Contenuto sponsorizzato

Gli universitari vestono gli abiti dei parlamentari europei: a Sociologia la due giorni di dibattiti e discussioni targata Meut

Un centinaio di ragazzi e ragazze ricopriranno le cariche di ministri, eurodeputati e giornalisti internazionali e affronteranno le discussioni simulando quanto accade in Europa. Il Dolomiti collabora al progetto. Marangoni: "Tutti avranno un ruolo assegnato ben preciso e dovranno convincere gli altri colleghi a sostenere le proprie proposte"

Di L.P. - 11 novembre 2017 - 19:25

TRENTO. Studenti nelle vesti dei parlamentari europei e dei giornalisti internazionali pronti a misurarsi in dibattiti politici e discussioni economiche e sociali che riguardano l'Europa (e quindi noi tutti). Ognuno ricoprirà una carica specifica e a quel punto la simulazione sarà completa. Stiamo parlando del progetto organizzato dal Meut (l'associazione Model European Union Trento) "che - spiega Tommaso Marangoni, uno dei coordinatori - si atterrà il più possibile a quanto realmente accade nel Parlamento e nel Consiglio. Infatti tutti avranno un ruolo assegnato ben preciso e dovranno convincere gli altri colleghi a sostenere le proprie proposte".

 

"Spesso si sente parlare di Europa - prosegue ancora Marangoni - e nemmeno in toni troppo lusinghieri, ma non si sente mai parlare di come l’Europa realmente funzioni. Per capire meglio come stanno veramente le cose spesso bisogna mettersi nei panni dell’altro, e chi al giorno d’oggi non vorrebbe mettersi nei panni di un ministro o di un eurodeputato?". L'associazione Meut nasce a fine 2015 con lo scopo di avvicinare i giovani al complesso processo decisionale europeo, coinvolgendoli in prima persona nel dibattito. Dopo la positiva esperienza del 2016 che ha visto i ragazzi delle università rapportarsi anche con il neonato (all'epoca) il Dolomiti, si svolgerà una seconda edizione del progetto Meut, un evento aperto a circa un centinaio di studenti locali e internazionali e siamo orgogliosi di comunicare che la collaborazione con la nostra testata è stata rinnovata.

 

 

Gli stessi ragazzi e ragazze che si confronteranno con il funzionamento dell’Unione europea, poi ci spiegheranno quanto fatto, impressioni e criticità, ma al tempo stesso cercheranno di "alzare il livello". "Un altro obiettivo per questo tipo di simulazione sarà creare una discussione realmente produttiva - prosegue Marangoni -. Quello che caratterizza questa esperienza è il dibattito visto non come contrasto tra una maggioranza e un’opposizione, ma come sintesi tra parti differenti. La politica europea non è fatta di scontri e verità assolute. L’Europa è un mosaico di culture e realtà diverse e la colla che la tiene insieme è il compromesso che i singoli stati e le singole fazioni politiche riescono a trovare tra loro". 

 

La simulazione si terrà dal 16 al 18 novembre 2017 al Dipartimento di Sociologia dell’Università di Trento. Nella giornata di giovedì 16 avrà luogo la cerimonia di apertura, in cui verrà proposto un dibattito sul tema dei regionalismi europei a cura del Professore associato di diritto costituzionale comparato Jens Woelk. Venerdì 17 e sabato 18 saranno interamente dedicati alla discussione delle proposte – realmente discusse a Strasburgo - che riguardano tematiche di particolare attualità quali la sicurezza comune e lo sviluppo sostenibile nei paesi terzi.

 

L’evento è organizzato, come detto, dall'associazione Meut con la collaborazione del Centro Europeo Jean Monnet, dell'Università di Trento e il sostegno finanziario della Provincia Autonoma di Trento. Il valore dell'iniziativa è stato riconosciuto dalle istituzioni europee (Parlamento e Commissione), da quelle locali (Provincia di Trento e Comune di Trento) che hanno concesso il patrocinio, e dalla stessa università che riconosce crediti formativi ai partecipanti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare il sito: https://meutrentoblog.wordpress.com e a seguire gli aggiornamenti sulla pagina Facebook dell’Associazione Model European Union Trento: https://www.facebook.com/MeuTrento/

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 17:39

Tra i nuovi positivi, 71 presentano sintomi, 13 casi riguardano minorenni, dei quali 2 contagiati sono nella fascia di età 0-5 anni e altri 11 ragazzi si collocano nella fascia 6-15 anni, mentre 13 infezioni riguardano over 70 anni

21 ottobre - 16:14

Lo studio realizzato dall'ospedale di Negrar conferma che mantenere bassa la circolazione del virus e l’esposizione al contagio con l’uso di mascherine e il rispetto del distanziamento può vere un impatto non solo sul numero assoluto di casi, ma anche indirettamente sulla severità dei casi stessi

21 ottobre - 17:18

Il primo a prendere questa decisione di assoluto buon senso (visto che l'anima di questi eventi è costruita sulla logica dell'assembramento, della convivialità e della presenza di tanti turisti) è stato il sindaco di Trento Franco Ianeselli. Attaccato dalla maggioranza leghista che governa la Provincia poco dopo è stato seguito da Kompatscher e da tutto l'Alto Adige. Oggi la decisione ufficiale del sindaco Sboarina 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato