Contenuto sponsorizzato

Nel buco nero un ballo indica la luce

La stagione InDanza del Centro Santa Chiara si conclude venerdì 2 marzo al Melotti di Rovereto con "Von", produzione coreutica della compagnia Stalker coreografata da Daniele Albanese che sarà anche in scena. Una riflessione sulle forze che interagiscono con i corpi e con lo spazio di grande suggestione. A fine serata anche la performance "In There", breve e intenso spettacolo sul tema dell'incontro

Pubblicato il - 28 febbraio 2018 - 17:38

ROVERETO. L’Auditorium “Fausto Melotti” ospiterà venerdì 2 marzo l’ultimo spettacolo della stagione InDanza organizzata a Rovereto dal Centro Servizi Culturali S. Chiara. In scena «VON», una produzione coreutica della compagnia STALKER coreografata da Daniele Albanese. La serata sarà completata dalla proposta di «...IN THERE" della  coreografia di Caterina Felicioni elaborata in occasione del laboratorio TrentinoLab, tenutosi nell’ambito dell’edizione 2017 di Trentino Danza Estate.

  «VON», spettacolo dal titolo semplice ma enigmatico preso in prestito dalla lingua tedesca, nasce da un’idea di Daniele Albanese, che sarà anche in scena affiancato da Marta Ciappina e Giulio Petrucci. «L'orizzonte degli eventi – spiega il coreografo – delimita, in un buco nero, una immaginaria superficie di spazio-tempo, una zona di  confine e di passaggio tra ciò che è chiaro e leggibile e ciò che è oscuro e misterioso. E’ questa la zona di indagine di “Von”.»

   Lo spettacolo è una riflessione sulla danza intesa come continua mutazione e trasformazione in rapporto con le forze  che agiscono sui corpi e sullo spazio in una coreografia di movimento, luce e suono. Forze naturali, forze fisiche e forze politiche che mutano, distorcono e muovono i corpi e il loro incedere nel tempo, onnipresente personaggio di questo spettacolo, la cui  coreografia è stata costruita su musiche originali di Lorenzo Donadei e, per l’assolo finale, di Luca Nasciuti.

  «In VON – scrive su La Gazzetta di Parma Mariacristina Maggi – è la viva e vibrante energia che emerge e travolge. Ed è la continua metamorfosi dinamica che colpisce e rapisce lo sguardo degli spettatori toccando simultaneamente corde profonde: la potenza dei gesti in continua trasformazione che danza tra luci ed ombre, tra stasi e movimento, suoni, silenzio e un equilibrio urgentemente cercato e magicamente raggiunto nei segnali infinitesimali di un universo liquido. Non è narrativa la danza di Albanese, non racconta storia, ma in verità dice tantissimo: dice potentemente ciò che le parole non sanno. »

  Formatosi come  ginnasta e ballerino classico, Daniele Albanese si è diplomato in Olanda presso l’European Dance Development Centre di Arnhem e nel 2002 ha fondato la propria compagnia di danza STALKER. E’ stato impegnato come assistente nella creazione di Benoit Lachambre “Snakeskins” e ha danzato in “Estasi” di Enzo Cosimi. La struttura compositiva delle sue creazioni è strettamente interconnessa con la ricerca sul corpo e il movimento, allo scopo di indagare la danza come linguaggio.
   

 A completamento della serata di venerdì, sarà proposta al pubblico nel Basement dell’Auditorium Melotti «...IN THERE», una coreografia di Caterina Felicioni elaborata in occasione del laboratorio TrentinoLab, tenutosi nell’ambito dell’edizione 2017 di Trentino Danza Estate. Si tratta di un breve spettacolo sul tema dell'incontro con l'altro realizzato su musiche di Max Richter e Byetone. Avrà per protagonisti sette giovani danzatori: Alice Castini, Federica Costantini, Roberta Dalla Fior, Francesca Bebber, Manuel Zanetti, Pierfrancesco Porrelli e Patrick Ang.

ECCO IL TRAILER DI VON

       

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 19:10

A lanciarlo il segretario del Partito Autonomista: "Assieme possiamo fare anche massa critica per portare avanti un certo tipo di istanze".  L'appello è rivolto alle forze di centro e autonomiste. Il segretario: "Assistiamo ad un crescendo di malessere tra i moderati nei confronti dei partiti nazionali''

23 settembre - 19:09

Il 19 settembre 2019 il Parlamento approva una mozione che mette sullo stesso piano in nome della memoria condivisa il nazionalsocialismo e il comunismo. Ma la misura, volta a compiacere i governi dell'Est Europa, non comprende la complessità della Storia

23 settembre - 16:12

L’esplosione si è verificata questa mattina in un supermercato a St.Jodok, sul versante austriaco del Brennero. Secondo la prima ricostruzione la causa dell’incidente sarebbe da ricondurre a degli operai che hanno inavvertitamente bucato un tubo del gas provocando la deflagrazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato