Contenuto sponsorizzato

Cresce il fatturato Cavit che raggiunge i 178 milioni di euro

Tra i risultati positivi dell'ultimo anno viene registrata la crescita dell’export (+7,6%) che rappresenta l’80% del fatturato totale, trainato soprattutto dalle ottime performance sia del mercato nordamericano (Stati Uniti e Canada) che dei nuovi mercati in espansione, come ad esempio il Messico.

Pubblicato il - 25 October 2016 - 10:18

Sfiora i 178 milioni di euro il fatturato del gruppo Cavit con con un incremento pari al 6,6% sull’anno precedente. I dati sono stati al centro dell'assemblea che si è tenuta ieri nella sede di Trento e che ha visto i soci approvare il bilancio di esercizio 2015/2016.

 

Tra i risultati positivi dell'ultimo anno viene registrata la crescita dell’export (+7,6%) che rappresenta l’80% del fatturato totale, trainato soprattutto dalle ottime performance sia del mercato nordamericano (Stati Uniti e Canada) che dei nuovi mercati in espansione, come ad esempio il Messico.

 

Bene anche il mercato domestico, dove Cavit cresce del 5,8% aumentando la penetrazione in un comparto stabile e maturo, grazie anche alla rinnovata organizzazione commerciale di cui hanno beneficiato entrambi i canali distributivi: un rafforzamento in grande distribuzione (con una crescita a due cifre per la linea Mastri Vernacoli) e una presenza sempre più incisiva nel settore Horeca, oggetto di un piano di sviluppo dedicato.

 

Continui investimenti in comunicazione hanno supportato i brand a maggiore valore aggiunto, quali Altemasi, Bottega Vinai, Cavit Collection, Mastri Vernacoli e Müller di Cavit.

 

Crescita a doppia cifra (10,2% a valore) anche in un’area strategica come quella degli spumanti metodo classico Trentodoc e metodo Charmat.

 

“Sia la remunerazione che il ritirato ai soci conferitori sono in crescita”, dichiara il presidente Cavit, Bruno Lutterotti, a un anno di distanza dal suo insediamento. “Siamo molto soddisfatti per i risultati conseguiti che portano valore ai soci Viticoltori, obiettivo primario della Cantina. Il nostro prossimo obiettivo è la certificazione SQNPI (Sistema di Qualità Nazionale di Produzione Integrata) che intendiamo raggiungere attraverso il miglioramento continuo, in un percorso di impegno costante e graduale su tutta la filiera di produzione, nel rispetto delle diversità delle singole realtà che compongono l’articolato panorama del nostro Consorzio.

 

Si è completata nell’ultimo biennio la struttura del Gruppo Viticolo Cavit, dedicata ad assistere i Viticoltori sia sui temi agronomici che, da quest’anno, sulla difesa dei vigneti: un’assistenza chiara e puntuale che ha permesso il conseguimento di una buona vendemmia.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 settembre - 20:17
Restano basse le percentuali di residenti positivi nei comuni trentini fortunatamente molto lontane dalle soglie ritenute critiche. Ecco i dati dei [...]
Cronaca
18 settembre - 18:24
Ennesima manifestazione dei no-vax, no-pass, no-mask per le strade del capoluogo. I cori sono sempre gli stessi e anche gli interventi e molte [...]
Politica
18 settembre - 19:39
Nel 2017 Fugatti, riferendosi alla cannabis terapeutica, parlava del “fondamentale diritto dei pazienti di trovare all’interno del sistema [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato