Contenuto sponsorizzato

L'Arcivescovo Tisi ai giovani cantori della stella: "Vi invito a diventare costruttori di porte anti-panico"

Oggi in Duomo il mandato ad oltre 400 giovani  

Pubblicato il - 27 December 2016 - 16:43

TRENTO. “Gesù montava solo porte anti-panico, quelle che si aprono verso l’esterno, come le uscite di sicurezza. Vi invito a diventare montatori di porte anti-panico. Se si aprono all’esterno siamo salvi. Apritevi e sarete felici!”. Questo il messaggio che l'Arcivescovo di Trento, Lauro Tisi ha voluto lanciare questo pomeriggio in cattedrale ad oltre quattrocento “cantori della stella”: bambini e ragazzi da tutto il Trentino, vestiti da magi e pastori, pronti a rivivere la tradizione dell’annuncio del Natale nelle vallate trentine, di casa in casa, seguendo la stella issata davanti a loro. Ad accompagnarli, in Duomo, genitori e animatori dei gruppi di catechesi, dell’oratorio, degli scout o di altre realtà legate alle comunità parrocchiali a cui appartengono i “cantori”.


“Da creatore del mondo a costruttore di porte -ha spiegato monsignor Tisi rivolgendosi ai giovani - Gesù ha lasciato che suo padre, il falegname Giuseppe, gli insegnasse a fare porte. Perché è tipico di chi ama lavorare perché gli altri siano più grandi di lui. Andate e raccontatelo alle nostre comunità e alle nostre famiglie”.

 

Alle persone che li accoglieranno nelle case, i ragazzi offriranno canti, poesie, messaggi di pace e un piccolo segno natalizio. Nelle loro soste saranno anche raccolte offerte per la Giornata dell’Infanzia Missionaria in calendario il 6 gennaio, solennità dell’Epifania. “I Cantori della Stella” sono un’iniziativa curata da due realtà diocesane: Centro Missionario e Ufficio Catechistico.


Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 January - 05:01

Un punto appare fermo: la data del 15 febbraio è un po' l'ultima chiamata. L'inverno è compromesso da tempo e siamo già ai tempi supplementari di una stagione mai partita. Un discrimine forte potrebbe poi essere quello della mobilità: "Si deve distinguere tra turismo e servizio alla collettività. Persi circa 30 milioni di euro solo per la società impianti''

25 January - 08:56

Inutile la corsa all’ospedale  di Bergamo. Matteo, proveniente da Stazzona, è deceduto poco dopo l’arrivo nella struttura. Il giovane si trovava in zona assieme ad altri amici con la motoslitta

25 January - 07:58

La posizione della giovane potrebbe essere archiviata nei prossimi giorni.  Gli investigatori stanno cercando di ricostruire con esattezza cosa possa essere successo in quel 'buco' di 40 minuti nel tragitto tra Bolzano e Ora. La ricostruzione fatta per ora dagli investigatori è che proprio quei minuti siano serviti al figlio della coppia per mettere i genitori senza vita in auto e gettarli poi nell'Adige

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato