Contenuto sponsorizzato

Lega, Bisesti all'Imam: ''Anche in Trentino tanti musulmani stimano Salvini e il nostro partito"

Il neo segretario della Lega, Mirko Bisesti, sui luoghi di culto: "Giusto regolamentarli. E' un’esigenza per la pace e per il bene di tutti i cittadini, cristiani, musulmani, atei e quant’altro"

Di G.Fin - 16 giugno 2018 - 15:01

TRENTO. “La Lega è un partito che dati alla mano ha molti sostenitori musulmani e anche in Trentino tante di queste persone stimano Salvini. L'Imam attaccando noi attacca anche la stessa comunità che lo vede come guida spiriturale”. Queste le parole del neo segretario della Lega Mirko Bisesti in merito alle parole pronunciate ieri dall'Imam Breigheche e sulle critiche di quest'ultimo in merito ad alcuni punti del contratto di governo definiti “Anticostituzionali e discriminatori”.

 

“Trovo sospetto – ha spiegato il neo segratario - da parte di Breigheche voler evocare i tempi più bui dell’Europa perché la Lega vuole giustamente regolamentare quelli che non sono solo luoghi di culto. I tempi più bui recenti l'Europa li ha vissuti, e li sta vivendo, con il terrorismo di matrice islamista. Non è discriminazione la nostra, ma un’esigenza per la pace e per il bene di tutti i cittadini, cristiani, musulmani, atei e quant’altro”.

 

Per Bisesti l'imam Breigheche dovrebbe accettare “una normalissima e sacrosanta regolamentazione, che del resto sta alla base di uno Stato di diritto come il nostro e che nei fatti riguarda già qualsiasi religione presente sul nostro territorio”.

 

Il giovane segretario cita i propri studi fatti sul mondo islamico anche in Nord Africa e la propria esperienza a Bruxelles dove il 22 marzo del 2016 era presente agli  attentati assieme a Matteo Salvini e anche nei mesi successivi caratterizzati da una massiccia presenza di militari nella Capitale belga.

 

Bisesti, infine, lancia un appello nei confronti dell'Imam trentino, affermando: “Chi chiede moderazione deve essere moderato. Molti onesti e seri musulmani che vivono e pagano le tasse in Trentino stimano Salvini e la Lega, continuare ad attaccarci è nei fatti un attacco nei confronti della stessa comunità che la vede come la sua guida spirituale”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 18:22

Davide Bassi, ex rettore dell'Università di Trento, di fronte alla crescita dei contagi in Regione nelle ultime settimane, si è interrogato sulle modalità di somministrazione dei tamponi. Farne tanti è infatti sempre una garanzia di una più efficace strategia di contenimento del virus? La risposta è scettica e fa riflettere sul modo con cui la Giunta Fugatti ha comunicato in questi mesi di emergenza. "Non serve farne tanti ma alle persone giuste"

27 settembre - 19:55

Continuano a crescere in Alto Adige i casi di strutture scolastiche e per l'infanzia costrette a chiudere per l'insorgenza di contagiati tra gli alunni. Dopo i due nuovi positivi riscontrati in due istituti superiori di Bressanone e la chiusura per 2 settimane del Gandhi di Merano, anche l'asilo Moos di Sesto dovrà chiudere i battenti per la sanificazione. 13 i bambini in isolamento, assieme al personale della materna

27 settembre - 18:21

Quasi tutti i nuovi casi sono stati individuati grazie al contact tracing. Dei 42 contagiati una trentina appartiene al settore agricolo. In appena due giorni sono stati quasi un centinaio i nuovi casi. Le autorità sanitarie: “Accanto al comparto scuola, stiamo tenendo sotto particolare controllo alcune filiere”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato