Contenuto sponsorizzato

Le calamite del Duce in vendita in Piazza Duomo: ''Se avanzo seguitemi, se indietreggio uccidetemi, se muoio vendicatemi''

Il volto di Mussolini in tutte le salse con tanto di saluto romano e frasi nostalgiche nella piazza centrale della provincia. La legge Fiano non è diventata legge ma resta, quantomeno, un fatto che non dà una bella immagine della città

Di Luca Pianesi - 15 settembre 2018 - 18:51

TRENTO. C'è il Duce in Piazza Duomo a Trento. La mascella volitiva di Mussolini fa bella mostra di sé in tutte le pose possibili, sotto l'elmetto, il fez, il cappello militare e poi le solite frasi mitizzanti (e smitizzate dallo stesso personaggio e dalla storia): ''Se avanzo seguitemi, se indietreggio uccidetemi, se muoio vendicatemi" e lui che fa il saluto romano. Insomma ce n'è per tutti i gusti, anzi speriamo per pochi, e ce n'è soprattutto per lasciare allibiti i turisti stranieri che tutto si aspetterebbero tranne che trovare immagini nostalgiche di un passato del quale vergognarsi nella piazza centrale del capoluogo del Trentino.

 

Sono delle ''calamitone'' e sono messe in bella mostra in una teca esterna del tabacchino di Piazza Duomo. Passandoci vicino è impossibile non notarle: stanno tra il povero San Romedio e le calamite dell'Adunata degli Alpini. Pessimo gusto? O nostalgia per un Paese antiliberale, razzista, forte con i deboli e debole con i forti e per un periodo storico conclusosi con la nazione invasa da tutti, sconfitta da tutti e invisa da tutti per aver partecipato attivamente ai peggiori stermini, per i tradimenti e per essersi dimostrato totalmente impreparato militarmente?

 

Qualche mese fa si faceva un gran parlare della legge del deputato Pd Fiano che sarebbe servita, finalmente, a regolamentare anche queste situazioni (e tutte quelle che ruotano dietro il merchandising di oggetti legati al fascismo o al nazismo) introducendo il reato di propaganda del regime fascista e nazi-fascista. Ma i tempi sono già cambiati e l’approvazione si è arenata per la fine della legislatura e lo scioglimento delle Camere. Si è quindi rientrati in pieno in quell'area grigia che vuole la vendita di questi oggetti un qualcosa 'a metà' tra ciò che si può fare per il libero mercato e ciò che sarebbe meglio non si può fare (ma in tanto si fa) perché, in fondo, l'antifascismo dovrebbe rappresentare uno dei principi fondanti del Paese.

 

Insomma calamitone di Mussolini sì o calamitone di Mussolini no, quel che è certo è che esposte nella piazza centrale della città non danno una bella immagine della città stessa e non mandano un gran messaggio a turisti e visitatori soprattutto di Paesi stranieri (si pensi ai tedeschi) dove certe cose sono espressamente vietate dalla legge. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 maggio - 15:26

Domani scadrà la proroga fatta nei mesi scorsi da parte della Provincia per i posti invernali e extra nei dormitori affinché le persone, con l'emergenza coronavirus, non siano abbandonate in strada. Ora, però, il rischio è che 160 persone non abbiano più un posto dove dormire. La mobilitazione dell'assemblea Antirazzista in piazza Duomo a Trento 

30 maggio - 12:02

L’inseguimento è avvenuto sulla montagna di Mortaso, in località Zeller, in Val Rendena, pochi giorni fa ed il relativo video aveva trovato ampia diffusione in rete, suscitando numerosissime, comprensibili, reazioni indignate. Il Corpo Forestale Trentino ribadisce l’indicazione di non inseguire assolutamente la fauna selvatica

30 maggio - 15:22

E' successo nella mattinata di oggi a Bassano del Grappa. Il rumore dello sparo ha allertato tutti i colleghi che si trovavano nell'edificio. Sul posto si sono portati immediatamente i soccorsi sanitari ma per il poliziotto non c'era più nulla da fare 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato