Contenuto sponsorizzato

''E' tempo di ripartire e chiudere il contratto sanità: perso troppo tempo'', la Cisl Fp chiede alla nuova Giunta di firmare l'accordo

Un messaggio al neo assessore Stefania Segnana, Giuseppe Pallanch: "Serve responsabilità, così come coraggio per portare a termine questi impegni che si prolungano da ormai due anni"

Di Cisl Fp, spazio autogestito - 15 novembre 2018 - 17:41

TRENTO. "Prima di tutto auguriamo a presidente, Giunta e consiglieri un buon lavoro, che non manca", queste le parole di Giuseppe Pallanch, segretario della Cisl Fp del Trentino, che aggiunge: "Ora auspichiamo un cambio di passo per chiudere il contratto sanità e avviare anche il percorso per l'accordo 2019-2021".

 

Un messaggio al neo assessore Stefania Segnana. "Serve responsabilità - prosegue Pallanch - così come coraggio per portare a termine questi impegni  che si prolungano da ormai due anni. E' necessario chiudere un accordo dignitoso e partire a discutere del contratto per il triennio 2019-2021".

 

Il sindacato intende ritornare quanto prima al tavolo per distribuire circa 4,5 milioni di euro. "Siamo già fuori tempo massimo - aggiunge il segretario - per il poco senso di responsabilità di altre sigle. Si è persa una grandissima occasione per dare dignità ai lavoratori e la speranza è quella di non dover ripartire da zero, ma da quanto già pattuito per valorizzare tutte le professioni sanitarie e non". 

 

La richiesta del sindacato è quella di dare seguito all'accordo stralcio che prevede una serrata trattativa dal momento della sottoscrizione già firmato nella tarda serata di venerdì 21 settembre. La Cisl Fp e Fenalt hanno, infatti, sottoscritto un accordo che dovrebbe portare alla conclusione dei lavori, ma tutto è fermo per l'opposizione di Nursing Up e Uil.

 

"Avevamo già raggiunto un ottimo risultato - evidenzia la Cisl Fp - cioè 5 milioni di euro una tantum da destinare a tutti i lavoratori come da tabellare. Una fascia a tutto il personale che ha maturato 40 anni di servizio con risparmi importanti delle Ria e senza pesare sulle risorse contrattuali".

 

Il sindacato riparte dalla piattaforma promossa soprattutto in questi ultimi 12 mesi. Sono tanti i punti all'ordine del giorno che la Cisl Fp intende migliorare: si va dall’aggiornamento delle indennità di turno alla valorizzazione dell'operatore socio-sanitario

 

Ma anche l'omogenizzazione con le Autonomie locali del personale tecnico amministrativo e operaio, così come l'erogazione in armonia con la Provincia del trattamento di fine servizio e la riqualificazione di tutto il personale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 giugno 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 giugno - 06:01

Ci sono date che incarnano più di altre i passaggi decisivi della storia di un Paese. Il 2 giugno 1946 ha per una famiglia roveretana una doppia valenza, legata alla vicenda di un fante partito per la guerra in Africa settentrionale, caduto prigioniero degli inglesi e ritornato in patria proprio quando c'era da decidere tra "Repubblica" e "Monarchia". Riabbracciati i propri cari, Aldo Farinati non avrebbe avuto dubbi su cosa votare

01 giugno - 19:46

Ci sono 5.435 casi e 466 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 685 (326 letti da Apss e 359 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tamponi che si attesta a 0,44% di test positivi. Sono 3 i nuovi casi e nessun morto legato a Covid-19 nelle ultime 24 ore

01 giugno - 18:47

Preoccupano i mesi di settembre e ottobre con l'arrivo dell'influenza ma soprattutto gli affollamenti nei luoghi al chiuso. Ferro: "E' terreno fertile per il coronavirus, riconoscerlo dall'influenza è difficile per questo abbiamo impostato una vaccinazione di massa"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato