Contenuto sponsorizzato

La Cisl Fp: ''Personale sfinito e amareggiato. Basta slogan e annunci, la Provincia metta sul tavolo le risorse''

Sono diverse le segnalazioni di criticità emerse in questo periodo negli ospedali e nelle strutture sanitarie e socio sanitarie. Pallanch: "Tutte le Regioni a statuto ordinario si muovono mentre qui la Provincia è ferma"

Pubblicato il - 10 aprile 2020 - 17:18

TRENTO. "E' ora di convocare un tavolo per affrontare in modo concreto la situazione all'interno delle strutture sanitarie e socio-sanitarie assistenziali, il personale è stremato e diventa sempre più necessario valorizzare il personale impegnato nell'emergenza coronavirus". Così Giuseppe Pallanch, segretario della Cisl Fp, che aggiunge: "La Provincia deve essere in grado di andare oltre gli annunci e i ringraziamenti: servono risorse fresche da immettere nel sistema. Siamo a pasqua e la Giunta non è riuscita ad andare oltre le chiacchiere, mentre il personale è sfinito e amareggiato. Tutte le questioni vengono sottovalutate".

 

Sono diverse le segnalazioni di criticità emerse in questo periodo negli ospedali e nelle strutture sanitarie e socio sanitarie. "Tutte le Regioni a statuto ordinario si muovono - aggiunge Pallanch - mentre qui la Provincia è ferma. In Toscana ci sono già 38 milioni sul tavolo e la promessa di trovare ulteriori risorse, mentre il Lazio assicura la corresponsione del 100% della retribuzione contrattuale dei lavoratori, nell’integrale rispetto dei contratti applicati".

 

La richiesta è quella di istituire un tavolo di confronto per delineare il prossimo futuro del comparto e prendere azioni immediate. "La Provincia - prosegue Pallanch - deve stanziare risorse per gratificare gli sforzi profusi in questa gravissima emergenza Covid-19. Un riconoscimento che deve riguardare tutti gli operatori della sanità pubblica e privata, degli appalti e agli operatori delle case di riposo e delle strutture socio sanitario coinvolte. Nessuno deve restare escluso o rimanere indietro".

 

La Cisl si batte a gran voce per un protocollo. "Servono regole chiare: un quadro normativo certo per continuare a garantire la continuità assistenziale, la sicurezza e la salute delle lavoratrici e dei lavoratori, così come degli ospiti", conclude Pallanch.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
15 aprile - 16:25
Le operazioni di soccorso in corso. L'incidente è avvenuto all'altezza di Nogaredo ovest: chiusa in quel tratto l'arteria autostradale
Cronaca
15 aprile - 15:28
Terminato il lavoro della commissione. Una vicenda che è costata a Nava il ruolo di direttore per l'integrazione socio-sanitaria: medico di ruolo, [...]
Ambiente
15 aprile - 12:57
Su un campione di 252 aquile reali e avvoltoi raccolti feriti o morti in un'ampia area dell'Europa centro-meridionale negli ultimi anni, il 44% di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato