Contenuto sponsorizzato

Giorgio Fracalossi eletto al vertice di Cassa centrale banca: è l'ottavo gruppo bancario nazionale

Soddisfazione da parte del presidente della Provincia, Maurizio Fugatti: "Si dimostra la capacità del sistema economico Trentino di sapersi porre alla guida di importanti processi di cambiamento che interpretano in maniera efficace i mutamenti avvenuti negli ultimi anni nel settore del credito e dell’economia"

Pubblicato il - 14 gennaio 2019 - 18:43

TRENTO. Giorgio Fracalossi è stato eletto al vertice di Cassa centrale Banca. La decisione è arrivata oggi dall'assemblea dei soci che si è riunirà a Milano. Carlo Antiga è stato invece eletto come vicepresidente vicario. 

In tutto sono stati nominati 15 amministratori, 10 espressione delle banche affiliate, 4 gli indipendenti e 1 rappresentate esterno. 

 

“Una buona notizia per il Trentino, che accogliamo con soddisfazione ed un pizzico di orgoglio” ha affermato il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, in merito alla nomina di Fracalossi. Si tratta dell’ottavo gruppo bancario nazionale, con 11.500 dipendenti, 84 banche di credito cooperativo aderenti e un patrimonio netto di 6,7 miliardi. Un colosso con la testa a Trento, ma con presenze importanti in tutta Italia, dall’Alto Adige alla Valle d’Aosta sino alla Sicilia.

 
“La nomina di Fracalossi – dice Fugatti – dimostra la capacità del sistema economico Trentino di sapersi porre alla guida di importanti processi di cambiamento che interpretano in maniera efficace i mutamenti avvenuti negli ultimi anni nel settore del credito e dell’economia. A Fracalossi auguriamo buon lavoro e la disponibilità a collaborare nell'interesse del Trentino". 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 18:54

Il governatore in vista ad Ala attacca la precedente amministrazione provinciale: "Sono stati inconcludenti. Qui ognuno deve prendersi le proprie responsabilità, noi ci prenderemo le nostre, ma i cittadini non possono correre simili rischi"

20 gennaio - 16:00

L'assessora preoccupata dal fatto che nel 2017 gli aborti in Trentino sono stati 703 mentre nel 2016 erano stati 684. Una minima crescita su base annuale che, ovviamente, ai fini statistici non ha valore mentre il dato resta comunque il secondo più basso di sempre. Nel 2007 erano quasi 1.300

20 gennaio - 19:07

L'allarme è stato lanciato intorno alle 15 dal padre. Il 43enne si trovava da solo in escursione. La macchina dei soccorsi subito in azione, ma per l'uomo non c'è stato nulla da fare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato