Contenuto sponsorizzato

Realtà virtuale, cyber bullismo ed emozioni nell’era digitale: tutto pronto per Educa a Rovereto

La tecnologia sta cambiando gli ''algoritmi educativi'' della nostra società nelle scuole come a casa. Da venerdì 13 aprile a domenica 15 nella Città della Quercia si terrà la nona edizione del Festiva dell'Educazione

Di Irene Allegranti - 12 aprile 2018 - 12:50

ROVERETO. "Algoritmi educativi. Responsabilità e spirito critico nel tempo delle nuove tecnologie". Questo il titolo della nuova edizione di Educa che da venerdì 13 a domenica 15 si terrà in vari luoghi di Rovereto. Realtà virtuale, cyber bullismo, tecnologia nelle scuole e a casa, game design, emozioni nell’era digitale, sono solo alcuni dei molti temi proposti per una serie di temi attuali e cruciali per la crescita e l'educazione dei nostri figli e dei nostri genitori che verranno analizzati e affrontati con spettacoli e laboratori, conferenze e attività animate.

 

I numerosi ospiti di questa nona edizione ci daranno spunti per pensare e ri-pensare cosa significa oggi essere creativi, comunicare, essere genitori, essere umani, entrare in relazione. Ricca è l’offerta di laboratori pratici per tutte le età. Eccone un assaggio: "Non dire ‘cheese’!", gioca a sovvertire i ruoli di fotografo e soggetto.

 

"Noi adulti fotografiamo molto spesso i bambini - si legge nella presentazione della tre giorni di Rovereto -. Ma come vive un bambino questo atto? Come costruisce la propria identità attraverso queste immagini?”. Bambini dai 2 ai 6 anni si trasformeranno in provetti fotografi, mentre i genitori si ritroveranno dall’altra parte dell’obbiettivo, ad assecondare le varie richieste di posa e scenografia.

 

In "Ho l’ernia all’hard disk" si tratterà di postura nell’era digitale. Si esplorerà il modo in cui l’uso di computer, smartphone e tablet influisce sul nostro benessere fisico. Guidati da esperti, i partecipanti potranno sperimentare una serie di esercizi mirati a correggere posizioni scorrette e prevenire molte patologie sempre più diffuse.

 

La narrazione interattiva e la clay animation saranno al centro di "Il mio avatar in plastilina", in cui l’artista Benedetta Frezzotti e la sua app aiuteranno un gruppo di bambini tra i 6 e gli 11 anni a plasmare manualmente dei propri alter-ego e a dar loro vita in un racconto animato.

 

E poi saranno tantissimi gli incontri e le conferenze alle quali parteciperà anche il Dolomiti con un incontro dal titolo "Cyberbullismo: fermarlo si può". Ma gli eventi sono davvero tantissimi (QUI IL PROGRAMMA COMPLETO) e tutti di altissimo livello. In questi giorni cercheremo di presentarne qualcuno, senza spoilerare troppo.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 gennaio - 18:41
Diversi gli interventi della macchina dei soccorsi sulle piste trentine, l'evento più grave nella skiarea di Primiero San Martino di Castrozza. Un [...]
Montagna
29 gennaio - 18:10
La lupa Giulietta è morta? È una domanda che si sono fatti in molti ora però dal Parco naturale arriva una prima conferma: “È scomparsa dalla [...]
Cronaca
29 gennaio - 17:54
I due scialpinisti a seguito di una caduta non erano più in grado di proseguire nell'attività sportiva. A intervenire il soccorso alpino in quad [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato