Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, la 68a edizione del Trento Film Festival si terrà tra agosto e settembre. E intanto l'organizzazione rende disponibili online i film degli scorsi anni

Il presidente Mauro Leveghi e la direttrice Luana Bisesti hanno comunicato in una lettera aperta l'intenzione di tenere comunque il Trento Film Festival, spostato a causa del Coronavirus. La più importante rassegna cittadina e tra le maggiori nel mondo sulla montagna, si terrà dal 27 agosto al 2 settembre 2020

Pubblicato il - 22 aprile 2020 - 13:00

TRENTO. “Il Trento Film Festival c'è”. Comincia così la nota rilasciata dagli organizzatori del più importante festival cittadino, che dopo la decisione obbligata di sospenderlo era stata comunicata ancora a inizio marzo. Con una lettera aperta a firma del presidente Mauro Leveghi e della direttrice Luana Bisesti, sono state comunicate le nuove date per la 68ª edizione: il Trento Film Festival si terrà dal 27 agosto al 2 settembre 2020.

 

Tale scelta verrà accompagnata da una serie di precauzioni imposte dall'emergenza sanitaria, mentre fino ad ora l'organizzazione aveva adottato misure per lo smartworking del proprio staff e per la visione online di alcuni film e dei documentari passati nelle scorse edizioni. Attraverso la piattaforma di streaming #Casabase, il Film Festival ha infatti messo gratuitamente a disposizione del pubblico delle pellicole nelle versioni esclusive sottotitolate in italiano.

 

Di seguito pubblichiamo il teste della lettera firmata da Leveghi e Bisesti:

 

Care amiche e amici del Trento Film Festival, in questo periodo di emergenza contrassegnato da un intenso coinvolgimento collettivo, come Trento Film Festival abbiamo avvertito ancora più forte il dovere e la responsabilità del nostro lavoro, nella nella consapevolezza che istituzioni come la nostra possano offrire un’occasione per sentirsi ancora più vicini, pur dovendo rimanere in questo momento lontani gli uni dagli altri, nell’attesa di poterci riabbracciare.

 

Abbiamo quindi lavorato – e lo stiamo facendo tutt’ora – per rendere più serena la vita domestica del nostro pubblico e di tutti gli amanti del cinema e delle culture di montagna, consigliando visioni e letture su Facebook con l’hashtag #Casabase, e realizzando una nuova piattaforma di visioni in streaming operativa da oggi, mercoledì 22 aprile, sulla quale renderemo fruibili gratuitamente molti film e documentari protagonisti delle passate edizioni del festival, nell’esclusiva versione sottotitolata in italiano. La piattaforma, riprendendo l’hashtag di successo, si chiamerà anch’essa #Casabase.

 

Ma il nostro lavoro si è rivolto soprattutto alla riprogrammazione della 68. edizione del festival che, come noto, abbiamo dovuto rinviare, individuando delle nuove date che oggi abbiamo il piacere di condividere con tutti voi: la 68. edizione del Trento Film Festival si svolgerà dal 27 agosto al 2 settembre 2020.

 

La situazione di emergenza che stiamo vivendo e le normative che saranno emanate per la ripartenza imporranno nuove narrazioni e nuovi strumenti, che stiamo valutando per arrivare preparati all’appuntamento con il nostro pubblico, per continuare a raccontare le culture di montagna, il senso del limite come ripensamento dei nostri modelli di vita e di sviluppo, il rapporto tra uomo e natura, da sempre focus della manifestazione e che, proprio in questo momento, sentiamo ancora più vicini.

 

Dal 1952 il Trento Film Festival ha cambiato nome, pay off, logo, ha esplorato nuovi argomenti e aperto i propri orizzonti, ha riempito di contenuti luoghi di Trento sempre nuovi, ma non ha mai smesso di essere il più importante appuntamento internazionale sul cinema e le culture di montagna: da sessantotto edizioni il festival è un’officina culturale che non smette mai di innovare contenuti e format.

 

Anche per questo abbiamo quindi pensato di rinnovarci ulteriormente, trovando diverse strade e modalità di fruizione, a cominciare dalla creazione di una nuova “sezione”: T4F – Trento Film Festival For Future, un ricco programma di proiezioni, laboratori di educazione all’immagine e attività pensato per promuovere lo sviluppo sostenibile, la tutela della montagna e l’educazione alla cittadinanza globale. T4F prevede anche attività formative rivolte ai docenti nel corso di tutto l’anno scolastico e la messa a disposizione di un kit didattico dedicato alle scuole, per promuovere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030. In questa fase emergenziale lo abbiamo reso disponibile anche in versione streaming: una nuova possibilità per insegnanti e studenti che fanno lezioni da remoto.

 

In attesa di svelare il programma che dal 27 agosto al 2 settembre accenderà i riflettori sulla 68. edizione del Trento Film Festival, il nostro team continua a lavorare a pieno ritmo: seguiteci su Facebook, sul sito web e tramite la nostra newsletter, e non perdetevi nessuna delle attività che, anche in questa fase difficile, continuiamo a proporre".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 11:45

I due consiglieri provinciali hanno sfoderato uno l'immagine del Grinch l'altro quella trita e ritrita del ''sindacalista di sinistra'' ma il capolavoro è dell'assessore al turismo che parla di ''danno enorme per l'economia della città di Trento e per l'immagine dell'intero Trentino''. Proprio lui autore della legge sulle chiusure domenicali nel momento dove serviva spingere al massimo l'economia e che ha direttamente bollato Trento e molte altre località come ''non turistiche''

20 ottobre - 11:25

Le due deputate pentastellate Doriana Sarli e Carmen Di Lauro sono riuscite "dopo quasi dieci ore di attesa" a entrare nel centro del Casteller. Giunte per "constatare la situazione dei 3 orsi", si erano viste negare l'accesso dalla Provincia e dai gestori, rivolgendosi allora ai carabinieri di Trento. "Abbiamo verbalizzato una denuncia. Gli orsi stanno bene ma gli spazi sono inadeguati. Devono essere liberati"

20 ottobre - 11:57

Il bollettino Coronavirus dell'Azienda sanitaria altoatesina conta oggi ben 209 casi in più. Un numero altissimo, mai registrato in 24 ore. Il tasso contagi/tamponi schizza così all'11,5%, con un bilancio provvisorio che cresce e supera i 5000 contagiati da inizio epidemia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato