Contenuto sponsorizzato

Artoni in sciopero, a rischio 170 posti di lavoro. I sindacati: "La Fercam ha cambiato le carte in tavola, abbiamo interpellato il Ministero"

Giovedì 16 e venerdì 17 i dipendenti e alcuni padroncini hanno incrociato le braccia dopo la mancata fusione fra le due aziende. Montani (Cgil): "Rischio concreto di fallimento, un'eventualità drammatica per lavoratori diretti e indiretti"

Di Luca Andreazza - 17 February 2017 - 10:50

TRENTO. Fercam ha cambiato le carte in tavola, i lavoratori della Artoni e i sindacati non hanno digerito questa decisione unilaterale, che rischia di tagliare 170 posti di lavoro in tutta Italia. 

 

Il confronto fra Fercam e le sigle sindacali Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti è saltato dopo che la società altoatesina ha deciso di cambiare l'accordo all'ultimo momento, facendo marcia indietro sull'assunzione di tutti i lavoratori: la nuova proposta è la presa in carica di 400 unità, lasciandone a casa altre 170. Una decisione che ha portato i dipendenti a incrociare le braccia giovedì 16 e venerdì 17 febbraio.

 

Sul tavolo c'è il trasferimento in capo a Fercam dei rami d’azienda di Artoni Group, Artoni Logistica e Artoni Trasporti per un totale di 570 lavoratori diretti.  "Non si possono cambiare unilateralmente le regole durante una trattativa così delicata - dicono i sindacati - . E' necessario proseguire il confronto per trovare un accordo che tuteli l'occupazione e garantisca la prosecuzione dell'attività. Fercam, oltre a tentare di scaricare le proprie responsabilità sulle organizzazioni sindacali, non si è ancora resa realmente disponibile a sottoscrivere un accordo che contempli tutte le richieste formulate dall’azienda stessa nell’incontro del 10 febbraio e la possibilità, per i lavoratori non interessati dal passaggio di azienda, di accedere ad ammortizzatori sociali”.

 

Il 10 febbraio i sindacati e Fercam si sono incontrate per avviare la procedura di affitto del ramo d'azienda, mentre Artoni avrebbe portato avanti parte dell'attività per attivare la mobilità straordinaria: "Il secondo incontro è stato fissato per il 15 febbraio - spiega Stefano Montani, segretario di Filt - ma l'azienda non si è presentata. Una prospettiva ora potrebbe essere il fallimento dell'azienda: un'eventualità drammatica in quanto si andrebbe a perdere letteralmente tutto, mettendo in ginocchio anche i padroncini che lavorano sulle commesse. Ora stiamo procedendo attraverso il Ministero del lavoro per sistemare la questione".

 

Alla protesta hanno partecipato anche i lavoratori della sede di Trento, 8 impiegati e tutti lavoratori di una cooperativa che lavora per Artoni. A loro si sono uniti anche alcuni dei 17 padroncini che lavorano esclusivamente su commesse dell'azienda logistica emiliana. “I lavoratori in sciopero presidiano la sede e le merci sono bloccate - conferma -. La protesta si è svolta in modo assolutamente pacifico e non ci sono stati momenti di tensione di alcun tipo. I dipendenti stanno solo cercando di difendere legittimamente il loro posto di lavoro: attendiamo l'evolversi della trattativa nazionale”.

 

La situazione, ammette Montani, è molto delicata: “Accanto ai dipendenti diretti e indiretti ci sono poi altrettanti padroncini in Trentino che lavorano esclusivamente per Artoni. Per loro la situazione è drammatica. Serve - conclude - l’immediata prosecuzione del confronto per la realizzazione del subentro di Fercam in Artoni. La procedura attivata va rapidamente conclusa per garantire la continuità dell’occupazione e delle attività, considerato il concreto rischio occupazionale per circa 3 mila lavoratori tra diretti ed indiretti qualora Fercam abbandoni pretestuosamente l’acquisizione”. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 aprile - 12:39
Nello stato di San Paolo in particolare una buona parte degli ospedali avrebbe esaurito le scorte di sedativi per i pazienti intubati che, secondo [...]
Cronaca
18 aprile - 11:19
Migliora leggermente la situazione all'interno degli ospedali. Massima attenzione per i contagi, a partire da domani partiranno i test [...]
Cronaca
18 aprile - 11:00
Le scritte sul tendone posizionato a piazzale Achille Leoni a Rovereto predisposto dalla Protezione civile. Un atto vandalico che si [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato