Contenuto sponsorizzato

La Cisl FP: "Il nuovo Nopt non percorra le strade del vecchio Not"

L’importanza di avviare un percorso condiviso e un confronto che sappia discernere sull’importanza di investire sulle risorse umane.

Il rendering del vecchio Not
Di Cisl Fp Trentino, spazio autogestito - 08 settembre 2016 - 12:53

TRENTO. Dopo il via libera della giunta al bando di progettazione del nuovo polo ospedaliero del Trentino (Npot), il definitivo abbandono del modello della finanza di progetto per la realizzazione dell'opera la Cisl funzione pubblica prende posizione : "Una nuova stagione al via, come Cisl Fp Trentino già nel 2013 avevamo avviato una azione molto forte che chiedeva chiarezza sul nuovo ospedale Trentino e sul sistema di finanziamento e in merito alle garanzie del personale impiegato, anche in relazione al complesso sistema dei servizi".

 

"Oggi, si apre una nuova stagione per il nuovo Npot - prosegue la Cisl Fp - il rischio che si ripresentino gli stessi problemi del vecchio percorso del Not, infatti come Cisl Fp Trentino all’epoca avevamo evidenziato le problematicità legate agli organici, tuttora irrisolte, al rischio di arretramento dei servizi e non per ultime le tutele dei lavoratori. Ci sentiamo, nel rinnovare una forte richiesta di confronto con il Presidente della Giunta che è tempo per il bene della comunità e degli operatori della sanità, ragionare sullo sblocco del turn over e sul sistema delle competenze. La strada maestra resta quella di investire sul capitale umano che in questi anni della crisi ha retto un sistema sanitario che molte regioni ci invidiano. Con spirito di collaborazione e di proposta è necessario con urgenza aprire un tavolo di discussione per affrontare tutte le problematiche relative a questo nuovo percorso. Ora avviamo da subito il confronto". 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 gennaio - 17:58

Sono state registrare 26 dimissioni e 238 guarigioni. Cala il numero dei pazienti in ospedali. Analizzati oltre 4 mila tamponi. Sono state confermate 191 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

21 gennaio - 18:04

Nuovi screening di massa in vista in Alto Adige. Questa volta a essere interessati saranno i Comuni di San Genesio, Moso in Passiria e San Leonardo in Passiria. Troppi infatti i casi registrati in questi territori. Le operazioni sono previste per il fine settimane del 23 e 24 gennaio

21 gennaio - 17:08

Le Faq aggiornate all’ultimo Dpcm del 14 gennaio: “Dal 16 febbraio al 5 marzo gli spostamenti tornano invece ad essere consentiti da e per tutte le regioni ubicate in area gialla”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato