Contenuto sponsorizzato

Maria Elena Boschi torna nella "sua" Bolzano: ''Quello altoatesino il modello a cui guardare, altro che i sussidi''

La deputata del Pd dopo l'elezione è ritornata in Alto Adige e ha partecipato a un incontro a porte chiuse del partito. Si è tolta anche qualche sassolino dalla scarpa. Ecco cos'è successo

Pubblicato il - 07 aprile 2018 - 11:04

BOLZANO. Maria Elena Boschi lo aveva promesso "non sparirò dopo le elezioni" e ieri è tornata nel "suo" Alto Adige a Bolzano dove ha partecipato a un'assemblea del Pd. A seguirla i giornalisti di Salto.bz, con il quale collaboriamo, e a loro ha spiegato che è proprio l'Alto Adige il modello a cui ispirarsi, territorio capace di primeggiare con lavoro e impegno, modello opposto a quello promosso dai 5 Stelle.

 

"Noi continuiamo a credere che ai giovani senza un lavoro dobbiamo dare l’opportunità di un lavoro - ha detto - non il reddito di cittadinanza, e lo dico a maggior ragione qui in Alto Adige dove c’è un modello di alternanza scuola lavoro che funziona, dove c’è un investimento nella battaglia contro la disoccupazione giovanile, nella formazione professionale e i risultati si vedono. Quindi io credo che il modello a cui guardare sia questo e non i sussidi". 

 

QUI IL SERVIZIO COMPLETO

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 luglio - 15:00

E' successo poco prima di mezzanotte, sul posto  una volante della squadra mobile e la polizia locale. Due denunce 

16 luglio - 13:01

Dopo i tanti comitati locali e associazioni ambientaliste intervenuti per denunciare i pesanti interventi sulle montagne di Cortina, anche il Cai Veneto ha deciso di scendere in campo lanciando un allarme per la "pressione ambientale insostenibile" sulle montagne di Cortina. Nelle settimane scorse, i mondiali di sci erano stati confermati per il 2021

16 luglio - 13:05

Questi paesi si aggiungono a Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del nord, Moldavia, Oman, Panama, Perù, Repubblica dominicana e il divieto comprende tutti i mezzi di trasporto. Restano però aperti i collegamenti con gli Stati Uniti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato