Contenuto sponsorizzato

'Invito alla vita': Fuani Marino presenta Svegliami a mezzanotte, il libro che rompe il silenzio sul tabù del suicidio

L'obiettivo dell'iniziativa organizzata dall'associazione Ama, in collaborazione con le librerie Due punti di Trento, il Ponte di Borgo Valsugana e La piccola libreria di Levico Terme, è di sensibilizzare la cittadinanza sulla tematica del suicidio. 'Svegliami a mezzanotte' verrà presentato venerdì 25 giugno alle 18 al LiberCafè in piazza Dante

Di Chiara Crea - 21 giugno 2021 - 19:49

TRENTO. “Un libro incandescente: una storia di luce scritta da chi ha attraversato la notte”, così è stato descritto 'Svegliami a mezzanotte' di Fuani Marino, il libro che venerdì 25 giugno alle 18 verrà presentato al LiberCafè in piazza Dante in occasione del progetto 'Invito alla vita' del gruppo Ama di Trento. Si tratta di una testimonianza che va ben oltre la sensibilizzazione su un tema delicato come il suicidio e che imprime nero su bianco una storia di dolore e al contempo di rinascita. Il progetto, nato per favorire la prevenzione del suicidio in Trentino, è organizzato dal gruppo Ama in collaborazione con le librerie due punti di Trento, il Ponte di Borgo Valsugana e La piccola libreria di Levico Terme e si propone di presentare un libro per sensibilizzare la cittadinanza alla tematica del suicidio.

 

In 'Svegliami a mezzanotte', Fuani è sia narratrice che protagonista nei panni di una giovane donna di 32 anni e madre di una bimba di quattro mesi che, in un caldo pomeriggio di luglio, decide di togliersi la vita gettandosi dal quarto piano di una palazzina. Perché l'ha fatto? Non lo sappiamo. E forse, in quel momento non lo sa nemmeno lei. Una cosa però la sappiamo di sicuro: quel tentativo di suicidio non ha avuto successo.

 

Fuani Marino decide quindi di usare gli strumenti della letteratura per ricostruire una storia vera, la propria, facendo un'analisi lucida delle cause e degli eventi che l'hanno spinta a lanciarsi nel vuoto da quella palazzina, approfondendo la tematica del suicidio a 360°.

 

Una tematica di cui si parla ancora troppo poco e attorno alla quale aleggiano parecchi tabù, ma che è tremendamente diffusa. Secondo l’Oms si stima che nel mondo oltre 800.000 persone muoiano ogni anno togliendosi la vita e che ogni decesso sia preceduto da più tentativi di suicidio. Per quanto riguarda i dati del Trentino, ogni anno si stimano tra i 40 e i 50 casi di suicidio

 

Gli aiuti che l'associazione Ama offre sono diversi: numerosi sono i gruppi di auto mutuo aiuto per persone che vivono situazioni di fragilità e gruppi per familiari che hanno perso un loro caro per suicidio attivi sul territorio; inoltre il progetto Invito allo Vita mette a disposizione una linea telefonica gratuita di ascolto al numero 800-061650, attiva dalle 7 del mattino all1 di notte, a cui rispondono persone accoglienti, formate ad ascoltare in modo attivo e non giudicante. Partendo dal presupposto che il suicidio è un evento che non può rimanere confinato esclusivamente in una dimensione privata ma è un fatto sociale, le azioni di prevenzione hanno quindi l’obiettivo di sensibilizzare la comunità cercando di combattere i pregiudizi che attanagliano tematiche come depressione, malattia mentale o, appunto, il suicidio.

 

Questo il consiglio di Fuani Marino: “Mi sento di dire a chiunque si trovi a dover affrontare un evento del genere, di avere un atteggiamento di indulgenza e comprensione. Ogni tentativo di suicidio è frutto di uno stato di grande sofferenza e angoscia. A nulla serve colpevolizzarsi o colpevolizzare”. 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 luglio - 10:27
Le condizioni del centauro sono apparse subito molto gravi. I sanitari dell’equipe medica hanno tentato di rianimare il motociclista purtroppo [...]
Cronaca
25 luglio - 10:58
Notte impegnativa per i carabinieri e i sanitari, nella zona del lago di Caldonazzo prima è stato fatto esplodere un grosso petardo poi è [...]
Cronaca
25 luglio - 10:19
Il traffico stradale (sia in A22 che sulle provinciali e statali) e ferroviario è ripreso alle 9 di questa mattina, 25 luglio, dopo la fine delle [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato