Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, Fondazione Caritro stanzia i primi 2 milioni per la ripresa dall'emergenza e 700 tablet per la scuola

Varate dal Consiglio di Gestione misure straordinarie che prevedono l’anticipo di liquidità ai beneficiari e più tempo per partecipare alle iniziative. Il presidente Mauro Bondi: ''Vogliamo fare la nostra parte per la ripartenza del Trentino"

Da sx Tonezzer, Manfredi e Bondi. Foto di Roberta Pisoni
Pubblicato il - 25 marzo 2020 - 13:04

TRENTO. Sono 2,1 milioni di euro le risorse messe in campo da Fondazione Caritro in una seduta straordinaria odierna del Consiglio di gestione per sostenere in prima battuta l'emergenza Covid-19, ma soprattutto per mettere in campo misure di medio periodo per la ripartenza e il ritorno alla normalità.

 

“Oggi – commenta Mauro Bondi, presidente di Fondazione Caritro - è fondamentale restare uniti mantenendo le energie per la fase di ripresa. La vivacità del tessuto sociale è di vitale importanza per Fondazione Caritro che ha completato una prima importante fase di ascolto delle strutture sanitarie, docenti, operatori culturali e sociali decidendo di mettere in campo risorse e capacità progettuale ponendo sempre le persone al centro. Il Trentino saprà rialzarsi ancora una volta”.

 

Gli stanziamenti dell'istituto di via Calepina hanno una prima finalità legata alle situazioni di emergenza che mobilitano risorse complessive per 910 mila euro. In particolare sono stati destinati: 500 mila euro per l’acquisto di apparecchiatura sanitaria individuata d’intesa con l’Apss, 140 mila euro per l'acquisto di 700 tablet da destinare a studenti e famiglie per incentivare la didattica online, che verranno individuate direttamente dagli istituti scolastici, 175 mila euro per sostenere progetti di ricerca applicata per tramite della Call for Projects: Covid-19”, pubblicata da Fondazione per la valorizzazione della ricerca trentina.

 

In aggiunta a tali misure, Fondazione Caritro contribuisce con 95 mila euro al fondo iniziative comuni gestito dall’associazione di categoria Acri per il sostegno delle esigenze finanziarie degli enti di terzo settore, che raccoglierà complessivamente 5 milioni di euro.

 

Inoltre, per i progetti già deliberati da Fondazione Caritro nei bandi, in tutti i settori, si prevedono anticipi fino al 50% e margini di flessibilità più ampi per le tempistiche di realizzazione e rendicontazione dei progetti già deliberati. Previste proroghe anche per i bandi in scadenza, dove verrà dato più tempo ai richiedenti per presentare il proprio progetto. In questa direzione è stato anche posticipato al 30 giugno 2020 il termine per iscriversi alla terza edizione del contest musicale “Music 4 the Next Generation”.

 

Per poter definire e calibrare rapidamente tali prime misure, Fondazione Caritro ha preliminarmente svolto un’analisi approfondita dei bisogni espressi dal territorio, intervistando più di 100 realtà con un questionario online e definendo un progetto più ampio di ripartenza che verrà presentato alla Presidente del Comitato di Indirizzo della Fondazione in modo che quest’ultimo possa valutare di liberare ulteriori risorse per sostenere la fase di ripresa.

 

“Auspicando un graduale ritorno alla normalità nei prossimi mesi – aggiunge il direttore Filippo Manfredi - vogliamo permettere alle numerose realtà culturali e sociali di progettare iniziative e attività da sviluppare appena passata l’emergenza. Per questa ragione, oltre alle risorse finanziarie, stiamo cercando di mettere a punto uno strumento on-line per la progettazione partecipata, volto ad aiutare i beneficiari ad immaginare il loro futuro ed incentivare la relazione in particolare oggi che siamo in luoghi non contigui”.

 

In vista di queste progettualità post Covid-19, il Consiglio ha messo a disposizione sin da subito ulteriori 1,2 milioni per nuove iniziative, che verranno a breve presentate, nei settori della ricerca, istruzione, cultura e sociale. L’auspicio è che queste risorse della Fondazione possano essere incrementate anche grazie alla disponibilità che enti pubblici e privati manifesteranno nell’unione delle forze per la ripartenza del territorio.

 

Nel settore dell’istruzione verrà presentato un bando volto a consentire un adeguato ri-allineamento della formazione offerta agli studenti per affrontare tematiche legate alla diffusione delle competenze digitali e al supporto agli studenti in difficoltà. Inoltre si prevede di sviluppare iniziative di sistema che favoriscano il protagonismo attivo dei giovani a sostegno di progetti di utilità sociale.

 

Per far ripartire il sistema culturale, si prevede un bando per sostenere idee innovative che vengono condivise non solo tra realtà culturali, ma anche da altre realtà pubbliche e private della società civile.

 

Infine, nel settore del sociale, si prevedono due nuovi bandi per favorire l’avvio di iniziative condivise di comunità e di percorsi di formazione lavoro che vengono co-progettate tra diverse realtà per favorire l’innovazione sociale e la generatività delle risorse.

 

Si invitano gli enti del territorio, pubblici e privati, che intendono condividere con Fondazione Caritro le proprie idee e che vogliono confrontarsi sulle iniziative che Fondazione sta programmando, ad inviare un’email a info@fondazionecaritro.it. Si invitano inoltre gli enti a consultare il sito istituzionale www.fondazionecaritro.it e ad iscriversi alla newsletter di Fondazione Caritro per rimanere sempre aggiornati sulle proroghe e sui risultati dei bandi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 17:39

Tra i nuovi positivi, 71 presentano sintomi, 13 casi riguardano minorenni, dei quali 2 contagiati sono nella fascia di età 0-5 anni e altri 11 ragazzi si collocano nella fascia 6-15 anni, mentre 13 infezioni riguardano over 70 anni

21 ottobre - 17:23

I casi in Lombardia sono raddoppiati rispetto a ieri e sono decedute 20 persone, mentre il rapporto contagi/tamponi si attesta all'11%. Un'osservata speciale è Milano che ha fatto segnare 1.800 nuovi infetti. Anche a Verona saltano i Mercatini di Natale. Probabili misure restrittive del governo per il fine settimana

21 ottobre - 16:10

Ecco tutti i beni che verranno battuti all'asta del comune che si svolgerà martedì 3 novembre. Prima si potranno andare a visionare gli oggetti e poi si potrà fare la proposta in busta chiusa. Ecco la lista e come partecipare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato