Contenuto sponsorizzato

Una scimmia gigante spunta dal bosco: è il Ledro Land Art Fest 2019

Da venerdì 5 luglio 15 artisti si alterneranno per tre giorni di festa in mezzo ai boschi di Pur sulle sponde del lago di Ledro. Musica e spettacoli coincideranno con l’inaugurazione delle nuove opere d’arte di Ledro Land Art. “Il bosco trema la scimmia sale – avvisano gli organizzatori – saranno tre giorni indimenticabili”

Pubblicato il - 04 luglio 2019 - 09:43

LEDRO. Una scimmia gigante che spunta dal bosco per abbracciare la malga, è l’ultima trovata del collettivo di ‘Made in Cita’ nato lo scorso anno con l’obiettivo di diffondere buone pratiche in tema di ambiente e ravvivare lo spazio di Ledro Land Art. L’evento si svolge nella magnifica cornice di Malga Cita, da cui prende il nome il collettivo, “Un gioco di parole tra la mitica scimmia di Tarzan e il nome della località” incastonata nella pineta di Pur sulle sponde del lago di Ledro. Tre giorni di festival (Qui il programma completo) che sono il frutto di un percorso iniziato assieme al piano giovani di zona dell’Alto Garda e Ledro, ente guidato da Francesco Picello, che ogni anno eroga i fondi a sostegno della progettualità giovanile.

 

Venerdì 5 luglio si rompe il ghiaccio alle 18:00 con un aperitivo dove si esibiranno vari artisti della zona: Remo'o, che con i suoi vinili diffonderà ritmi che spazieranno dal funky all’afrobeat, poi sarà la volta di Melica Duo e Banda Balocchi due band locali. A chiudere la serata ci penseranno due Dj, Dreadlion Firestarter Sound e Syaka TNE.

 

 

Sabato mattina alle 10.00 si inaugureranno invece le due nuove opere recentemente create a Ledro Land Art e selezionate fra 23 proposte pervenute.  Gli artisti selezionati quest'anno sono il bulgaro Rumen Dimitrov e il collettivo italiano Team 00 con le rispettive opere ‘cloud tree’ e ‘reflective grove’.

Soddisfatto Massimiliano Rosa curatore dello spazio artistico: “Ledro Land Art ora ha bisogno di fare un importante passo in avanti, dobbiamo far sì che quest'iniziativa oltre ad essere una proposta turistica e culturale, diventi anche l'occasione di creare qualche posto di lavoro per giovani del posto”. Ma per raggiungere questo obiettivo spiega Rosa: "Credo sia indispensabile cambiare marcia e per farlo servono delle scelte importanti e lungimiranti”.

 

Ad ogni modo, la giornata di sabato proseguirà con l’esibizione degli artisti di punta del festival: Gaindé, Foxford, Noirêve, Remo'o, ma soprattutto ‘Uccelli’ progetto sperimentale che vede impegnati Gioacchino Turù, Davide Panizza e Nicola Di Gregorio quest’ultimi saliti alla ribalta delle cronache per aver dato vita al collettivo trentino Pop X.

 

Il giorno successivo, domenica 7 luglio, dalle 10:30 spazio a Ledro Land Art Magic, show a metà fra il teatro e lo spettacolo di magia che si svolgerà all’interno delle magnifiche atmosfere create dalle opere di land art. Da mezzogiorno invece sarà servita la polenta. Durante il pomeriggio workshop a cura delle associazioni Rotte Inverse e Ledro Inselberg. Mentre alle 17 presentazione del romanzo ‘L'Organizzazione’ a cura di ‘Cannibali e Re’ progetto nato sulla rete per raccontare la storia degli ultimi.

 

Infine spazio alle ultime performance musicali di: ADD Project, De Marti Club, Fan Chaabi. Con il calare della notte e in chiusura del festival arriva il mangiafuoco Yassin Kordoni che intratterrà i presenti facendo danzare le fiamme. Per tutte e tre le giornate saranno attivi il servizio bar e la cucina, con tante proposte per accontentare tutti. “Contiamo di replicare il successo dello scorso anno – concludono gli organizzatori – vi promettiamo che non vi annoierete nemmeno per un momento”.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 19:10

A lanciarlo il segretario del Partito Autonomista: "Assieme possiamo fare anche massa critica per portare avanti un certo tipo di istanze".  L'appello è rivolto alle forze di centro e autonomiste. Il segretario: "Assistiamo ad un crescendo di malessere tra i moderati nei confronti dei partiti nazionali''

23 settembre - 19:38

La città gardesana è stata scelta perché da anni ospita una comunità molto attiva di raeliani che promettono: “Entro il 2035 gli Elohim giungeranno sulla terra ma solo dopo che la loro ambasciata sarà costruita”

23 settembre - 19:09

Il 19 settembre 2019 il Parlamento approva una mozione che mette sullo stesso piano in nome della memoria condivisa il nazionalsocialismo e il comunismo. Ma la misura, volta a compiacere i governi dell'Est Europa, non comprende la complessità della Storia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato