Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, la stagione dell'asparago in difficoltà, intervengono La Trentina e Apot per sviluppare la commercializzazione

Il Consorzio La Trentina, in accordo con il Comune di Terre d’Adige, scende in campo e si schiera con gli asparagicoltori per promuovere e sostenerne la vendita all’interno della grande distribuzione nazionale e mette a disposizione la propria struttura commerciale e di marketing

Pubblicato il - 08 aprile 2020 - 13:16

TRENTO. La chiusura della ristorazione e dei piccoli punti vendita di ortofrutta, ma anche l'assenza degli ambulanti per l'emergenza coronavirus colpisce anche l'asparago bianco di Zambana, prodotto che da alcuni anni rientra nel presidio Slow food Italia.

 

Così il Consorzio La Trentina e il sistema frutticolo Apot intervengono per assumere la commercializzazione del prodotto per sostenere questa eccellenza del territorio.

 

Il Consorzio La Trentina, in accordo con il Comune di Terre d’Adige, scende in campo e si schiera con gli asparagicoltori per promuovere e sostenerne la vendita all’interno della grande distribuzione nazionale e mette a disposizione la propria struttura commerciale e di marketing.

 

Inoltre, il prodotto sarà disponibile per l’acquisto diretto da parte della popolazione locale alla bottega di Lavis, rimasta attiva anche in questo momento particolare grazie alla preziosa disponibilità dei dipendenti.

 

La stagione dell’asparago bianco inizia proprio dai primi di aprile e per le sue caratteristiche ha solo poche settimane di mercato. La produzione di quest’anno si prevede eccellente e, nonostante la preoccupazione dei produttori, la vendita sarà garantita dal sistema commerciale di Apot che raggruppa i Consorzi Melinda e La Trentina.

 

"Questa per La Trentina non è una semplice operazione commerciale, ma una scelta a supporto di tutto il nostro territorio - ha dichiarato Rodolfo Brochetti, presidente del Consorzio La Trentina -. Tutelare gli asparagicoltori significa valorizzare il loro lavoro, il loro impegno e il prodotto della terra. Ma è anche una responsabilità della quale ci prendiamo carico per scommettere sulla nostra organizzazione commerciale per cercare di dare valore alle nostre produzioni autoctone, riconosciute a livello internazionale, testimonianze dell’unicità del nostro Trentino e della forza della nostra cooperazione”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 aprile - 13:31
Nel mirino anche l'ultima delibera della Pat per le aperture all'esterno: "La Giunta ha dato un contentino ridicolo: le temperature nelle [...]
Cronaca
20 aprile - 11:24
Dalle 23 di domani, 21 aprile, potrà prenotarsi al Cup online, nella sezione 'conviventi e caregiver', chi assiste i più fragili. Saranno [...]
Società
20 aprile - 09:55
Poco più di una settimana fa un ciclista nell'Alto Garda è stato scaraventato in un fosso dopo essere stato urtato da un [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato