Contenuto sponsorizzato

Kj2, gli animalisti contro Ugo Rossi "assassino". Ma Erminio Boso della Lega Nord: "Con la carne facciamoci un banchetto in piazza Duomo"

Enrico Rizzi lancia l'hashtag #TrentinoFuoriDallItalia e molte associazioni denunceranno il governatore per "animalicidio". Contro la decisione di uccidere l'orsa si scaglia anche la politica. Brambilla: "Responsabilità da perseguire"

Di Donatello Baldo e Giuseppe Fin - 13 agosto 2017 - 13:41

TRENTO. A poche ore di distanza dalla notizia dell'uccisione di Kj2 il mondo animalista si fa sentire. L'orsa ritenuta responsabile delle ultime aggressioni avvenute in Trentino, ultima quella subita da Angelo Metlicovec vicino al lago di Terlago, è stata abbattuta dai forestali ma il 'boia', per loro, è il governatore Ugo Rossi.

 

Ma si fa sentire anche la politica che per la maggior parte si scaglia contro Ugo Rossi. Ma Erminio Boso della Lega Nord vorrebbe che la carne di Kj2 fosse usata per un bel banchetto.  L'orso lui se l'è mangiato e a suo dire la sua carne è prelibata. 

 

Per la Lav, Kj2 è stata "assassinata". La Lega italiana Antivivisezione parla di "un verdetto di condanna vergognoso, una sentenza senza processo, emesso sulla spinta emotiva e irrazionale di un’amministrazione provinciale che vuole pieno diritto di vita e di morte sugli orsi e dove la possibilità di cattura era solamente un alibi per nascondere una chiara intenzione".

 

L'associazione animalista annuncia querela: "La Lav verificherà gli estremi per uccisione non necessitata di animali, punita dall'articolo 544 del Codice Penale, per la quale è già stata predisposta la denuncia da depositare presso la Procura della Repubblica di Trento". Il suo presidente parla di "animalicidio"

 

Su Facebook, commenta l'accaduto anche Ornella Dorigatti di Oipa: "Questi tre incompetenti Rossi, Dallapiccola, e Masè (il governatore del Trentino, l'assessore competente e il dirigente del Servizio foreste, ndr) devono andare a lucidare le scarpe in piazza Dante".
 

Per l'Ente nazionale protezione animali quella assunta dalla Provincia di Trento è "una decisione indecente e non necessaria presa per incapacità" E anche l'Enpa annuncia il ricorso alle vie legali. Come Enrico Rizzi, l'animalista balzato alle cronache trentine per aver gioito della morte dell'allora presidente del Consiglio regionale Diego Moltrer, cacciatore.

 

Rizzi non solo annuncia querela, "mi attiverò subito per le vie legali perché a nostro avviso si tratta di reato", ma chiede anche il boicottaggio del Trentino, "questa indegna regione ed i loro prodotti, diventa priorità assoluta. #TrentinoFuoriDallItalia". 

 

Oltre all'associazionismo, dopo l'uccisione di Kj2 interviene anche la politica. Dicevamo di Erminio Boso, ex senatore della Lega Nord, tra i pochi che gioisce per quello che è successo. "Fosse per me - afferma - con la pelle farei un bell'orso imbalsamato da mettere in bella vista in Consiglio provinciale. Ma con la carne - continua - farei una bella tavolata in piazza Duomo a Trento per mangiarlo tutti assieme".

 

E non trattiene nemmeno la sua profonda ostilità nei confronti degli animalisti che invece difendono i plantigradi: "Questi li prenderei a bastonate, non capiscono un c***o, non possono venire a dirci come dobbiamo comportarci. Metterei queste persone in fila e li legnerei uno a uno".

 

Boso è l'unico a difendere il governatore Rossi, "è la prima volta che fa qualcosa di giusto". Tutti gli altri si scagliano invece contro la decisione dell'abbattimento. Tra questi Filippo Degasperi dei 5 Stelle
"L'inesperienza dell'attuale maggioranza ci ha fatto regredire a 100 anni fa, quando l'orso veniva schioppettato senza tanti complimenti".

 

"Di fronte ad un episodio così vergognoso viene da chiedersi se sia opportuno trasferire al Ministero la protezione dell'animale. Sorprende che a questo folle gioco si sia prestato il Corpo Forestale che la fauna dovrebbe difenderla, anche dai politici incompetenti". A parlare di "fallimento della giunta Rossi" è invece il segretario della Lega Nord del Trentino, Maurizio Fugatti

 

Ma anche il presidente dei deputati di Forza Italia, Paolo Romani, si chiede come mai sia stato ucciso un plantigrado nei boschi trentini: "Aveva aggredito un uomo, ma uccidere un'orso perché ha ferito un uomo che senso ha?". E per lo stesso partito interviene Michela Brambilla che afferma: "Non è bastato il caso dell'orsa Daniza?"

 

"Ancora una volta la Provincia di Trento ha dato prova di prepotenza e crudeltà" - dichiara l'esponente forzista Repubblica.it. "Va da sé - prosegue l'ex ministra - che invocheremo chiarezza in tutte le sedi, politiche e giudiziarie finché i responsabili non pagheranno. La responsabilità di questa morte ricade interamente su chi l'ha voluta e preordinata, ben sapendo che non era necessaria".

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 04:01

In queste ore i vertici dell'Ordine dei medici sono scesi in campo per evidenziare preoccupazioni, riportare perplessità e criticità del sistema, ma anche proposte per migliorare la situazione in questa fase delicata della seconda ondata di Covid-19. Un settore attenzionato è quello delle Rsa

27 ottobre - 20:24

Recentemente la Pat ha modificato i criteri dell'isolamento della classe: 2 alunni per il primo ciclo dell'infanzia, 1 studente negli istituti superiori. I pediatri: "Sono decisioni politiche. I minorenni sono spesso asintomatici e pauci-sintomatici e questo è rassicurante dal punto di vista del decorso della malattia, ma comunque c'è un fattore di rischio legato alla contagiosità che poi può arrivare in famiglia"

27 ottobre - 20:09

Tra i nuovi contagiati, 146 persone presentano sintomi, 3 casi sono ricondotti alla fascia d'età 0-5 anni, 15 positivi invece tra 6-15 anni, mentre 30 infezioni riguardano gli over 70 anni. Ci sono inoltre 33 nuovi casi tra bambini e ragazzi in età scolare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato