Contenuto sponsorizzato

''Crocifisso e presepe a scuola? La nostra è la Costituzione più bella del mondo e garantisce libertà di coscienza''

Lucia Coppola in consiglio provinciale ha smontato punto per punto la relazione programmatica di legislatura di Fugatti. ''Valdastico e Valsugana? Basta col consumo di suolo e di territorio. Abbiamo un fucile puntato sulle generazioni future'' 

Pubblicato il - 04 dicembre 2018 - 19:42

TRENTO. Crocifissi e presepi nelle scuole, migranti spediti in Piemonte , sviluppo che passa solo dalle infrastrutture come la Valdastico, grembiuli e divise per gli alunni delle elementari e medie. Lucia Coppola di Futura è stata la più critica delle opposizioni (che hanno tutte bocciato la linea governativa) rispetto alle linee programmatiche proposte da Fugatti per la sua legislatura. L'intervento della consigliera era tra quelli più attesi perché si annunciava tra i più critici e non ha tradito le aspettative. L'ex presidente del consiglio comunale di Trento ha analizzato punto su punto il discorso del presidente della scorsa settimana smontando praticamente ogni proposta ed evidenziando forti perplessità.

 

La politica annunciata sui fenomeni migratori - non destinati ad esaurirsi nel breve periodo - sul degrado, sui profughi appare ad avviso della consigliera poco convincente. ''Sarebbe doveroso favorire la mediazione culturale al di fuori di giudizi e pregiudizi - ha spiegato la consigliera - come sarebbe doveroso governare quelli che sono problemi non ascrivibili solo a questioni di ordine pubblico. La situazione trentina non è minimamente comparabile ad altre situazioni internazionali e sfatare luoghi comuni è molto importante: l’Italia non è nella maniera più assoluta un campo profughi, mentre dall’inizio dell’anno ad agosto sono morte 1.500 persone nel Mediterraneo''.

 

Fugatti, poi, ha parlato di crocifissi negli edifici pubblici e presepi nelle scuole. In questo senso è stata durissima la replica di Coppola: ''La Costituzione italiana, che tutti definiscono 'la più bella del mondo', garantisce libertà di coscienza. La scuola italiana è pubblica. In tanti anni di esperienza nell’insegnamento non mai è mai capitato di assistere a contestazioni su presepi o crocifissi, nel rispetto di tanti e tuttavia non di tutti: perché anche in Trentino esistono come altrove differenti tipi di famiglia e tutte meritano rispetto perché il livello di civiltà dei diritti umani conosciuti ci invitano al rispetto di ognuno''. Un riferimento, quest'ultimo, anche al concetto di famiglia esclusivamente fondata su padre e madre espresso da Fugatti anche al Festival dedicato proprio alla famiglia.

 

Il Presidente della Provincia ha parlato di preservare le attività lavorative che si trovano in montagna, praticamente uno dei pochissimi passaggi dedicati a economia e lavoro, incentivando, in questo modo, la voglia di restare e contrastando lo spopolamento ma per Coppola la delocalizzazione delle imprese e i processi di integrazione tra luoghi e attività che prima penalizzava paesi collocati a distanza dai capoluoghi non può prescindere anche da un ragionamento sull'ambiente. ''Mancano totalmente i temi ambientali - ha detto la consigliera - non si parla di consumo di territorio, il tema della sostenibilità che dice quanto una montagna può concretamente sopportare e quanto impattante è la presenza dell’uomo''.

 

Molto critica anche sulla questione Valdastico - Valsugana (il presidente si è detto favorevole sia alla realizzazione della prima con sbocco preferibile a Rovereto Sud che al raddoppio della corsia nei punti dove non c'è sulla seconda). D'accordo con Zeni del Partito democratico Coppola, ha criticato la corsa sfrenata al consumo di territorio e all’alterazione dello stesso, fattori che dovrebbero essere di per sé dissuasori, mentre rappresentano “un fucile puntato sulle generazioni future per il pesante dispendio di energie e risorse”. Infine, Coppola ha concluso con il tema cruciale dei cambiamenti climatici: abbiamo vent’anni per salvare il pianeta ed anche il Trentino, nel suo piccolo, è chiamato a fare la sua parte, a confermare e rinnovare il patto tra i cittadini e l’ambiente.

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 18:54

Il governatore in vista ad Ala attacca la precedente amministrazione provinciale: "Sono stati inconcludenti. Qui ognuno deve prendersi le proprie responsabilità, noi ci prenderemo le nostre, ma i cittadini non possono correre simili rischi"

20 gennaio - 16:00

L'assessora preoccupata dal fatto che nel 2017 gli aborti in Trentino sono stati 703 mentre nel 2016 erano stati 684. Una minima crescita su base annuale che, ovviamente, ai fini statistici non ha valore mentre il dato resta comunque il secondo più basso di sempre. Nel 2007 erano quasi 1.300

20 gennaio - 19:07

L'allarme è stato lanciato intorno alle 15 dal padre. Il 43enne si trovava da solo in escursione. La macchina dei soccorsi subito in azione, ma per l'uomo non c'è stato nulla da fare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato