colpito da ordine di cattura quindi tratto in arresto e tradotto al carcere di Gorizia.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
17 ottobre - 13:20
Manifestazione del Patt per dire no alla Valdastico – A31 con uscita a Rovereto. Il segretario Simone Marchiori "Nessuno è mai riuscito a [...]
Cronaca
17 ottobre - 13:50
L'incidente è avvenuto poco dopo le 12 di oggi, 17 ottobre, sulla via Luna Argentea nel territorio di Dro, un ragazzo ha perso l'appiglio mentre [...]
Cronaca
17 ottobre - 13:00
Inizialmente sembrava che i portuali dovessero tornare al lavoro già da oggi (17 ottobre), ma poi il Coordinamento dei lavoratori di Trieste ha [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato