Contenuto sponsorizzato

La Cisl Fp: ''Sbloccare il contratto sanità. E' tardi". Il sindacato organizza un presidio di protesta per fare pressione sulla Provincia

Il sindacato organizza per venerdì 4 ottobre alle 9.30 al piazzale antistante l'assessorato alla sanità in via Gilli a Trento un presidio. La richiesta del sindacato è quella chiudere il contratto dopo la firma dell'accordo stralcio firmato risale ormai un anno fa

Pubblicato il - 02 ottobre 2019 - 18:59

TRENTO. "Abbiamo formalmente sollecitato nuovamente il presidente di Apran a riconvocare il tavolo per la chiusura del contratto 2016/18". Così Giuseppe Pallanch, segretario della Cisl Fp, in delegazione con Silvano Parzian, Sandro Pilotti e Alfio Traverso, che aggiunge: "E' trascorso oltre un anno dal tentativo di accordo stralcio firmato dal nostro sindacato e rifiutato dalla maggioranza. Una decisione che non ha consentito di dare ai lavoratori il dovuto in termini di risorse e tutele".

 

E per cercare di sbloccare la situazione, il sindacato organizza per venerdì 4 ottobre alle 9.30 al piazzale antistante l'assessorato alla sanità in via Gilli a Trento un presidio. La richiesta del sindacato è quella chiudere il contratto dopo la firma dell'accordo stralcio firmato risale ormai un anno fa. La Cisl Fp e Fenalt avevano, infatti, sottoscritto un accordo che avrebbe dovuto portare alla conclusione dei lavori, ma tutto si è fermo per l'opposizione di Nursing Up e Uil.

 

"Questo blocca 10 milioni di euro. Avevamo raggiunto un ottimo risultato - evidenzia la Cisl Fp - cioè 5 milioni di euro una tantum da destinare a tutti i lavoratori come da tabellare". Il sindacato riparte dalla piattaforma promossa soprattutto in questi ultimi 12 mesi. Sono tanti i punti all'ordine del giorno che la Cisl Fp intende migliorare: si va dall’aggiornamento delle indennità di turno alla valorizzazione dell'operatore socio-sanitario. 

 

Ma anche l'omogenizzazione con le Autonomie locali del personale tecnico amministrativo e operaio, così come l'erogazione in armonia con la Provincia del trattamento di fine servizio e la riqualificazione di tutto il personale. "Serve maggiore responsabilità - conclude Pallanch - così come più coraggio per portare a termine questi impegni  che si prolungano da anni. E' ormai necessario chiudere un accordo dignitoso e partire per l'accordo del triennio 2019/2021. E' ora di dire basta e concludere il contratto, non si possono tenere i lavoratori in ostaggio".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 ottobre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 ottobre - 19:05

La procura ha avviato un'indagine per contestare la carenza di documentazione contabile e la destinazione delle spese. In pratica non verrebbero distinte le risorse utilizzate per attività istituzionali e che sono ammesse da quelle commerciali per le quali la legge non permette di utilizzare fondi di derivazione pubblica

15 ottobre - 14:06

Gli sportivi turchi che sostengono l’invasione e il governo di Ankara festeggiano i propri risultati con il saluto militare ma, nonostante le minacce, si levano anche alcune voci critiche.  Nel frattempo la squadra tedesca del St. Pauli licenzia un giocatore che aveva espresso il suo sostegno a Erdoğan "valori in contrasto con quelli del club"

15 ottobre - 17:23

L'indagine è partita dopo i ripetuti episodi di avvelenamento di animali domestici e selvatici, registrati negli ultimi mesi in Vallagarina. L’operazione, che ha consentito anche una bonifica del territorio e la ricerca di esche mediante il ricorso a cani specificamente addestrati

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato