Contenuto sponsorizzato

Mercatini e fiere all'Apt, arriva l'ok, ma intanto cambiano equilibri nell'Azienda per il turismo

Trento Fiere era l'azionista di maggioranza, ma con l'acquisizione del ramo d'azienda le forze in campo cambiano. Ora il riferimento diventa l'Unione commercio e albergatori, che potrebbe cambiare obiettivi e scopi. Nella decisione, unanime, anche la scelta di affidarsi alla consulenza esterna e misure legislative per la riorganizzazione, gestione e controllo dell'Apt 

Di Luca Andreazza - 20 luglio 2017 - 00:20

TRENTO. Ora è ufficiale, l'attività di Trento Fiere passa totalmente in capo all'Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi dalle iniziative fieristiche al fiore all'occhiello dei mercatini di Natale. Il consiglio d'amministrazione si è espresso all'unanimità, unico assente Giorgio De Grandi, che in qualità di presidente del Consorzio Trento Iniziative, altro ente papabile alla vigilia per rilevare il ramo d'azienda espositivo, ha voluto evitare possibili conflitti d'interesse al voto.

 

"Se eventi espositivi e Mercatini di Natale sono considerati alla stregua di 'beni pubblici' - spiega Franco Aldo Bertagnolli, presidente dell'Apt - e se vanno gestiti esclusivamente da una società di natura pubblica e con finalità pubbliche, avendo la pubblica amministrazione individuato nella nostra Azienda per il Turismo di Trento, Monte Bondone e Valle dei Laghi come destinataria del ramo d’azienda, sento la responsabilità come presidente di fare un passo verso questo scopo e quindi di accogliere la richiesta del Comune, evidenziando la finalità pubblica intrinseca nell’Apt stessa".

 

L'Apt è un ente formalmente privato, ma il Comune detiene pur sempre il 7% delle quote nell'Azienda per il turismo e quindi l'influenza dell'amministrazione non può passare in secondo piano. Nonostante le tensioni iniziali tutto si è risolto nella direzione attesa e auspicata da Palazzo Thun. 

 

Stempera così la tensione anche l'assessore al turismo (Qui articolo): "Sono soddisfatto - ammette Roberto Stanchina - questo è solo un punto di partenza e sono altrettanto contento che il presidente Bertagnolli, nonostante i dubbi iniziali, sia ritornato sui suoi passi: un importante segno di responsabilità e serietà. Peccato solo per questi otto mesi persi a discutere, ora però si apre un nuovo capitolo e sono sempre disponibile a incontrarlo per approfondire ancora di più questa collaborazione".

 

Quello che emerge è però soprattutto un cambio di governance in seno all'Azienda per il turismo cittadina per un gioco di quote. Fino a ora l'azionista di maggioranza era proprio Trento Fiere, che negli ultimi dieci anni, ha saputo garantire una continuità e un certo equilibrio.

 

Forse però i consiglieri sono stati troppo occupati nel dibattere sulla querelle innescata, anche precedentemente, alle dimissioni del consigliere Claudio Facchinelli (in aperto contrasto sulla decisione di acquisire anche le fiere promosse da Trento Fiere, forte peraltro proprio dell'esperienza di quattordici anni in qualità di numero uno dell'ente fieristico, ndr): fatto sta che l'assorbimento del ramo d'azienda cambia completamente le carte in tavola.

 

Le ventotto quote di Trento Fiere vengono infatti riassorbite dall'Apt attraverso un'operazione di buy-back (importo ricompreso all'interno della  perizia tecnica da 400 euro) e la conseguenza è proprio il cambio della guardia in plancia di comando. Tutti restano al loro posto, sia chiaro e almeno per il momento, ma questo discorso non vale per le 'correnti' interne nei posti che contano.

 

Sarà un'Apt targata Gianni Bort e Massimo Piffer. La maggioranza passa infatti all'Unione commercio e albergatori, della quale fa parte anche il presidente Bertagnolli, che sono forti del tesoretto di ventuno quote, alle quali aggiungere quelle, quasi in doppia cifra, chiaramente riconducibili proprio a Facchinelli, che da sempre è in buoni rapporti con i vertici dell'ente ora 'padrone'. Questo potrebbe cambiare scopi, direttive e obiettivi.

 

E in questo solco si innesta l'iter di formalizzazione dell'interesse di acquisizione e le relative valutazioni finali sulla struttura organizzativa, un passaggio comunque non semplice visto che dovrà probabilmente prevedere un cambio di statuto, oltre che strutturale dell'azienda stessa che si trova ad assolvere ulteriori compiti

 

Il consiglio d'amministrazione ha inoltre varato l'avvio dell'analisi per pervenire all'adozione volontaria del Modello di organizzazione gestione e controllo ex dlgs 231/2001 attraverso una valutazione della propria congruità organizzativa, compreso figure dirigenziali, valutando anche l'inserimento di nuove figure di responsabilità. Per fare tutto questo l'Apt intende avvalersi anche di una consulenza esterna per la riorganizzazione aziendale, una richiesta sostenuta in particolare da Dario Maestranzi e Andrea Vilardi per l'amministrazione comunale.

 

Ad ogni modo intanto è tempo di acquisizioni, compreso il conferimento di mandato a una commissione per condurre le relative negoziazioni. La deadline è fissata per questo autunno. La commissione è composta dal presidente stesso, ma anche dal vice presidente Alberto Dalla Pellegrina e dal consigliere Fulvio Rigotti (amministratore delegato di Trento Funivie e vice presidente di Trentino Sviluppo), chiude il cerchio la direttrice dell'Apt Elda Verones, che in giugno aveva ricevuto l’incarico per la stesura di una relazione economico-finanziaria e relativa alla struttura organizzativa dell’Apt alla luce della possibile acquisizione del ramo d'azienda.

 

"Ora - dice Bertagnolli - dobbiamo guardare avanti. Da una parte avviare l'iter di acquisizione e dall'altra implementare la collaborazione con mercatino di Natale della stagione 2017/2018, dando così continuità organizzativa a un evento così importante per la città di Trento e il Trentino".

 

"Alla base della decisione - conclude la direttrice Elda Verones - la consapevolezza che Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi ha il know how, la capacità organizzativa, le risorse umane, economiche e finanziarie per la gestione della nuova attività: da anni, infatti, questa realtà si occupa dell’organizzazione di grandi eventi, oltre che della comunicazione e commercializzazione dei mercatini di Natale".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 settembre - 18:34

Preoccupatissima la categoria per le conseguenze devastanti che si annunciano per il sistema agricolo provinciale. Tra le richieste che si valuti la possibilità di riconoscere sgravi contributivi e indennizzi alle aziende frutticole che hanno subito danni rilevanti tali da compromettere redditività e sopravvivenza, nonché si attino specifici contributi, come quelli già previsti per l’acquisto di reti anti insetto

18 settembre - 17:21

Mal sopportato da tempo l'ex sindaco di Firenze ha messo in sicurezza il partito (portandolo di nuovo al governo), ha atteso si formasse il governo (per non ridurre tutto a una questione ministeri e segretariati) e ha fatto quello che praticamente tutti, prima di lui, hanno fatto nel Pd: lasciarlo. La senatrice trentina: ''E una casa autenticamente europeista, popolare e liberale''

18 settembre - 17:17

L'incidente è avvenuto intorno alle 15.30 lungo la strada statale 240 all'altezza di un incrocio poco prima dell'abitato di Bezzecca. Il ferito elitrasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato