Contenuto sponsorizzato

La lungimiranza del filosofo dei diritti

Venerdì 12 al Teatro di Pergine la rassegna "Scena Trentina" riporta sul palco "La conquista della Felicità", lo spettacolo che vede Stefano Pietro Detassis interpretare il pensiero di Betrand Russel per la regia di Maura Pettorruso. Dal pacifismo alla difesa delle donne e di ogni diversità per la scoperta di un filosofo che ha la forza dell'attualità

Pubblicato il - 10 ottobre 2018 - 19:04

PERGINE. La rassegna Scena Trentina, ideata e organizzata dai teatri di Pergine, Villazzano e Meano assieme al Portland approda venerdì sera a Pergine per portare in replica uno degli spettacoli più intensi ed attuali prodotti in Trentino nella passata stagione. Si tratta de "La conquista della Felicità", protagonista un credibilissimo Stefano Pietro Detassis per la regia di Maura Pettorruso e la produzione di Trento Spettacoli. La felicità è quella invocata per una vita dal filosofo Bertrand Russel,  paladino dei diritti, pacifista, lucido e lungimirante come pochi altri.

 

"La conquista della felicità. Dialogo tra Bertrand Russell e Cassiopea" ebbe un grande e meritato successo in un mese di repliche al piccolo ma vitale Spazio Off di Trento prima di avviare il suo tour anche fuori provincia.La conquista della felicità è il resoconto della vita di Bertrand, il suo ultimo viaggio, e lo fa dialogando, in maniera immaginaria, con Cassiopea, la costellazione della dea africana.

 Da sempre le stelle sono state spettatrici e interlocutrici per il grande pensatore, e anche ora, in questo delicato passaggio, sono loro ad accompagnarlo e a sostenerlo. Seduto su un sasso bianco e luminoso, Russell ci racconta la sua vita rivivendola passo a passo: la solitudine, i diritti delle donne, l'opposizione alla guerra, la prigione, i viaggi nel mondo, l'educazione dei bambini, l'incontro con Einstein, l'amore libero, i diritti delle minoranze.

 In un piccolo frammento di terra brulla e secca, mentre il tempo e lo spazio si dilatano intorno a lui, Bertrand si toglie i vestiti da filosofo e indossa quelli da contadino e inizia a coltivare: crea un germe di vita, un fiore, simbolo di rinascita, bellezza e speranza.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 aprile - 13:32

Oggi è il 25 aprile e Salvini si è dimostrato ancora una volta ambiguo rispetto a questa ricorrenza dando, in questo modo un segnale al suo popolo e alla sua classe dirigente che continua a ritenerlo infallibile nonostante le continue retromarce (dal numero di immigrati clandestini all'aumento delle accise). Addirittura consigliere provinciali si fanno le foto con a fianco la sua immagine come fosse una guida spirituale

25 aprile - 10:12

I Finanzieri hanno posto i sigilli a oltre 230 mila euro sui vari conti bancari dell’associazione e del suo rappresentante legale, un sessantaseienne trentino, nonché la villa e annesso garage, di proprietà di quest’ultimo, per una quota del valore di circa 310 mila euro

24 aprile - 22:35

Il missionario Comboniano invita tutti, con un video su Facebook, a sottoscrivere la causa del Coordinamento No Valdastico nord (VIDEO ALL'INTERNO)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato