Contenuto sponsorizzato

Y Generation, giovani in movimento

Da oggi a sabato nelle strade e nei teatri della città il festival della danza e delle espressività dei ragazzi proposto dal Centro Santa Chiara per la terza volta con un crescendo di interesse e curiosità. Performance estemporanee dall'Italia e dall'estero per testimoniare una grande vitalità e con la voglia di stupire e coinvolgere gli spettatori. Un fitto calendario di appuntamenti da mattina a sera

Pubblicato il - 17 ottobre 2018 - 07:16

TRENTO.   Prende il via mercoledì 17 ottobre 2018 la III edizione di Y GENERATION FESTIVAL, festival di danza e teatro danza per le nuove generazioni, promosso dal Centro Servizi Culturali S. Chiara. L’evento è realizzato sotto la direzione artistica di Giovanna Palmieri che tre anni fa ha avuto la coraggiosa intuizione di dedicre una  rassegna tra strada, teatri e luoghi irrituali all'espressività artistica giovanile.

 

Fino a sabato 20 ottobre la città di Trento verrà animata da grandi spettacoli nazionali ed europei, momenti di approfondimento e confronto con operatori e artisti, ma anche tanto divertimento, per quattro giorni interamente dedicati ai linguaggi della danza per ragazzi.

 Forte della curiosità e dell’interesse suscitati dalle prime due edizioni tra operatori e pubblico, Y Generation sempre più chiaramente vuole farsi riconoscere come punto di riferimento nazionale sul tema, offrendo una mappatura del settore in Italia e in Europa e rivolgendo quest’anno lo sguardo a tre aree europee specifiche: il nord di Belgio e Olanda, le zone di confine tra l’Austria e i Balcani e infine l’area mediterranea di Spagna e Italia; artisti e organizzatori di quelle zone sono stati invitati a mostrare il proprio lavoro e a partecipare a un confronto reciproco per offrire un assaggio di ciò che accade nel panorama della danza per il nuovo pubblico.

 Si comincia oggi con una prima giornata ricca di interessanti proposte, che si aprirà alle ore 9.00 presso la Sala “Anna Proclemer” del Teatro Sociale con «DA DOVE GUARDI IL MONDO?», spettacolo vincitore del Premio Scenario infanzia 2017, ideato e interpretato dalla giovane coreografa Valentina Dal Mas – allieva di Carolyn Carlson -, in co-produzione con la Compagnia Abbondanza/Bertoni e Teatro La Piccionaia.

 

Uno spettacolo adatto ad un pubblico tra gli 8 e i 13 anni, che intende affrontare con delicatezza il tema del rispetto della diversità e dei tempi di apprendimento di ciascun bambino e della sua relazione con il mondo degli adulti e delle regole. Alle ore 9.30, invece, il Foyer del Teatro Auditorium si riempirà con un’installazione performativa, in prima nazionale, a cura del collettivo croato Vrum, dal titolo «DANCE MUSEUM»: attraverso il gioco e l’esplorazione delle diverse stanze che compongono l’installazione, i bambini avranno l’opportunità di apprendere i diversi elementi di una performance. Un’esperienza stimolante e interattiva, nella quale i bambini, accompagnati dai performer, potranno scoprire aspetti nascosti della danza e della propria creatività. L’esperienza verrà replicata alle ore 11.00 e alle ore 14.00.

  Proseguendo con il programma, alle ore 11.00 il Teatro Sociale ospiterà «L’UCCELLO DI FUOCO», spettacolo messo in scena dalla compagnia Teatro Gioco Vita – con i disegni di Enrico Baj - che, a quasi venticinque anni dalla prima versione, ripropone uno dei suoi lavori più importanti: uno spettacolo di ombre e danza - interamente costruito sul “racconto coreografico” che Igor Stravinsky compose nel 1909 per i Balletti Russi – raccontato attraverso la musica e la danza. Un momento nel quale immagini e danza trovano un equilibrio senza mai rinunciare alla propria natura espressiva e in costante dialogo con la musica.

  Infine, alle ore 16.00, l’appuntamento per il pubblico è in Piazza Fiera con l’Inaugurazione e apertura del Festival, affidata come da tradizione a performance urbane nel centro storico. I protagonisti di quest’anno saranno i componenti della compagnia italiana Arearea con «RUEDIS_RUOTE DI CONFINE», spettacolo itinerante articolato in quattro scene (1913 secondo Duchamp, Trincea, Muto, Orizzonti), che attraverserà le strade del centro, ripercorrendo alcuni momenti salienti della Prima Guerra Mondiale.

   La prima giornata del festival si concluderà alle ore 18.00, in piazza Cesare Battisti, con il flash mob a cura delle scuole di danza «THE NELKEN – Line by PINA BAUSCH», progetto della Pina Bausch Foundation che rende omaggio all’indimenticata coreografa, invitando a danzare una delle sue sequenze più famose, tratte dallo spettacolo “Nelken” del 1982 (la Nelken-Line appunto), in cui semplici ma precisi gesti raccontano l’avvicendarsi delle stagioni mentre i danzatori procedono in fila indiana.
        Per rimane aggiornati sul programma di Y Generation Festival consultare il sito www.yfestival.it

 

  DOMANI

    La seconda giornata, in programma giovedì 18 ottobre a Trento, inizierà alle ore 9.30 presso il Foyer del Teatro Auditorium, per l’occasione riempito con un’installazione performativa - in prima nazionale - a cura del collettivo croato Vrum, dal titolo «DANCE MUSEUM»: attraverso il gioco e l’esplorazione delle diverse stanze che compongono l’installazione, i bambini avranno l’opportunità di apprendere i diversi elementi di una performance. Un’esperienza stimolante e interattiva, nella quale i bambini, accompagnati dai performer, potranno scoprire aspetti nascosti della danza e della propria creatività. L’esperienza verrà replicata alle ore 11.00 e alle ore 14.00.

  Il secondo appuntamento di questa seconda giornata è in programma al Teatro SanbàPolis di Trento. Alle ore 11.00 la compagnia olandese Arch8 proporrà, in prima nazionale, «TETRIS», spettacolo vincitore del People’s Choice Victor Award Al Ipay 2016 di Montreal. Prendendo spunto dall’omonimo videogioco, l’eclettico coreografo Erik Kaiel – noto per le sue creazioni di parkour – darà vita a una performance in cui quattro bravissimi interpreti sapranno creare i blocchi colorati del gioco, assumendo le posizioni e le forme più impensabili.

Una performance estremamente fisica, che esplora le possibilità di connessione tra i corpi e invita tutti gli spettatori, grandi e piccini, ad entrare nel gioco. A seguire, sempre al Teatro SanbàPolis, a partire dalle 14.30, una delle novità di quest’anno, «CollaborAction KIDS», nuova azione di Anticorpi XL – primo Network italiano per la giovane danza d’autore – che offre attenzione, visibilità e valorizzazione alla produzione di spettacoli di danza rivolti al pubblico giovane. Per quest’occasione sono stati selezionati 6 progetti rivolti a un pubblico di età compresa tra i 3 e i 14 anni, presentati in forma di studio: Volumi – Alice Ruggero, Tommaso Ruggero, Morfeo -  Marta Bevilacqua, Oltremai - Lucrezia Maimone, Il mio Giardino – Letizia Fata, Libra – Silvia Bennet, Rosaspina – Cecilia Ventriglia.
 

 A concludere la seconda giornata di Y Festival ci penserà «#FOMO», spettacolo vincitore del Premio Federale Austriaco per le Performing Arts - in prima nazionale - in programma alle ore 20.30 al Teatro Sociale di Trento. Portato in scena dalla compagnia austriaca Hungry Sharks e coreografato dal pluripremiato Valentin Alfery, lo spettacolo mixa i diversi stili hip hop per domandarsi se la tecnologia sia davvero un vantaggio per la nostra esistenza. 

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 novembre 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 novembre - 12:39

Il commissario Bertuol ha convocato l'assemblea dei soci con all'ordine del giorno l'elezione delle cariche sociali. Federcoop e assessorato valutano di allungare i tempi del commissariamento in attesa che la magistratura arrivi alla conclusione delle indagini preliminari

16 novembre - 23:12

A dare l'allarme la donna. Per alcune ore si è pensato che l'uomo potesse essere asserragliato all'interno della sua abitazione e quindi la frazione di Costa è stata completamente isolata e sul posto è stato mandato anche il negoziatore

17 novembre - 12:35

E' successo due giorni fa sulla linea 6. L'uomo ha finto di obliterare un ticket già utilizzato più volte. L'autista se n'è accorto e ne è nata una lite

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato