Contenuto sponsorizzato

Dai 30 tablet a Ziano ai 18 di Tuenno (ECCO L'ELENCO DELLE SCUOLE), stanno arrivando i 700 dispositivi di Caritro agli istituti trentini

In un contesto di difficoltà in termini di approvvigionamenti e mobilità, Fondazione Caritro, con il supporto di imprese del territorio, in 5 giorni lavorativi, ha ricevuto e sta consegnando i tablet che permetteranno a 700 studenti di rimanere in contatto con i docenti e le scuole di appartenenza: ''Investiamo sul futuro della società''

Pubblicato il - 02 April 2020 - 16:13

TRENTO. "Sappiamo quanto è importante muoversi con concretezza e velocità in questi momenti, offrire messaggi positivi che ci permettano di guardare al futuro con ottimismo", queste le parole di Mauro Bondi, presidente di Fondazione Caritro, che aggiunge: "Il Consiglio di gestione si è subito attivato per mettere in campo misure straordinarie per la ripartenza e il ritorno alla normalità. Un progetto assunto in piena autonomia di idee, che ha visto un investimento di circa 140 mila euro".

 

In un contesto di difficoltà in termini di approvvigionamenti e mobilità, Fondazione Caritro, con il supporto di imprese del territorio, in 5 giorni lavorativi, ha ricevuto e sta consegnando i tablet che permetteranno a 700 studenti di rimanere in contatto con i docenti e le scuole di appartenenza.

 

"Dopo un’analisi approfondita dei bisogni espressi dal territorio che ha coinvolto dirigenti scolastici e docenti - dice Filippo Manfredi, direttore generale di Fondazione Caritro - è emersa la difficoltà di reperire strumentazioni tecnologiche per permettere a tutti gli studenti di frequentare la didattica on-line.

 

L'Istituto di via Calepina a Trento è stato tra i primi a muoversi per poter definire e calibrare rapidamente le prime misure di gestione dell'emergenza. "La delibera - prosegue Manfredi - è stata assunta con un certo grado di incertezza per una possibile sovrapposizione con le misure previste nel Decreto legge Cura-Italia, che tuttavia non hanno trovato applicazione nel nostro territorio e quindi l’intervento di Fondazione Caritro assume una rilevanza strategica. Con il prezioso supporto della sovrintendente scolastica della Provincia di Trento sono stati identificati gli istituti scolastici, i quali hanno individuato le famiglie a cui assegnare i tablet. Abbiamo effettuato un investimento sul futuro del Trentino”.

 

Considerato il probabile prolungamento della pandemia che ha comportato il lockdown su tutto il territorio nazionale, lo scorso 25 marzo il Consiglio di gestione della Fondazione ha pertanto deliberato l'acquisto dei 700 tablet per incentivare l’utilizzo di piattaforme digitale e permettere la fruizione della formazione on-line.

 

"Il nostro auspicio - aggiunge il presidente di Fondazione Caritro - è quello di destinare ai giovani e alle loro famiglie un adeguato ri-allineamento della formazione a distanza offerta agli studenti e la diffusione di nuove competenze digitali per garantire l'accesso alla didattica online al maggior numero di ragazzi possibile".

 

Gli istituti sono individuati in modo capillare sul territorio provinciale, un progetto in fase ormai avanzata di conclusione che coinvolge oltre 50 scuole tra Vallagarina e Giudicarie, val di Fassa, Fiemme e val di Sole, piana Rotaliana e Cembra, Valsugana, Primiero, Alto Garda, valle dell'Adige e Vigolana e val di Non, Altopiano di Pinè e Alpe Cimbra.

 

 

"Se non emergeranno situazioni urgenti - conclude Bondi - che non sono state considerate, la prossima settimana verranno consegnati anche gli ultimi tablet alle scuole che hanno un'utenza maggiormente in difficoltà".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 January - 20:37

Sono 252 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 36 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 23 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

26 January - 18:51

Cgil, Cisl e Uil: “Mentre in altre realtà si adottavano misure più restrittive per contenere l’avanzata del virus tra la popolazione e mettere in sicurezza il sistema sanitario, il presidente Fugatti nascondeva i dati, preferendo puntare il dito contro i 'presunti virologi' e ignorando l’allarme che arrivava dai medici in prima linea"

26 January - 18:14
Nelle ultime 24 ore sono state comunicate anche 114 positività a conferma dei test antigenici effettuati nei giorni scorsi. Sono state registrate 15 dimissioni e 197 guarigioni
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato