Contenuto sponsorizzato

Novecento, il Baricco che non va Fuori Rotta

Domani, venerdì 13 la stagione professionale del Teatro di Meano, promossa da Aria Teatro, mette in scena una versione del famoso testo dello scrittore proposta da Gioele Peccenini che si cala nei panni  del pianista straordinario che si esibiva sulla nave Virginian. Musica, mare, immaginazione e amicizia in un mix suggestivo

Pubblicato il - 11 aprile 2018 - 14:32

TRENTO. Gioele Peccenini presterà la sua voce per raccontare la storia fantastica di Novecento di Alessandro Baricco, domani, venerdì 13,  al Teatro di Meano. La compagnia Teatro Fuori Rotta porta sul palcoscenico alle ore 20.45 la storia del più grande pianista del mondo, Novecento narra quindi la fantastica storia di Danny Boodman T.D. Lemon Novecento, il grande pianista nato su una nave: il Virginian. Il Virginian era un piroscafo che negli anni tra le due guerre faceva la spola tra Europa e America con il suo carico di miliardari, di emigranti e di gente qualsiasi.

 

 Dicono che sul Virginian si esibisse ogni sera un pianista straordinario, capace di suonare una musica mai sentita prima, meravigliosa. La dimensione è quella del ricordo denso, intenso, come quello delle grandi storie che parlano di un tempo ormai andato. I meravigliosi anni Venti, a cavallo tra le due guerre, l’età del jazz, quando ogni cosa sembrava muoversi seguendo quel ritmo irresistibile.

 

 “Quando nel preparare un nuovo spettacolo - dice Peccenini - ci si emoziona al di là delle aspettative e si capisce che quel testo ha davvero qualcosa di nuovo e di importante che lascerà il segno su di sé, non si può non aver paura nel metterlo in scena. Un attore “non è fregato veramente finché ha da parte una buona storia, e qualcuno a cui raccontarla”. La storia di Novecento è senza alcun dubbio una buona storia. Una storia che racconta di musica, di mare, di immaginazione, di amicizia e di guerra. Una storia sulla vita che appassiona, colpisce duramente e che diverte, così come, del resto, accade nella vita vera”.

 

 Fondata nel 2004, cura la produzione e la messa in scena di allestimenti teatrali Teatro Fuori  Rotta  si occupa di teatro di prosa e teatro ragazzi. Ha ideato e organizzato le rassegne “Primavera Teatrale” e “Autunno Teatrale”. Organizza corsi di dizione e recitazione, laboratori teatrali per le scuole e teatro-terapia.

A ottobre 2015 Teatro Fuori Rotta inaugura Corde Palco, sede artistica e operativa dell’associazione e dedicata al teatro, alla musica, alla danza e alla formazione. Da gennaio 2016 ha la direzione artistica e la gestione del Teatro ai Colli di Padova.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 05:01

Il consigliere pentastellato non ci sta: il manifesto va cambiato perché manda un messaggio sbagliato. "Non va inculcato nella testa dei bambini che il papà è un orco". Non si è fatta attendere la reazione di Non una di meno-Trento: "Per contrastare ogni discriminazione e fenomeno oppressivo dobbiamo guardare alla sua radice e non annacquare tutte le situazioni in riferimenti generici privi di contesto"

22 novembre - 09:29

E' successo nella tarda serata di ieri, sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Chiusa e Bolzano oltre alle forze dell'ordine. Fortunatamente non ci sono stati feriti 

21 novembre - 18:12

Nata cinque anni fa è una delle prime biblioteche ad alta quota. All'interno si possono trovare libri di tutti i tipi anche in lingua straniera ma anche laboratori e spazi gioco per i più piccoli. Il successo è tanto che quest'anno la biblioteca all'interno dell'igloo cerca personale 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato