Contenuto sponsorizzato

In Messico al via la cabinovia da 50 mila passeggeri al giorno lunga 11 chilometri. Si punta sugli impianti di Leitner per cambiare il volto della mobilità

L'obiettivo è quello di aumentare in modo significativo l'efficienza del sistema di trasporto locale, così come garantire maggiore sicurezza ai pendolari. Il quartiere, infatti, con i suoi 1,8 milioni di abitanti è caratterizzato da un alto tasso di criminalità e grande povertà. Dopo il primo progetto del 2016 l'azienda altoatesina di Vipiteno costruisce un'altra funivia in Messico

Di Luca Andreazza - 02 marzo 2020 - 13:44

CITTA' DEL MESSICO (Messico). A soli quattro anni dall'inaugurazione della prima cabinovia, Città del Messico raddoppia e prevede un nuovo sistema di trasporto funiviario per collegare il quartiere di Iztapalapa. Un progetto targato Leitner e l'azienda altoatesina di Vipiteno ha avviato la realizzazione della funivia che entrerà in funzione nella primavera del 2021 per un investimento complessivo da 150 milioni di euro.

 

L'obiettivo messicano è quello di aumentare in modo significativo l'efficienza del sistema di trasporto locale, così come garantire maggiore sicurezza ai pendolari. Il quartiere, infatti, con i suoi 1,8 milioni di abitanti è caratterizzato da un alto tasso di criminalità e grande povertà. 

La nuova funivia, formata da 2 impianti a fune interconnessi, intende offrire alla popolazione di Iztapalapa un collegamento più rapido con la rete di trasporto pubblico esistente e anche le condizioni topografiche favoriscono la costruzione di una funivia nel sud-est della città.

 

Il nuovo sistema funiviario "Cablebús 2" trasporterà con le sue 300 cabine, da 10 posti ciascuna, circa 50 mila passeggeri al giorno per una distanza totale di 10,6 chilometri e fermate in sette stazioni. I terminal saranno collegati in modo rapido e sicuro alle linee metropolitane della stazione "Constitución de 1917" e "Santa Martha".

Non solo, la nuova linea dovrebbe contribuire all'alleggerimento del carico del traffico privato per offrire un'alternativa al trasporto su strada, senza dimenticare il risparmio di tempo: ora gli spostamenti con i mezzi richiedono circa 73 minuti, mentre le cabinovie abbatterebbero la percorrenza a 40 minuti.

 

I lavori sono cominciati a inizio 2020 e dovrebbero terminare nella primavera del 2021. Un progetto che segue il nuovo piano di mobilità della Città del Messico avviato nel 2016 nel nord della metropoli nel quartiere Ecatepec de Morelos con la messa in esercizio delle prime funivie urbane nazionali del Messico attraverso due cabinovie targate Leitner tra via Morelos e San Andrès De La Cañada. Il nuovo progetto nel quartiere sud-orientale di Iztapalapa continua su questa strada.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognissanti”

30 ottobre - 20:57

Questi alcuni commenti durante la diretta della Provincia per aggiornare il territorio sulla situazione epidemiologica. Rossi (Patt): "Fugatti deve dissociarsi subito e anche prendere provvedimenti altrimenti vuol dire che condivide"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato