Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, Coldiretti: ''Alimentare a +5,1% spinto da Green pass, vaccinazioni e riapertura dei ristoranti''

Un dato che emerge dall'analisi di Coldiretti sui dati Istat della produzione industriale, che a livello generale resta invece invariata nel confronto con l’agosto 2021. Con la riapertura totale della ristorazione dopo il lungo periodo di lockdown, si è assistito al ritorno dei consumi alimentari fuori casa

Pubblicato il - 11 ottobre 2021 - 21:02

TRENTO. "Il Green pass, l'avanzare della campagna di vaccinazione e la riapertura della ristorazione spingono la produzione alimentare". Questo il commento di Coldiretti sul +5,1% registrato nell'agosto scorso rispetto all'anno precedente. 

 

Un dato che emerge dall'analisi di Coldiretti sui dati Istat della produzione industriale, che a livello generale resta invece invariata nel confronto con l’agosto 2021. Con la riapertura totale della ristorazione dopo il lungo periodo di lockdown, si è assistito al ritorno dei consumi alimentari fuori casa.

 

"Un cambiamento importante dopo che la ristorazione lo scorso anno – spiega la Coldiretti – è stata tra i settori più colpiti dalla pandemia con i consumi alimentari degli italiani fuori casa che nel 2020 sono scesi al minimo da almeno un decennio con un crack senza precedenti per bar, ristoranti, trattorie e agriturismi che hanno dimezzato il fatturato (-48%) e una perdita complessiva di quasi 41 miliardi di euro nel 2020".

 

Ma a sostenere la produzione industriale di cibo, conclude la Coldiretti, è anche il record storico fatto segnare per le esportazioni alimentari Made in Italy che segnano a luglio un balzo del 4,9%, per un valore annuale stimato in oltre 50 miliardi nel 2021.

 

"Nelle case degli italiani - dice Gianluca Barbacovi, presidente di Coldiretti Trentino Alto Adige - nell’anno del Covid sono cresciuti del +7,6% gli acquisti di prodotti che riportano in etichetta un legame con il Belpaese, come la bandiera tricolore, frasi e parole riferite al Made in Italy oppure una delle indicazioni geografiche europee di origine, come Docg, Dop, Doc, Igp e Igt. La spesa degli italiani tra latte, salumi, formaggi, salse, prodotti confezionati, uova, pasta, vino, olio, farine, frutta e verdura ha raggiunto un valore di oltre 8,4 miliardi di euro secondo l’Osservatorio Nielsen Immagino".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 ottobre - 06:01
Anche in Trentino non sono mancate le famiglie che hanno deciso di ritirare i propri figli da scuola perché non condividevano i protocolli [...]
Cronaca
18 ottobre - 19:43
Trovati 20 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 15 guarigioni. Sono 18 i pazienti in ospedale, di cui 2 ricoverati in terapia [...]
Cronaca
18 ottobre - 19:22
Nel giorno in cui il ministro della Difesa Lorenzo Guerini è arrivato a Trento, per un'anteprima dell'apertura al pubblico del Museo nazionale [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato