Contenuto sponsorizzato

Viticoltura, premiata la ricercatrice trentina Savoi dalla Società italiana di viticoltura ed enologia

La Sive ha scelto la ricercatrice trentina Stefania Savoi della Fondazione Mach per la migliore tesi di dottorato. La giovane ha studiato gli effetti di un moderato stress idrico sulla fisiologia dello sviluppo e maturazione dell'acino d'uva

Pubblicato il - 12 gennaio 2017 - 12:24

SAN MICHELE. E' arrivato un nuovo riconoscimento per la Fondazione Edmund Mach di San Michele.

 

La Società italiana di viticoltura ed enologia (Sive) ha premiato la ricercatrice trentina Stefania Savoi per la migliore tesi di dottorato nel campo della viticoltura per l'anno 2016.
 

 


La ricercatrice nel suo lavoro di tesi ha analizzato gli effetti di un moderato stress idrico sulla fisiologia dello sviluppo e maturazione dell'acino d'uva in varietà a bacca bianca e rossa, usando un approccio multidisciplinare che ha incluso due anni di sperimentazione in campo, l'analisi dei trascritti mediante la tecnica dell'RNA sequencing e l'analisi dei metaboliti su larga scala. Questo lavoro, che sarà presentato nel mese di maggio a Enoforum di Vicenza, è stato svolto presso la Fondazione Edmund Mach, l'Università degli Studi di Udine, e il Wine Research Centre of the University of British Columbia (Vancouver, Canada) sotto la supervisione di Fulvio Mattivi, Enrico Peterlunger e Simone Diego Castellarin.

 

Stefania Savoi, oggi, sta svolgendo il suo post-dottorato a Vienna, presso l'University of Natural Resources and Life Sciences, nel gruppo di Viticoltura e Pomologia.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
26 gennaio - 11:56
Con l’istituzione del Codice rosso sono aumentate anche le denunce per violenza di genere e sui minori, che sono sempre più spesso vittime della [...]
Cronaca
26 gennaio - 11:59
Durante le fasi d'arresto, non sono mancati i momenti di tensione, il giovane infatti ha opposto resistenza
Cronaca
26 gennaio - 16:03
Il 61enne da un anno e mezzo lottava contro le complicazioni causate da una puntura di zecca. Ricoverato all'ospedale di Belluno era riuscito a [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato