Contenuto sponsorizzato

Il libro made in Trentino, ''Diario del nostro tempo sospeso'' dell'associazione Mafalda premiato al Concorso Letterario Città di Grottammare''

Il libro parla di quel ''tempo sospeso'' che tutti noi abbiamo vissuto durante i mesi di lockdown e nasce non solo per raccontare le storie delle diverse persone che hanno partecipato al progetto ma anche per aiutare uno dei reparti che più si è speso in questo lunghissimo anno e mezzo di dolore, malattia, solitudine e morte, salvando la vita a tantissime persone: quello di Anestesia e Rianimazione dell'Ospedale Santa Chiara di Trento

Pubblicato il - 03 giugno 2021 - 17:37

TRENTO. ''Segnalazione di merito per tematica sociale'', questo il prestigioso riconoscimento ottenuto dal libro “Diario del nostro tempo sospeso” realizzato dall'associazione socio-culturale di Trento, Mafalda. Un riconoscimento arrivato nell'ambito del 12° Concorso Letterario ''Città di Grottammare'' che può contare su una giuria altamente qualificata presieduta da Filippo La Porta, prestigioso saggista, giornalista e critico letterario.

 

Il libro parla di quel ''tempo sospeso'' che tutti noi abbiamo vissuto durante i mesi di lockdown e nasce non solo per raccontare le storie delle diverse persone che hanno partecipato al progetto ma anche per aiutare uno dei reparti che più si è speso in questo lunghissimo anno e mezzo di dolore, malattia, solitudine e morte, salvando la vita a tantissime persone: il reparto di Anestesia e Rianimazione dell'Ospedale Santa Chiara di Trento. Il ricavato della vendita del libro (a offerta libera) è, infatti, devoluto a loro, a chi è stato in primissima linea nel tentativo di salvare più persone possibili (per acquistare una copia di “Diario del nostro tempo sospeso”, basta chiamare il 348.3547203).

 

“La quarantena – aveva spiegato Carolina Marangoni, presidente di Associazione Mafalda a il Dolomiti il giorno del lancio del libro – è stata un’esperienza forte, condivisa globalmente, che però ognuno di noi ha vissuto a modo suo, in una sorta di prisma individuale”. “Diario del nostro tempo sospeso” nasce proprio dalla volontà di raccontare il lockdown attraverso tante voci diverse, e raccoglie così le impressioni non solo delle socie di Associazione Mafalda, ma anche di medici, esponenti del mondo scientifico e istituzionale, giuristi, professori universitari, insegnanti, giornalisti ed economisti.

 

 

Marangoni si era attivata sin da inizio quarantena per mettere insieme queste voci, e il libro è stato scritto e stampato in soli due mesi. “L’invito per tutti è stato quello di sentirsi liberi – completava Marangoni - senza vincoli né parametri. Quello che troverete nelle prossime pagine è stato ciò che ciascun coautore ha scritto: senza censure, senza correzioni, senza modifiche. Libera espressione della dimensione intima, umana, familiare e lavorativa di ognuno”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 2 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
04 agosto - 10:37
Prosegue senza sosta il lavoro del contingente trentino tra riunioni di coordinamento, attività di prevenzione e pattugliamento [...]
Cronaca
04 agosto - 10:15
Jerry è scappato di casa lo scorso venerdì 30 luglio. E' tutto verde con un ciuffetto giallo sulla fronte
Ambiente
04 agosto - 09:49
Alcuni attivisti “No-A31” hanno consegnato a nome della comunità di Terragnolo materiali informativi contro la grande opera [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato