Contenuto sponsorizzato

In arrivo un nuovo stabilimento per Blue City e una decina di posti di lavoro

L'azienda leader in Trentino nel settore di trasporto e logistica investe circa 5 milioni di euro a Lavis. L'accordo prevede un impegno per 365 mila euro a carico della Provincia. Blue City in accordo con l’Agenzia del Lavoro, propone inoltre tutoraggio e ospitalità di almeno 4 tirocinanti

Pubblicato il - 08 agosto 2018 - 15:14

TRENTO. Nuovo stabilimento in arrivo per la Blue city di Trento. L'azienda leader in Trentino nel settore di trasporto e logistica ha fame di spazio e quindi è pronta a investire quasi 5 milioni di euro, in parte finanziati dalla Provincia, per uno stabilmento a Lavis.

 

Questo quanto previsto nell'accordo negoziale siglato tra amministrazione provinciale, Daniele Sontacchi (amministratore unico di Blue city) e i rappresentanti sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uil Trasporti.

 

"E' un'azienda in forte espansione - commenta il vice presidente Alessandro Olivi - che riflette il momento positivo dell'economia trentina. La strada intrapresa in questa legislatura inizia a portare i frutti in termini di occupazione e sviluppo".

 

L'accordo prevede un intervento della Provincia per 365 mila euro a fronte di un impegno occupazionale per portare il numero di dipendenti assunti dagli attuali 151 a 160 nel 2020, ma anche l'obbligo di mantenere tale incarico anche per i due esercizi successivi.

 

L’azienda dovrà garantire inoltre, nel quadriennio 2018/2021, in accordo con l’Agenzia del Lavoro, tutoraggio e ospitalità di almeno 4 tirocinanti nell'ambito del programma “Garanzia Giovani".

 

Inoltre la Blue city si impegna a mantenere un livello di patrimonializzazione non inferiore al 25% del capitale investito, inclusa la parte derivante dal finanziamento soci infruttifero, per tre esercizi successivi al completamento dell’iniziativa.

 

"Dobbiamo continuare a sostenere le imprese che investono - aggiunge Olivi - perché questi investimenti hanno una ricaduta in termini di fiducia e indotto su tutto il sistema economico, con imprese, come la Blue city, capaci di imporsi sul mercato attraverso una rimodulazione qualitativa della propria organizzazione aziendale. Questo indica anche la strada da percorrere a tutto il settore dell’autotrasporto, che deve essere in grado di ristrutturarsi produttivamente e mettere al centro la logistica e i servizi".

 

Il piano impegna inoltre l'azienda a acquistare direttamente da realtà trentine, cioè imprese che svolgono attività produttiva di beni o servizi sul territorio provinciale, beni e servizi per 2.500.000 euro all'anno per il periodo 2019/2022.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'8 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
10 maggio - 20:01
L'intervento del presidente della Provincia su Facebook, nella giornata in cui gli sbarchi a Lampedusa sono stati circa 2mila: "Trentino già [...]
Società
10 maggio - 16:55
La psicologa e sessuologa Laura Mincone: "Oggi ci sono meno tabù, in una società che parla della sfera sessuale adesso i giovani si fanno [...]
Cronaca
10 maggio - 18:44
L'animale è già stato messo in libertà, l'operazione è stata portata a termine dai collaboratori dell’Ufficio caccia e pesca della [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato