Contenuto sponsorizzato

La Lega delle donne, candidate per difendere l'autonomia. E Fugatti: ''Dellai ora favorevole alla Valdastico, mossa elettoralistica''

Alla presentazione delle liste del Carroccio alla elezioni politiche la Lega monta la polemica sulla Valdastico. "Noi da sempre favorevoli e la proposta dell'uscita a Rovereto Sud è targata Lega e depositata come mozione nel 2015". Le donne in lizza: "Da mamme siamo contrarie alla chiusura dei punti nascita"

Di Donatello Baldo - 09 febbraio 2018 - 19:32

TRENTO. "Noi candidiamo le donne", dice orgoglioso Maurizio Fugatti circondato dalle rappresentanti della lega che correranno sui collegi e nei listini proporzionali di Camera e Senato. "Siamo sempre stati contro le quote rosa - ammette - perché siamo convinti che le donne in gamba riescono comunque a farsi spazio".

 

Spazio che la Lega ha dato a Martina Loss, candidata al Senato sul proporzionale, a Stefania Segnana, candidata al secondo posto dopo Diego Binelli alla Camera sul proporzionale, a Vanessa Cattoi e Giulia Zanotelli rispettivamente nei collegi di Rovereto e Trento alla Camera.

 

Fugatti, candidato in Valsugana, si sofferma sulla notizia del giorno: "Apprendiamo che Lorenzo Dellai, che sfiderò nel collegio di Pergine, sulla Valdastico ha cambiato idea e adesso si dice disponibile". Una mossa elettoralistica secondo il segretario del Carroccio. 

 

"Noi sulla Valdastico siamo favorevoli da sempre - spiega - e la proposta dell'uscita su Rovereto Sud è stata avanzata dalla Lega Nord già nel 2015 e a testimoniarlo c'è una mozione presentata in Consiglio provinciale dal sottoscritto".

 

Martina Loss ricorda invece come la Lega sia un movimento dei territori: "Per questo a Roma andremo a rappresentare le istanze del Trentino, a difendere l'autonomia, forti anche dei due pilastri a trazione leghista che su questo ci appoggiano: Veneto e Lombardia".

 

Invita a non credere al Pd difensore dell'autonomia. "Candidano a Bolzano il sottosegretario Bressa - spiega - colui che più di tutti sta mettendo i bastoni tra le ruote alle rivendicazioni autonomistiche di Luca Zaia". 

 

Diego Binelli, assessore a Pinzolo e vicesegretario del Carroccio trentino, chiede fiducia e si rivolge direttamente ai cittadini: "Dopo anni di attesa il popolo potrà finalmente esprimersi e l'unica coalizione che può ambire al governo è il centrodestra".

 

"Alternative non ce ne sono - spiega - perché sia il centrosinistra che i 5 Stelle sono lontani dalla soglia del 40%. I cittadini sappiano che se non sarà il centrodestra a raggiungere la maggioranza, l'altra possibilità è il minestrone". 

 

Cattoi e Zanotelli, candidate sui collegi, puntano sui problemi dei territori, promettendo che con la lega al governo le cose cambieranno. "Siamo la periferia del Trentino - dice la prima, candidata a Rovereto - gli investimenti si concentrano solo su Trento". 

 

"Da madre e da donna - spiega - mi sono opposta e mi opporrò alla chiusura dei punti nascita e degli ospedali periferici". E Giula Zanotelli, candidata a Trento, afferma la volontà di volersi impegnare sul tema della sicurezza.

 

"Nelle nostre valli si verificano furti e rapine e a Trento il degrado è sotto gli occhi di tutti. Non è una percezione - spiega - ma una realtà, e questo è stato riconosciuto per fortuna anche dall'assessora Mariachiara Franzoia".

 

Zanotelli si riferisce alla sua competitor sul collegio, candidata dal Pd: "Il suo fallimento in termini di sicurezza è la chiusura del Liber Café in piazza Dante. Un fallimento che è sotto gli occhi di tutti e che rischierebbe di esportare anche a Roma". 

 

Il tema della sicurezza è riferito anche alla presenza di lupi e orsi nelle valli ("Gli allevatori vogliono trasferirsi - spiega la candidata - e su questo problema serve una linea politica più ferma") e alla questione musulmana ("A Trento moschee abusive, i cittadini sono esasperati").

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 luglio - 19:26

Il presidente della Pat dopo aver dichiarato che si procederà con l'abbattimento a vista se l'orso dovesse anche solo avvicinarsi alle case dopo il duro intervento del ministro Costa chiarisce il suo messaggio. In suo sostegno arrivano gli Autonomisti popolari di Kaswalder: ''Ben venga la cattura o l'abbattimento di M49''

15 luglio - 14:29
I tecnici di Ispra sono già diretti verso il Trentino. L'ipotesi di abbattere il plantigrado non deve essere presa in considerazione per Roma: "Assurdo e paradossale". Ironico l'ex governatore: "Scelta che appare ancor più lungimirante in quanto potrebbe essere direttamente interessata la zona di abitazione, Civezzano, dell’ex assessore all’agricoltura e veterinario Michele Dallapiccola"
15 luglio - 19:28

L'incidente è avvenuto intorno alle 18.15, il veicolo scendeva dalla Val Rendena in direzione Tione lungo la strada statale 239, quando è avvenuto l'incidente

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato