Contenuto sponsorizzato

TEDxTrento torna in edizione "home edition". Sei i temi che saranno trattati: dalle fake news allo studio dei disturbi neurologici

Sabato 14 novembre, dalle 16.30, per la prima volta in diretta telematica torna l’appuntamento con gli spunti e la riflessione di TEDx, promosso in collaborazione con l’Università di Trento. Collegarsi è gratuito e aperto a tutti

Pubblicato il - 11 novembre 2020 - 11:42

TRENTO. Sono già centinaia le iscrizioni per la nuova edizione di TEDxTrento, che si terrà quest’anno in una speciale “home edition”, comodamente collegati da casa. Lo spostamento online di questa ottava edizione non ha scoraggiato l’entusiasmo di tanti che si sono già registrati per partecipare sabato prossimo alla manifestazione che si aprirà alle 16:30 in diretta sui canali Facebook, Youtube e sul sito.

 

Sei relatori - tre donne e tre uomini - si alterneranno sul bollo rosso virtuale di TEDxTrento per condividere idee, ricerca, spunti e riflessioni che sono alla base di ogni evento TEDx. L’evento terminerà alle 19 circa. Collegarsi è gratuito e aperto a tutti ma è gradita la registrazione su eventbrite (link sul sito TEDxTrento o nella pagina Facebook dedicata all’evento).

 

Le relatrici e i relatori di questa edizione sono:

 

Cristina Rigutto, Social Media Editor della pubblicazione Public Understanding of Science e coordinatrice del Master in Comunicazione della Scienza e dell’Innovazione dell’Università di Trento parlerà di fake news.

 

Libertario Demi, ricercatore al Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell'Informazione dell'Università di Trento e direttore di ULTRa (Ultrasound Lab Trento) che interverrà sulle applicazioni di imaging medicale delle tecnologie a ultrasuoni.

 

Francesca Gino, professoressa alla Harvard Business School e consulente di comunicazione spiegherà il ruolo del mediatore culturale e l’importanza di saper ascoltare.

 

Simone Pedretti, imprenditore e vicepresidente degli industriali e dirigenti UCID (Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti) e presidente del gruppo giovani tratterà dell’emergenza come “acceleratore etico”.

 

Caterina Mainero, professoressa associata di Radiologia alla Harvard Medical School e direttrice della ricerca sulla sclerosi multipla all'Athinoula A. Martinos Center for Biomedical Imaging del Massachusetts General Hospital di Boston illustrerà i nuovi sviluppi tecnici nell'imaging RM per studiare i disturbi neurologici, soprattutto malattie della sostanza bianca del sistema nervoso centrale, tra cui sclerosi multipla ed emicrania.

 

Massimo De Donno, esperto di apprendimento strategico, spiegherà come sia possibile riappropriarsi della propria intelligenza, migliorandone il potenziale.

 

Lo streaming dei vari interventi rimarrà disponibile fino alle ore 24 di sabato, mentre nei giorni successivi all’evento saranno resi disponibili sugli stessi canali online i singoli video degli interventi.

 

L’evento è organizzato indipendentemente da TEDXTrento in collaborazione con l’Università di Trento, Cassa Centrale Banca, Cassa Rurale AltaValsugana, Praim Srl, SP broker, Italnolo, Co di Pra e Asnacodi, Associazione Artigiani, Esperia Print Evolution, TAG Artigianelli, Sicurello, Pervoice, MUSe Museo delle Scienze, NH Hotel Trento e con il patrocinio della Provincia autonoma di Trento e del Comune di Trento.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 gennaio - 19:33

Sono 256 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 41 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 3 decessi. Sono 13 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

25 gennaio - 19:13

Il tribunale accoglie il ricorso della Filcams, Bassetti e Delai. "I diritti valgono per tutti i lavoratori, anche quelli più deboli. La Provincia, come ente appaltante, avrebbe dovuto pretenderlo: atteggiamento grave e inadeguato di piazza Dante"

25 gennaio - 17:12

E' uno dei ponti più importanti che ci sono al confine tra Lombardia e Trentino. Siamo tra Lodrone e Bagolino e da anni il consigliere Marini chiede risposte alla Pat: ''L’unica realtà tangibile è che il ponte nuovo, ultimato nel 2017 al prezzo di alcuni milioni di euro pubblici, non è mai stato aperto, mentre quello del 1906 che tiene in piedi praticamente tutto il traffico abbisogna di interventi urgenti perché ormai cade a pezzi''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato