Contenuto sponsorizzato

Un'estate da incorniciare tra Trento, il Monte Bondone e la Valle dei Laghi

Dati record nelle strutture ricettive a giugno e luglio: +14% gli arrivi e + 9% le presenze. Gli arrivi crescono a Trento del +9%, sul Monte Bondone del +30%, in Valle dei Laghi del +20% 

Un'estate da incorniciare (foto archivio Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi - R. Kiaulehn)
Pubblicato il - 25 agosto 2017 - 18:22

TRENTO. "Trento piace perché è una città che si visita a passo d’uomo e dove l’arte è immersa nella natura. Nella scelta della meta, pesa molto il fatto che il capoluogo è costantemente ai primi posti per qualità della vita, ricettività, offerta culturale, accoglienza di primo livello", spiega così Elda Verones, direttrice dell'Apt Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, i risultati della prima parte di estate.

 

"I servizi - aggiunge - sempre più qualificati e la vicinanza tra territori accresce l’interesse del nostro ambito, aree così vicine e caratteristiche da diventare meta ideale per l’offerta sportiva e la vacanza a misura di famiglia".

 

Un’offerta culturale di qualità e una natura apprezzata e fruibile, unite a grandi eventi sportivi e culturali che valorizzano il territorio: questi i punti di forza che hanno permesso all’ambito turistico di Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e Garniga Terme e alle sue strutture ricettive di migliorare considerevolmente il proprio trend in un’estate da incorniciare.

 

L’ambito registra un +14% di arrivi (73.303 unità) e +9% di presenze (231.724 unità), la città di Trento un +9% di arrivi (32.271 unità) e +7% di presenze con 72.109 pernottamenti. Il Monte Bondone totalizza 11.639 arrivi con un +30,39% e 36.734 presenze con un +27,12%, mentre la Valle dei Laghi raggiunge 7.461 arrivi con un +20% e 38.469 presenze con un +11%.

 

Nel mese di luglio 2017 nelle strutture ricettive alberghiere e extralberghiere dell’ambito Apt si registra un significativo aumento sia degli arrivi che delle presenze turistiche con un +9% (46.803 unità) e un +7% (142.706 unità) con una permanenza media di 3 giornate.

 

"È interessante - commenta la direttrice - rilevare la crescita del 13,27% degli arrivi italiani (22.369 unità) rispetto a luglio 2016 e rapportarla a quelli di luglio 2012 (15.743): davvero considerevole l’aumento del +52%". 

 

Le presenze degli italiani (81.163 unità) crescono del 4,32%, del 21% se rapportate a quelle di luglio 2012 (117.880 unità). Gli arrivi degli stranieri (24.434 unità) nel mese di luglio superano quelli degli italiani (22.369 unità) costituendo il 52% degli arrivi.

 

Nello specifico, per la città di Trento crescono arrivi e presenze negli esercizi alberghieri e complementari del 9% con 32.271 arrivi e del 7% con 72.109 presenze. Le presenze straniere crescono del 13% (33.621 unità), mentre quelle degli italiani crescono del 3% (38.488 unità).

 

Soddisfazione anche per l’incremento turistico di luglio sul Monte Bondone e nella Valle dei Laghi: sulla montagna gli arrivi salgono del 15,42% con 7.479 unità mentre le presenze del 16,72% con 25.106 unità, mentrei nelle strutture alberghiere ed extralberghiere della Valle dei Laghi si rileva un +7,82% con 4.863 arrivi e un +3,01% con 29.833 presenze.

 

Per quanto riguarda il mese di giugno 2017, è straordinaria la performance di Trento, forte di un appeal a 360 gradi, che spazia dalla cultura allo sport, dall’enogastronomia alla natura che circonda il centro cittadino. Crescono infatti arrivi e presenze nelle strutture alberghiere, extralberghiere ed esercizi complementari a Trento e Monte Bondone totalizzando 29.544 arrivi (+19,36%) e 78.216 presenze (+9,81%). Nella Valle dei Laghi sono state registrati a giugno 2.598 arrivi con un +51,13% e 8.586 presenze con un +48,44%.

 

Dati sensibilmente positivi da gennaio a luglio 2017 nelle strutture ricettive alberghiere e extralberghiere tra Trento, il Monte Bondone, la Valle dei Laghi e Garniga Terme: 200.005 arrivi con un +6,32% e 634.742 presenze con un +4,06%.

 

"Analizzando - conclude Verones - i soli dati alberghieri gli arrivi aumentano del 5,42% (154.990 unità) e le presenze del 7,65% (338.819 unità). Gli stranieri che scelgono di trascorre la vacanza nel nostro ambito arrivano principalmente dai seguenti paesi: Germania con un +10 % di arrivi, Repubblica Ceca +14%, Paesi Bassi +9%, Polonia +9% e Stati Uniti +3%. Significativo è il dato di crescita di Giappone, Svezia e Russia, in quest’ultimo caso con un +58%".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 05:01

Il consigliere pentastellato non ci sta: il manifesto va cambiato perché manda un messaggio sbagliato. "Non va inculcato nella testa dei bambini che il papà è un orco". Non si è fatta attendere la reazione di Non una di meno-Trento: "Per contrastare ogni discriminazione e fenomeno oppressivo dobbiamo guardare alla sua radice e non annacquare tutte le situazioni in riferimenti generici privi di contesto"

21 novembre - 19:19

Per l'assessora provinciale competente questo sarebbe ''un segnale importante'' per aiutare chi quotidianamente convive con i problemi legati all'handicap eppure le variabili in gioco sembrano essere davvero troppe. La norma rischia di valere per pochissimi casi. Meglio sarebbe stato potenziare la legge nazionale che prevedere di favorire lo smart working per i genitori di figli disabili

21 novembre - 19:46

Per colpa del maltempo una frana si è abbattuta sulla strada che collega le frazioni di Zoldo Alto e Forno di Zoldo (dove si trova la scuola). Per questo i bambini sono stati coinvolti in una singolare avventura: aggirare la colata di fango sopra una passerella sul torrente Maé

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato