Contenuto sponsorizzato

Fatturato record e utile raddoppiato per il Gruppo Mezzacorona: ''Il Trentino guardi al mondo salvaguardando la territoriaità''

Per il gruppo conti in regola, ma non solo. L’obiettivo è quello di potenziare pratiche agronomiche di ecosostenibilità ‘a tutto campo’. L’estero riguarda l’80% del giro d’affari

Di Nereo Pederzolli - 16 dicembre 2018 - 14:33

MEZZOCORONA. ‘Noi non vogliamo essere il faro, c’è spazio per tutti, ma il Trentino deve chiudere con l’era dei capricci. Bisogna guardare al mondo, salvaguardando la territorialità delle produzioni, ma anche l’alto livello imprenditoriale delle aziende vitivinicole. Per una sana competitività’. Luca Rigotti, presidente del colosso vinfrutticolo rotaliano sintetizza così la performance del Gruppo Mezzacorona.

 

Andamento record, un bilancio che tronca – con dati precisi – ogni diatriba interna al mondo del vino locale. Fatturato verso i 200 milioni di euro, l’utile raddoppiato, le remunerazioni ai soci ancora più buone, nonostante l’andamento climatico (gelo e grandine) dei raccolti – uva e mele – della stagione 2017.

 

Debiti praticamente in linea con i valori del patrimonio, entrambi attorno ai 100 milioni. Conti in regola, ma non solo. L’obiettivo è ancora più ambizioso: potenziare pratiche agronomiche di ecosostenibilità ‘a tutto campo’. Tra i vigneti come in cantina, nei frutteti accuditi dai soci di ‘Valentina’ – marchio vanto del Gruppo Mezzacorona – e in ogni fase della filiera che riguarda la conservazione, la distribuzione stessa dei loro prodotti.

 

Presentando alla stampa i riscontri aziendali lo staff dirigenziale – il presidente Luca Rigotti, il nuovo direttore generale Francesco Giovannini, affiancati dal direttore commerciale Stefano Fambri – snocciolano con orgoglio dati che non richiamano solo numeri. Guardano lontano, mirano a pratiche concrete di ecosostenibilità. Per il vino, per le loro mele.

 

Sulle bottiglie comparirà sempre più il logo dell’Ape Maia, simbolo specifico che certifica corrette azioni di coltura integrata. ‘Noi siamo convinti di questa scelta. Ma dobbiamo coinvolgere il Trentino, ma soprattutto il Ministero dell’agricoltura. Roma deve aiutarci. Per soddisfare la richiesta dei consumatori, specialmente esteri’. Considerazione unanime, ribadita e sottolineata anche da Laura Ricci, responsabile dei progetti legati al corposo documento del bilancio di sostenibilità. Dove sono messe in risalto anche il ruolo delle donne che operano in azienda, la riduzione di pratiche inquinanti, il risparmio energetico, pure l’attenzione ai mezzi di trasporto.

 

"L’ape è paziente. Ecco perché bisogna elaborare un progetto a lungo termine. Lo chiedono i consumatori più attenti. Dobbiamo – insiste ancora il presidente Rigotti – fare di più come comparto agricolo provinciale".

 

Produzione, vendite, immagine. Legami in sintonia. Crescono con altrettanta sinergia. L’estero riguarda l’80% del giro d’affari. Che coinvolge aziende siciliane e le società estere addette alla distribuzione. Vini di un brand sempre più ‘comunicato’. Pinot grigio in gran spolvero, altri vini bianchi di stampo internazionale, ma specialmente lo spumante classico, gamma di Trento DOC con uno ritenuto decisamente al top, il Rotari Flavio.

 

Senza mai tralasciare i vini autoctoni. Per i quali è in via di elaborazione la procedura per ottenere la DOCG ovvero la garanzia della denominazione d’origine.

 

Dal vino alle mele. Le reti antigrandine hanno salvato il raccolto dello scorso anno, mentre l’introduzione di nuove varietà – quella chiamata Tessa, nome che sembra un …asset all’innovazione - incomincia a dare i sui frutti. Nonostante la drastica riduzione del raccolto – meno 30% - ai soci è stato pagato il 6% in più. Adesso progettano nuovi sistemi di difesa meteo, coprendo almeno il 70% dei meleti con apposite reti. Contemporaneamente, nelle campagne, sarà davvero fatta ‘volare l’Ape Maia’. Per stimolare discussioni – spesso ancora contrapposte – su come essere competitivi: per quantità, per qualità e soprattutto per salubrità.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 giugno 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 giugno - 09:50

L'iniziativa rivolta a tutti i cittadini che soffrono il caldo e possono trovare un po' di fresco nei locali che il corpo di Arco ha deciso di mettere a disposizione. Il comandante Bonamico: "E' il terzo anno che apriamo le porte della caserma per aiutare chi soffre il caldo ed è un modo per stare sempre vicini alla comunità"

25 giugno - 06:01

Il post di uno studente sulla pagina Facebook ''Spotted: Unitn'' ha aperto il dibattito sulla questione delle ''carriere alias''. La prorettrice Poggio: ''“L'Università di Trento è stata tra i primi atenei in Italia ad adottare una procedura per il rilascio del 'doppio libretto' per gli studenti o le studentesse in transizione di genere ma con il passaggio al libretto elettronico si sono avuti problemi''

25 giugno - 08:22

E' stato portato all'ospedale Santa Chiara dove si sta riprendendo. I carabinieri hanno avviato le indagini per ricostruire quello che è successo e cercare di individuare l'autore dell'accoltellamento. La rissa con una decina di persone è scoppiata domenica mattina 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato