Contenuto sponsorizzato

Attesa finita, tutto pronto per il Trento Film Festival. La kermesse compie 70 anni e porta il pubblico in vetta al K2

Si apre venerdì 29 aprile il Festival: la cerimonia ufficiale al castello del Buonconsiglio, poi l’inaugurazione di MontagnaLibri e della Mostra mercato internazionale delle librerie antiquarie. Al teatro sociale la versione restaurata del documentario Italia K2 del registra trentino Marcello Baldi

Di L.A. - 28 aprile 2022 - 12:52

TRENTO. E' finito il conto alla rovescia per l'edizione numero 70 del Trento Film Festival. Il via con la cerimonia ufficiale al castello del Buonconsiglio, l'inaugurazione di MontagnaLibri e della Mostra mercato internazionale delle librerie antiquarie.

 

In serata al teatro sociale la proiezione in anteprima mondiale della versione restaurata del documentario Italia K2 del regista trentino Marcello Baldi, prima proiezione assoluta del restauro realizzato dalla Cineteca di Bologna al laboratorio L’Immagine Ritrovata, in collaborazione con il Centro di Cinematografia e Cineteca del Cai e con il sostegno del Ministero della cultura (Tutte le info su condizioni di ingresso, biglietti e prenotazioni).

 

Un palinsesto ricco: sono più di 120 i film in programma con 27 anteprime mondiali13 internazionali 37 italiane, ben oltre metà del programma sarà composta da proiezioni mai viste prima in Italia. Molti arrivano a Trento direttamente dai maggiori festival: tra i documentari in Concorso, lo spettacolare La panthère des neiges ha debuttato a Cannes, dal Sundance arriva Fire of Love, tra i film più chiacchierati del momento, dal Cph:Dox l’urgente Into the Ice e da Visions du Réel Adam Ondra: Pushing the Limits, su uno dei grandi protagonisti dell’arrampicata; ma lo stesso vale per i film narrativi, con l’apertura della sezione Anteprime A Piece of Sky dalla competizione dell’ultima Berlinale, e il film di chiusura Monte Verità dalla Piazza Grande di Locarno.

 

Oltre 150 gli eventi e tra gli ospiti Brunello CucinelliReinhold MessnerHervé BarmasseTamara LungerMauro CoronaLaura RogoraPaolo Cognetti, Paolo Nespoli e i Marlene Kuntz. E poi la mostra principale di questa edizione è Scalare il tempo, 70 anni di Trento Film Festival, allestita negli spazi de Le Gallerie di Piedicastello a cura della Fondazione Museo storico del Trentino e del Trento Film Festival.

 

La prima giornata della 70esima edizione del Trento Film Festival inizia alle 11 con la rubrica "Destinazione…Futuro": pillole di scienza in diretta su Radio Dolomiti, official Radio del Festival, direttamente da piazza Fiera. Ospite del giorno Federico Podestà, ricercatore dell’Istituto per la ricerca valutativa sulle politiche pubbliche (Irvapp), che illustrerà Senses – Seeing with new senses, un progetto che si prefigge di attuare e valutare un innovativo intervento scolastico di sensibilizzazione sulle disabilità visive, in collaborazione con Abc Irifor del Trentino grazie al finanziamento della Fondazione Caritro.

 

Alle 12 in piazza Fiera l’apertura della 36esima edizione di MontagnaLibri, la rassegna che raccoglie ed espone la più recente produzione internazionale di libri e riviste sulla montagna. Gli appassionati di libri antichi invece potranno trovare rarità legate ai temi dell’alpinismo, dell’esplorazione e della montagna all’interno della 25esima Mostra mercato internazionale delle librerie antiquarie, che per la prima volta alle 15 si svolgerà al Chiostro degli Agostiniani.

 

Sempre alle 15, la sala conferenze della Cassa di Trento in via Belenzani, si svolgerà la presentazione del progetto che ha portato alla versione restaurata del documentario Italia K2 del regista trentino Marcello Baldi.

 

Durante l’incontro ci sarà un’introduzione alla figura dell’operatore del film, Mario Fantin, cui il festival dedica un omaggio. Interverranno Gian Luca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna, Angelo Schena, presidente del Centro di Cinematografia e Cineteca del Cai, Andrea Meneghelli, responsabile archivio film della Cineteca di Bologna, lo scrittore Marco Albino Ferrari e Mauro Bartoli, curatore della mostra “Senza posa. Italia K2 di Mario Fantin” che verrà inaugurata a Torre Mirana al termine della presentazione con la presenza della Vicepresidente generale del Cai Lorella Franceschini.

 

Lo Studio d’Arte Andromeda di via Malpaga ospita la mostra “Alchemica”, un progetto che coinvolge illustratori, animatori, sound designer e sviluppatori in una sfida inedita: realizzare una mostra di opere originali statiche e renderle vive con emozionanti animazioni da fruire attraverso un’applicazione per smartphone. La mostra è organizzata grazie a un bando della Fondazione Caritro, di cui sono partner il Trento Film Festival, Tapirulan (Cremona) e Wow Museo del fumetto di Milano.

 

Alle 17 la cornice del Castello del Buonconsiglio ospiterà la Cerimonia di apertura del Trento Film Festival, nella quale sarà ricordato, alla presenza di autorità civili e istituzionali, l’importante anniversario che il Festival celebra quest’anno: una tappa significativa nella vita di un vero e proprio “avamposto” internazionale della montagna.

 

Dalle 19 a palazzo Roccabruna sarà possibile assaporare la cucina alpina di Mattia Riz, chef del Rifugio Stella Alpina Spiz Piaz di Pozza di Fassa, accompagnata dai vini di Villa Persani, in un evento a cura di palazzo Roccabruna – Camera di Commercio di Trento in collaborazione con il Consorzio Vignaioli del Trentino (Prenotazioni sul sito o telefonando al 0461 887101).

 

Infine alle 21 al teatro sociale la Serata di apertura del Festival sarà dedicata all’anteprima mondiale della versione restaurata di Italia K2 (Marcello Baldi, Italia/1954/95’), con il patrocinio del Parlamento europeo. Si tratta della prima proiezione assoluta del restauro realizzato dalla Cineteca di Bologna al laboratorio L’Immagine Ritrovata, in collaborazione con il Centro di Cinematografia e Cineteca del Cai e con il sostegno del Ministero della Cultura. La visione del film è preceduta dal racconto introduttivo di Marco Albino Ferrari: “K2, dietro le quinte”. Intervengono Gian Luca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna, e il presidente generale del Cai, Vincenzo Torti.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 1 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
02 luglio - 21:22
Il 36enne stava affrontando una highline, una apposita fettuccia assicurata e tesa tra due sostegni a una quota di circa 1.400 [...]
Cronaca
02 luglio - 19:19
Le fiamme si sono sviluppate tra i vigneti nei pressi di un bunker della Seconda guerra mondiale, l’intervento dei vigili del fuoco complicato [...]
Cronaca
02 luglio - 20:41
Confesercenti del Trentino: "Ci ha lasciato Loris Lombardini: una persona dal grande cuore e dalla grande personalità"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato