Contenuto sponsorizzato

Fierecongressi Riva del Garda punta sulla sostenibilità. I vertici: ''Entro il 2023 speriamo saranno conclusi gli interventi di ampliamento''

La novità: nasce la figura del ''sustainability manager''. Esposizioni, Expo Riva Schuh sarà appaiata a Gardabags

Pubblicato il - 28 dicembre 2018 - 20:56

TRENTO. Sarà "sostenibilità" la parola d'ordine del 2019 di Fierecongressi Riva del Garda. Sostenibilità "ambientale, sociale ed economica", nel piano operativo della società, ma anche intesa come attenzione nel sostegno di eventi correlati con il core business.

 

Piano operativo

Per perseguire questo obiettivo, che si affiancherà a quelli dell'innovazione e dell'internazionalizzazione che "continueranno a essere i driver caratterizzanti il piano operativo della società", il prossimo anno nascerà anche una nuova figura professionale, quella del "sustainability manager interno". Un ruolo creato ad hoc, che avrà la funzione di "definire le azioni di sostenibilità in maniera integrata e trasversale".

 

Il 2018 della realtà presieduta da Roberto Pellegrini e diretta da Giovanni Laezza, invece, si chiude con un fatturato di 14,8 milioni di euro. A fronte del sostanziale mantenimento del fatturato in termini assoluti rispetto all'esercizio precedente, la società registrerà un incremento del proprio margine operativo di circa 30 punti percentuali in più rispetto al 2017. Un risultato frutto di "un'efficace politica di controllo e contenimento dei costi".

 

Il bilancio consolidato del gruppo comprensivo delle società partecipate Expo Riva International Srl (con 2,8 milioni) e Rebuild (con 270.000 euro) raggiunge poi un fatturato totale di 18 milioni di euro.

 

Le cifre dell'attività: il fatturato legato all'organizzazione delle manifestazioni fieristiche ha superato i 12 milioni di euro (più 3% rispetto all'esercizio precedente). Il fatturato prodotto dalla società non è aumentato solo dal 2017, ma del 10% nel quadriennio 2015-2018. L'incremento, in termini assoluti, è di oltre un milione di euro, fanno sapere dai vertici.

 

Gli eventi

Nel corso dell'anno che si sta per concludere sono stati 90 gli eventi congressuali organizzati, 18 quelli internazionali. In media a ogni evento hanno partecipato 510 media; 10 sono state le manifestazioni fieristiche, oltre 100 i Paesi rappresentati e più di 5.100 le aziende coinvolte. I fornitori interessati dalle attività di Fierecongressi sono stati 742, di cui 351 trentini; 200.000 le presenze fieristiche internazionali.

 

Quindi il programma per il prossimo anno. La manifestazione fieristica "core" della società, Expo Riva Schuh, in calendario dal 12 al 15 gennaio 2019 e dal 15 al 18 giugno 2019, sarà affiancata in entrambe le edizioni dall'esordiente Gardabags, manifestazione dedicata al mondo delle borse e degli accessori.

 

Riva del Garda Fierecongressi sarà inoltre impegnata nel proseguo del roadshow Expo Riva Schuh around the world che farà tappa in Germania, Spagna, Giappone e Vietnam

 

Per le manifestazioni fieristiche nazionali, nel 2018 spicca l’edizione da record di Expo Riva Hotel, con 27.358 presenze in quattro giorni, 522 aziende presenti, e 39.000 metri quadrati espositivi occupati. In programma dal 3 al 6 febbraio 2019, la quarantatreesima edizione di Expo Riva Hotel tornerà con un format rinnovato. Per il tredicesimo anno, poi, Expo Riva Caccia Pesca Ambiente (con 200 espositori e 16.000 visitatori nel 2018) tornerà il 30 e il 31 marzo.

 

Nel calendario fieristico del 2019, dal 28 al 29 settembre, si inserisce anche la quarta edizione di Trentino Sport Days. Non mancheranno poi tra gli appuntamenti ospitati a Riva del Garda Fierecongressi l'Esposizione internazionale canina, gli Outdoor business days e l'Esposizione ornitologica trentina.

 

La struttura

La conferenza di oggi in cui è stato tracciato il bilancio annuale ha visto inoltre un commento all'espansione degli spazi. Dopo il via libera della Provincia al piano per riqualificare e valorizzare il quartiere fieristico i vertici di Fierecongressi incontreranno il presidente Maurizio Fugatti il prossimo 7 gennaio.

 

L'auspicio espresso dai rappresentanti della società è che si parta presto con gli interventi. Che saranno divisi in due blocchi: la realizzazione del padiglione fieristico nell'area a nord sarà a carico di Fierecongressi ed avrà un costo di 30 milioni di euro. Il cantiere potrebbe chiudersi nel 2021. 15 milioni di euro sarà il costo dell'intervento a ovest che sarà sostenuto dal pubblico e completato, si augurano i vertici dell'azienda, entro il 2022-2023.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.39 del 23 Maggio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 maggio - 12:39

Intervista al professore e ricercatore trentino ex presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana: ''Ritengo che la politica sia necessario farla con competenza: l’esperienza all’Asi mi sarà utilissima per rappresentare degnamente l'Italia in Europa''

24 maggio - 06:01

Da qui al 2023 l'assessora ha chiesto di ridurre le spese di decine di milioni di euro affidando all'Azienda sanitaria il compito di dirle come. Il tutto mentre il personale è sempre più ridotto ai minimi termini, mancano le risorse ma con una delibera al direttore si chiede maggiore efficacia ''potenziando l’assistenza territoriale e l’integrazione ospedale-territorio''. Qualcosa non torna

24 maggio - 10:54

E' successo in Tirolo. Sull'incidente indagano la Procura di Innsbruck e l'ente di sicurezza volo austriaco

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato