Contenuto sponsorizzato

Il 41% dei tirolesi a favore di maggiori controlli al Brennero. Sei mesi fa era l'81%

I dati del sondaggio sono stati diffusi dal quotidiano Tiroler Tageszeitung. Il 38% degli intervistati ritiene la misura non utile e il 18 % non positiva per la mobilità 

Pubblicato il - 03 gennaio 2017 - 13:16

BRENNERO. Il 41% dei cittadini della regione austriaca del Tirolo giudicano in maniera positiva l'ipotesi di un rafforzamento dei controlli alla frontiera del Brennero allo scopo di limitare il numero di migranti in arrivo in Austria. Un dato ben diverso da quello che era apparso nel giugno dello scorso anno quando l'81% degli abitanti del Tirolo austriaco erano a favore dei controlli al Brennero.

 

Una tendenza nell'arco di sei mesi che ha visto un diverso atteggiamento dei cittadini su una misura molto discussa come quella dei controlli alla frontiera del Brennero per far fronte all'emergenza profughi.

 

Entrambi i dati, quello dello scorso giugno e quelli di oggi, sono stati pubblicati dal quotidiano Tiroler Tageszeitung. Come scrive il giornale oggi, il 41% dei tirolesi è convinto che i controlli siano giusti e che siano una misura necessaria per frenare la corrente dei migranti.

 

Accanto a questo però, il 38% degli intervistati è invece dell'avviso che la misura non sia utile, dato che i migranti potrebbero scegliere altre rotte e per il 18% dei tirolesi i controlli sono un dato negativo, che va a scontrarsi al grande valore attribuito all'interno della Ue al tema della mobilità.

 

Lo scorso anno erano solo il 16% degli intervistati contro la barriera al valico italo-austriaco, condividendo la posizione critica di Bolzano, Roma e Bruxelles.

 

Il primo sondaggio è stato realizzato dall'istituto Market e, nell'ultimo caso, invece, dalla società Research Affairs che dal 5 al 14 dicembre del 2016 ha interpellato 602 cittadini a partire dai 16 anni.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 gennaio - 05:01

L’anomalia dei tamponi molecolari: con una parità quasi perfetta dei test eseguiti (13.892 a Trento, 13.764 a Bolzano) i positivi rilevati dall’Alto Adige sono il triplo di quelli trentini dove, in 10 giorni, si dichiarano appena 567 contagi. Dai casi fantasma ai macroscopici errori dell’Iss (che dovrebbe controllare le Regioni), pare impossibile avere un quadro puntuale dell’evoluzione epidemiologica

16 gennaio - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 gennaio - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato