Contenuto sponsorizzato

L'idea di un Svp italiana su scala regionale per le provinciali: da Mauro Ottobre a Elena Artioli

C'è molto fermento nell’area di lingua italiana altoatesina che vorrebbe dare vita a un omologo della Südtiroler Volkspartei, ma non per la rappresentanza tedesca o ladina. L'articolo di Salto.bz

Pubblicato il - 31 marzo 2018 - 12:16

TRENTO. Parte da Bolzano l'idea di dare vita a un "movimento territoriale, popolare, autonomista" e soprattutto regionale, capace di trasformarsi in una Svp di lingua italiana. Un movimento, evidentemente, alternativo al Patt pronto a dire la sua già a partire dalle elezioni provinciali di ottobre.

 

Lo spiega Salto.bz (il giornale nostro partner in Alto Adige) raccontando come ci sia molto fermento nell’area di lingua italiana altoatesina che vorrebbe dare vita a un omologo della Südtiroler Volkspartei, ma non per la rappresentanza tedesca o ladina. In prima fila Elena Artioli e ora spunta anche l'ex deputato trentino Mauro Ottobre, che all'Alto Adige dice di essere in contatto con Angelo Gennaccaro

QUI L'ARTICOLO COMPLETO

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 02 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 luglio - 19:55

Una sorta di sconto che lo Stato italiano fornisce a chi decide di soggiornare presso una struttura ricettiva italiana. Tra i trentini che hanno colto l'occasione anche Stefano Grassi: "In poco tempo arriva un codice che si dovrà poi mostrare all'albergatore per ottenere lo sconto"

04 luglio - 19:47

Il candidato sindaco è pronto a guastare la festa sia “alla coalizione arcobaleno” che alla “disaggregazione di destra”. Carli vuole plasmare una Trento sul modello delle grandi metropoli europee: “C’è bisogno di una leadership forte ed inclusiva, il Centrosinistra ha tenuto ferma la città per una generazione ora è tempo di riprendere in mano tutti i progetti rimasti incompiuti”

04 luglio - 13:26

Gli animalisti insorgono contro l’ordinanza di abbattimento: “JJ4 potrebbe essere accompagnata dai suoi cuccioli, Fugatti deponga subito i fucili, non accetteremo l’uccisione di un’altra orsa senza che siano state accertate le cause che hanno determinato lo scontro con le persone”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato