Contenuto sponsorizzato

A Rovereto arriva il giornalista e scrittore Zouhir Louassini per parlare di geolpolitica delle religioni

Questa sera alle 19 a Rovereto nella Sala Conferenze Fondazione Caritro in Piazza Rosmini ci sarà il terzo incontro aperto al pubblico del Contest di Giornalismo partecipativo

Pubblicato il - 28 marzo 2018 - 11:41

TRENTO. Ci sarà Zouhir Louassini questa sera alle 19 a Rovereto nella Sala Conferenze Fondazione Caritro in Piazza Rosmini. Scrittore, giornalista Rai ed editorialista de L’Osservatore Romano dottore di ricerca in studi semitici (Università di Granada, Spagna), visiting professor in varie università italiane e straniere sarà l'ospite del terzo evento speciale del Contest di Giornalismo partecipativo "Comunità e Narrazione" per parlare di geopolitica delle religioni.

 

Ha collaborato con diversi quotidiani arabi tra cui al-Hayat, Lakome e al-Alam. Collabora con Radio Medi1 (Marocco). Ha pubblicato vari articoli sul mondo arabo in giornali e riviste spagnole (El Pais, Ideas-Afkar). Ha pubblicato Qatl al-Arabi (Uccidere l’arabo) e Fi Ahdhan Condoleezza wa bidun khassaer fi al Arwah (“En brazos de Condoleezza pero sin bajas”), entrambi scritti in arabo e tradotti in spagnolo. 

 

L'entrata è libera e tutta la cittadinanza è invitata a partecipare

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 gennaio - 05:01

Il trascinarsi dell'epidemia da SarsCov-2 sta avendo effetti disastrosi sulla salute psichica. Numerosi studi confermano questo trend: isolamento, lutti, incertezze economiche sono solo alcuni degli aspetti presi in considerazione. Ermanno Arreghini, psichiatra e psicoterapeuta: "Attuare misure di protezione anche per i più fragili: senzatetto, disabili, pazienti psichiatrici"

15 gennaio - 19:18

Nella conferenza stampa straordinaria organizzata dalla giunta provinciale di Bolzano, Arno Kompatscher si è detto sconcertato dalla scelta del Cts di trasformare l'Alto Adige in zona rossa. "Abbiamo inviato una lettera a Roma. Sulla base dei dati confermiamo con l'ordinanza di stasera la zona gialla"

15 gennaio - 19:30

Sono tantissime le prese di posizione (di partiti e istituzioni) in favore della testata ma colpiscono, in particolare, le dichiarazioni di Fugatti (che si dice ''sorpreso''), dei sindacati (che ancora parlano di ''investimento'' riferendosi all'operazione predatoria compiuta sull'editoria locale da parte di Athesia) e dell'Ordine dei Giornalisti (che esprime la sua ''solidarietà''). Ora si pensi ai giornalisti ma non si dimentichino i collaboratori esterni e i fotografi che da una vita lavorano per poche decine di euro al giorno mettendoci tutto quel che hanno

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato