Contenuto sponsorizzato

Sei personaggi "mangiati" dal lavoro

Torna la rassegna "La bella stagione" del Teatro Portlan e venerdì va in scena "Sempre domenica" della giovane compagnia Controcanto Collettivo che con questa proposta ha vinto il premio In-Box per gli emergenti. Al centro la "visione del futuro" dei trentenni. Un coro di anime, una sinfonia di destini. Prima dello spettacolo l'incontro di Spettatore Accorto

Pubblicato il - 10 gennaio 2018 - 15:38

TRENTO. Primo appuntamento del nuovo anno con La Bella Stagione. Venerdì 12 arriva al teatro Portland la compagnia Controcanto Collettivo, nata nel 2010 per volontà e urgenza di una regista, allora trentenne, e di un gruppo di giovanissimi attori.

 

 A Piedicastello porteranno Sempre Domenica, spettacolo vincitore del prestigioso Premio In-Box 20 17, riconoscimento  che mira a selezionare e promuovere alcune delle esperienze produttive più interessanti della scena emergente italiana. Sempre Domenica è un lavoro sul lavoro che racconta la visione del futuro, soprattutto professionale, dei giovani trentenni di oggi. Vengono sottolineati nello spettacolo gli ostacoli che si interpongono tra il mondo del lavoro, l'acquisizione di esperienze professionali e la generazione dei "nostri figli". 

 A raccontare questa storia, diretti da Clara Sancricca, ci saranno sei attori, tutti d'età compresa tra i 20 ed i 28 anni: Federico Cianciaruso, Fabio De Stefano, Riccardo Finocchio, Martina Giovanetti, Andrea Mammarella, Emanuele Pilonero ovvero, giovani neodiplomati e laureati che ben conoscono la realtà che portano in scena. Rimanendo rigorosamente seduti su sei sedie, disposte ordinatamente in fila di fronte al pubblico, gli attori ci appaiono in eterno movimento: si accendono e si spengono aprendo e chiudendo scenari e caratteri di un’umanità piccolo borghese, di quella che ci prova ogni giorno ad arrivare alla fine del mese, che fa i conti con la propria esistenza. Uno spettacolo che evoca la tradizione della commedia all'italiana portando in scena sfide attuali attraversate da frammenti di umanità vera, tessendo la trama sottile dei moti e dei vuoti dell'animo umano.

 Sul palco sei voci e un intrico di vite: al microscopio la trama sottile dei moti e dei vuoti dell'animo umano. Sempre domenica è un lavoro sul lavoro. È un lavoro sul tempo, l’energia e i sogni che il lavoro quotidianamente mangia, consuma, sottrae. Sul palco sei attori su sei sedie, che tessono insieme una trama di storie, che aprono squarci di esistenze incrociate. Sono vite affanccendate nei quotidiani affanni, vite che si arrovellano e intanto si consumano, che a tratti si ribellano eppure poi si arrendono, perché in questo carosello di moti e fallimenti è il lavoro a suonare la melodia più forte, quella dell’ineluttabile, dell’inevitabile, del così è sempre stato e del sempre così sarà. 

 
 Sempre domenica è un coro di anime, una sinfonia di destini. Ma è – soprattutto - un canto d’amore per gli esseri umani, per il nostro starcene qui frementi eppure inchiodati, nell’immobilità di una condizione che una tenace ideologia ci fa credere da secoli non tanto la migliore, quanto l’unica – davvero? – possibile.

 La Bella Stagione del Teatro Portland si arricchisce ulteriormente quest’anno con lo Spettatore Accorto, un percorso formativo gratuito parallelo alla  Bella Stagione. Un approfondimento tematico e formativo che si tiene alle ore  19.30 ogni venerdì di programmazione della rassegna che si propone di presentare in modo leggero alcune visioni utili ad acquisire qualche piccolo strumento in più per diventare più ricettivi alla poesia della scena. Questa settimana affiancherà Enrico Piergiacomi, Paolo Vicentini con il contributo aggiuntivo della compagnia Controcanto Collettivo. Ogni appuntamento di Spettatore Accorto può essere visto come un evento a sè e si giova della competenza dello studioso Enrico Piergiacomi, dei docenti della scuola di teatro Portland e della  collaborazione delle compagnie ospitate. L'entrata è libera per i possessori del biglietto dello spettacolo, previa prenotazione presso la biglietteria del Teatro Portland.
 Ecco l'intervista a Clara Sanricca, regista di Sempre Domenica, prima di una replica a Bologna

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
26 maggio - 06:01
Numeri che preoccupano le autorità sanitarie perché la protezione è destinata a calare con il trascorrere dei mesi. Il rischio è quello di una [...]
Cronaca
25 maggio - 21:00
Sono allarmanti i risultati emersi dal primo rapporto sulle violenze subite sul posto di lavoro dagli infermieri in Italia: nell'ultimo anno il [...]
Cronaca
25 maggio - 20:38
All'incontro organizzato da Confcommercio Trentino si è parlato di turismo sostenibile, mantenendo il focus sull'accessibilità delle destinazioni [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato