Contenuto sponsorizzato

Lotta allo spopolamento, Trentino Sviluppo corre in soccorso alle imprese di montagna. Previsto un contributo fino a 150.000 euro

L'iniziativa segue il nuovo indirizzo provinciale. Le domande di sostegno vanno inviate entro il 13 settembre, dal 25 giugno operativo uno sportello informativo 

Pubblicato il - 08 giugno 2019 - 12:16

TRENTO. La vita in montagna, si sa, è meno facile che nei centri urbani e di fondovalle. E fare impresa lo è ancora di più. A sostegno di coloro che vogliono provarci o già lo fanno arriva Trentino Sviluppo con "Progetti d'impresa nel cuore delle Alpi", un bando dedicato appunto agli imprenditori dei piccoli centri sopra i 400 metri d'altitudine.

 

Il bando è in linea con i nuovi indirizzi della giunta provinciale che puntano su tecnologie e monitoraggio per l'agricoltura di montagna, ambiente, agroalimentare, bioedilizia, meccanica, automazione e tecnologie per lo sport per ridare slancio ai territori montani.

 

Il bando di Trentino Sviluppo è stato pubblicato oggi (sabato 8 giugno) e scadrà il prossimo 13 settembre: punta a raccogliere nuovi progetti d'impresa per dare prospettive all'economia dei centri sopra i 400 metri e con meno di 7.000 abitanti. La misura prevede forme di supporto finanziario, immobiliare, strumentale.

 

La prima fase dell'operazione sarà dunque dedicata alla ricerca di manifestazioni di interesse da parte di aziende e imprenditori. Nella seconda fase verrà formata una graduatoria di merito per la concessione dei sostegni previsti. Sono escluse le attività agricole, di allevamento, turistico-alberghiere, commerciali.

 

Nella fase valutativa, fanno sapere da Trentino Sviluppo, saranno privilegiate "le iniziative che prevedono investimenti congiunti da parte di più soggetti collegati in una logica di filiera produttiva locale (in grado di intraprendere percorsi tematici e idee di sviluppo complementare), investimenti in località con minore vivacità economico-produttiva, artigianale, o investimenti in località più decentrate e lontane rispetto alla viabilità provinciale primaria, investimenti in grado di generare ricadute effettive e dimostrabili sulla filiera di fornitura locale, il recupero di aree o immobili dismessi o la rilocalizzazione di attività divenute incompatibili con gli abitati e i centri storici, un passaggio generazionale o subentro in imprese che altrimenti potrebbero cessare l'attività".

Tra progetti dello stesso valore, si legge sempre nella nota di Trentino Sviluppo, "saranno privilegiati gli investimenti sul territorio di località più decentrate rispetto alla viabilità provinciale primaria autostradale, ossia distanti almeno 10 chilometri dagli svincoli autostradali dell'A22 e con altitudine almeno pari a 450 metri".

 

Il contributo economico si concretizzerà nella partecipazione al capitale della società con una co-partecipazione pubblico-privato, con il limite massimo di spesa di 150.000 euro per ogni singola iniziativa.

Dal punto di vista immobiliare è previsto l'acquisto o la partecipazione all'acquisto dell'immobile necessario a ospitare l'attività di impresa che potrà essere assegnato in locazione: la spesa massima ammessa è di 80.000 euro per ogni unità lavorativa annua, soci attivi compresi.

 

L'aiuto strumentale riguarda anche il sostegno all'acquisto di beni e attrezzature per l'esercizio dell’attività. Sono peraltro previste facilitazioni all'accesso ai
servizi offerti dai principali enti di ricerca trentini e azioni di tutoraggio, coaching, formazione e affiancamento nell'avvio e nello sviluppo dell’iniziativa d'impresa
.

 

La giunta provinciale si riserva di definire, a seconda degli esiti, le disponibilità finanziarie necessarie con il nuovo piano di Trentino Sviluppo 2020/2022.

 

Sulla base delle proposte pervenute, potrà essere definito dalla Provincia, con Trentino Sviluppo, un "pacchetto montagna", per incentivare con particolare intensità
l'insediamento e l'avvio di attività produttive in località di montagna, decentrate rispetto ai tradizionali distretti produttivi.

Per gli interessati sarà attivato negli uffici di Trentino Sviluppo uno sportello informativo, aperto dalle 9 alle 12 di ogni martedì, dal 25 giugno al 10 settembre 2019, con esclusione del 13 agosto.

 

La manifestazione di interesse relativa deve arrivare a Trentino Sviluppo entro il 13 settembre 2019. Il testo integrale del bando è disponibile sul sito (qui).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 agosto - 16:02

A Roma si consuma la crisi di governo aperta dal leader della Lega e vice premier Matteo Salvini. Conte entra durissimo: "E' contraddittorio il comportamento di una forza politica, che presenta una mozione di sfiducia e non ritira i ministri. La cultura delle regole e il rispetto delle istituzioni non si improvvisano. Pericoloso e preoccupante chiedere pieni poteri e invocare le piazze"

20 agosto - 17:09

Dopo Giuseppe Conte e Matteo Salvini arriva l'intervento di Matteo Renzi. "Il vice premier non conosce il diritto e la costituzione dopo 26 anni pagato dai contribuenti per incarichi pubblici. E' andato al governo con il 17%, un governo che ha fallito anche per sua responsabilità"

20 agosto - 16:35

Dopo il discorso del presidente del consiglio la replica del ministro degli interni è stata fiacca e sentita più e più volte. Ancora una volta i riferimenti alla Madonna, alla fede e la citazione di Papa Giovanni Paolo II

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato