Contenuto sponsorizzato

Al via la seconda edizione del Premio nazionale mutualità per supportare e sostenere l'eccellenza nei progetti mutualistici

L’iniziativa è promossa da Reale Mutua e Itas Mutua, il premio vuole riconoscere e sostenere i progetti mutualistici e significativi in Italia

Pubblicato il - 15 febbraio 2024 - 13:07

TRENTO. Al via la seconda edizione del Premio nazionale mutualità, un'iniziativa targata Reale Mutua e Itas Mutua per riconoscere e sostenere i progetti mutualistici più innovativi e significativi in Italia. Dopo il successo della prima edizione, che ha premiato il miglior progetto di Quid – Impresa Sociale con 100 mila euro, le due mutue italiane riaffermano il loro impegno nel valorizzare progetti ad alto impatto sociale (Qui per info dettagliate e modalità di partecipazione).

 

La presentazione delle candidature potrà avvenire entro il 5 aprile mentre le sessioni di valutazione dei progetti partecipanti avverranno nel periodo dal 16 aprile al 10 maggio. La cerimonia di premiazione si terrà a Roma il 16 maggio.

 

Oggi si apre il bando per la seconda edizione del Premio nazionale mutualità perché Itas Mutua e Reale Mutua vogliono continuare ad offrire un supporto concreto e tangibile ai progetti che si distinguono per la loro capacità di affrontare le sfide attuali e di contribuire alla crescita dell'Economia sociale in Italia.

 

"Attraverso il Premio Mutualità, Reale Mutua conferma il suo impegno concreto nel sostenere l'economia italiana e nel rafforzare un modello mutualistico d’impresa di cui siamo orgogliosi rappresentanti", le parole di Luigi Lana, presidente di Reale Mutua. "In collaborazione con Itas, intendiamo sensibilizzare l'opinione pubblica sul significato, l'azione e l'efficacia della Mutualità come modello attuale e propulsore di sviluppo sostenibile. Come Mutua e Società Benefit, il perseguimento del Bene Comune guida la nostra filosofia aziendale non solo in Italia ma estende anche, attraverso le compagnie del Gruppo, la sua impronta positiva in Spagna, Cile e Grecia".

 

Il bando è disponibile su sito www.premiomutualita.it. e possono accedervi fondazioni, mutue, associazioni, cooperative e imprese sociali capaci di realizzare un progetto che porti con sé soluzioni o servizi innovativi e che sia caratterizzato da un approccio mutualistico negli scopi o nel modello organizzativo, effettivamente adottabile e applicabile.

 

Il progetto candidato sarà valutato per la sua capacità di rispondere ad un bisogno della collettività e di esprimere i valori tipici della mutualità, oltre che per il suo essere sostenibile, innovativo e in grado di valorizzare le relazioni con gli stakeholder.

 

“Con la prima edizione del nostro premio abbiamo voluto dare un primo, forte impulso alla valorizzazione della mutualità sul territorio nazionale", dichiara Giuseppe Consoli, presidente Itas Mutua. "Il lancio di questa seconda edizione rappresenta una conferma della solidità delle nostre intenzioni, anche alla luce dello straordinario successo di partecipazione dello scorso anno. Siamo convinti della nostra responsabilità, come Mutua, nell’assumere un ruolo centrale per lo sviluppo della società nel suo complesso e ci auguriamo che questo Premio possa essere fondamentale non solo per chi se lo aggiudicherà, ma anche per tutti coloro che si impegnano quotidianamente per tutelare il Bene Comune".

 

Dopo una prima fase di selezione ad opera di un comitato operativo comune tra le due compagnie, i finalisti saranno valutati da una commissione di alto profilo composta da esperti e professionisti del mondo dell’economia sociale. Oltre a Luigi Lana (presidente Reale Mutua), Luca Filippone (direttore generale Reale Group), Giuseppe Consoli (presidente Itas Mutua) e Alessandro Molinari (amministratore delegato e direttore generale Itas Mutua), fanno parte del Comitato scientifico Mario Calderini (Full Professor del Politecnico di Milano, School of Management), Gianluca Salvatori (Segretario Generale Euricse), Giovanna Melandri (presidente di Human Foundation e di Social Impact Agenda per l’Italia), Ernesto Olivero (attivista e scrittore italiano, nonché fondatore del Sermig - Servizio Missionario Giovani), Maria Serena Porcari (presidente di Dynamo Academy), Enrica Baricco (fondatrice e Presidente di CasaOz), Claudia Fiaschi (presidente del Consorzio Co&SO, vice presidente del Consorzio Pan, presidente di Confcooperative Toscana e vice presidente Confcooperative).

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 aprile - 11:06
Ad essere predati alcuni capi di ovini e un'asina. Il sindaco di Rotzo Luciano Spagnolo: "Necessario trovare soluzioni condivise sia a livello [...]
Economia
20 aprile - 09:41
Dal 2010 e al 2023 il settore ha perso 764 negozi di cui 134 nel solo 2023. I consiglieri Michela Calzà e Alessio Manica chiedono [...]
Società
20 aprile - 06:01
La presidente di Upipa Michela Chiogna: "Quella che emerge è una risposta non ancora sufficiente. Contributo integrativo provinciale di due [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato